Cerca Hotel al miglior prezzo

Kakadu National Park, Australia: nel regno dei coccodrilli

Siamo in quella remota porzione d'australia denominata Top End, non lontano dalla città di Darwin. Il parco nazionale che vi proponiamo è sicuramente uno dei luoghi più affascinanti d'Australia, in quanto unisce una bellezza naturale sconvolgente con la presenza delle pitture rupestri aborigene tra le più preziose del continente.
Il parco si snoda intorno ai meandri del South Alligator river (e il suo nome è davvero un programma!) che sono circondate da terrazzamenti rocciosi spettacolari, dove gli aborigeni hanno lasciato vere e proprie opere d'arte dal valore inestimabile. Per questo mix culturale-naturale Kakadu è entrato a far parte della lista World Heritage dell'UNESCO.

Quando visitare il Kakadu national park? La risposta non è semplice, il parco cambia totalmente aspetto durante le quattro stagioni, e quindi bisognerebbe visitarlo più volte. La stagione estiva è soffocante e continuamente flagellata dal monsone, che scarica temporali violentissimi, ma gli enormi quantitativi di acqua che scende dal cielo gonfiano le cascate che si gettano dall'altopiano rendendo alcuni luoghi come le Jim Jim falls davvero straordinari. Il rovescio della medaglia è rappresentato dalle zanzare piuttosto aggressive, ma soprattutto dalla viabilità, che a causa degli straripamenti viene di solito sconvolta. D'inverno il clima è più sopportabile, l'attacco dei moscerini è meno fastidioso, le strade sono tutte percorribili e i fiumi che si ritirano lasciano dei laghi effimeri o permanenti, delle specie di paludi che prendono il nome di Billabong. All'interno di questoi bacini stanziano numerose specie d'uccelli, tra cui splendidi esemplari di aquile di mare, pesci colossali come i barramundi, e ovviamente il re del parco, il grande coccodrillo marino, il più feroce predatore del continente australiano.

Cosa vedere a Kakadu? Ci sono bellezze naturali strepitose, come le cascate Gunlom (vedi foto), le cascate Jim Jim falls e le Twin falls incastonate in una omonima gola molto suggestiva. E' neccessario però essere dotati di veicoli fuoristrada 4x4.
Tra le bellezze naturali da non perdere sono le escursioni in barca sulle Yellow Water wetlands, letteralmente le terre bagnate dalle acque gialle, enorme area di billabongs che si trovano in vicinanza del South Crocodile river. Qui specie al tramonto si vedono migliaia di uccelli, tra cui i famosi jabiru, foreste allagate di una suggestione enorme, e decine di coccodrilli che possono essere ammirati nel loro ambiente naturale. Qui a Kakdu i coccodrilli sono veramente di casa, e noterete le pressanti raccomandazioni dei ranger di tenere ben presente il pericolo che essi possono rappresentare. Quindi mai avvicinarsi troppo alle rive dei billabong, qualche rettile è sempre pronto a scattare con una rapidità insospettabile!

E poi c'è il turismo culturale, e qui le occasioni non mancano proprio. Ci sono splendide passeggiate che conducono alle pitture tra le più stupende d'Australia, molte volte situate sotto costoni di rocce che fungono da tetto, e hanno quindi protetto i disegni dall'erosione delle acque. Molto bello è il sentiero che porta a Nourlangie Rock, e la famosa roccia di Ubirr (vedi foto), nella zona orientale del parco.
Nel parco si trova da dormire, ci sono campeggi e hotel. Se volete compiere una follia c'è il famoso Gagudju Crocodile Holiday Inn (vedi foto), l'hotel a forma di coccodrillo, lungo 250 metri, avvolto in una natura incontaminata e dai servizi decisamente esclusivi.

  •  
close