Cerca Hotel al miglior prezzo

La cittą ed il lago di Van, Turchia orientale

Van, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nella magia dell’Anatolia orientale, Van è una città con un nome breve, una lunga storia, e numerose cose interessanti da vedere, soprattutto se suiete appassionati di storia ed archeologia e soprattutto nutrite una passione sviscerata per le bellezze naturali, che qui di certo non mancano.

Per raggiungere la città di Van conviene utilizzare l’aereo, visto le distanza considerevoli dalle zone più turistiche della Turchia, anche dalla stessa Cappadocia.
Da qui comunque si possono raggiungere con facilità i confini più orientali verso l’Armenia e l’Iran come le zone spettacolari intorno al monte Ararat.

Il clima di Van è tipico continentale, e considerando l’altitudine notevole, siamo a circa 1.700 m di quota, in inverno qui fa piuttosto freddo con temperature che ha gennaio risutano spesso sottozero anche di giorno. E’ facile trovare la neve anche se i quantitativi maggiori di precipitazioni si hanno in primavera ed autunno.
D’estate il clima è più secco e caldo, e le temperature massime riescono a sfiorare i 27-28 gradi di media nonostante l’effetto mitigatore delle quote elevate.

Cosa fare e cosa vedere nella regione di Van?
Il monumento più famoso a Van è la sua rocca.
La Rocca di Van, l'antica fortezza e monumento funebre attorno alla quale fu costruita la cittadella, contiene iscrizioni cuneiformi risalenti al regno di Urartu e quindi vecchie di oltre 3.000 anni.
Accanto alla cittadella si trovano i ruderi della vecchia città di Van, costruita al di sopra delle rovine della città antica di Tushpa, di costruzione urartiana.

Oltre al museo locale, la Rocca di Van e la cittadella, vi consigliamo di visitare l’incredibile Chiesa di Santa Croce presso l’isola Akdamar nel lago di Van. Si trova nella porzione meridionale del lago più grande della Turchia, e la chiesa si presenta magnifica e solitaria con il suo tetto a punta e il tappeto verde dei prati che l’avvolge con qualche albero isolato: davvero una visione indimenticabile. La facciata esterna della chiesa è coperta da rilievi con scene della Bibbia tratte dall'Antico e Nuovo Testamento.

Da vedere anche le rovine storiche presso Çavustepe, a 25 km a SE di Van, e la drammatica fortezza curda di Hosap, anch’essa a sud est 33 km più lontano da Van. Se siete attenti durante il vostro viaggio potrete incontrare dei gatti bianchi particolari, i gatti di Van.

Il Lago di Van è nel una delle meraviglie della Anatolia orientale. Circondata da belle sagome di montagna, ricco di baie, spiagge, isole, cascate e centri appartenenti a varie epoche storiche, la sua visita è una scoperta e una sorpresa continua.
E’ famoso perché le sue acque contengono abbondante carbonato di sodio e forse, anche per questo nel lago il pesce che si pesca risulta privo di grassi e davvero molto delizioso. Tra tutte le isole nel lago di Van, quella di Akdamar è certamente la più bella.

Van è la migliore base di partenza per esplorazioni della regione, specialmente le aree remote dei confini orientali della Turchie ricche di importanti testimonianze storiche, un po’ dimenticate dal turismo moderno. Molte delle visite conducono i turisti verso il Monte Ararat e verso kars, dove ritrovano le famose rovine di Ani

  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close