Cerca Hotel al miglior prezzo

Il lago di Egirdir nella provincia di Isparta, Turchia

Egirdir è una radiosa località di villeggiatura, dove si respira pace avvolta dalla natura incontaminata, ed è un delizioso luogo dove fare una deviazione mentre si esplorano i tratti di costa compresi tra l’Egeo e il Mediterraneo.

Egirdir si trova infatti più o meno equidistante tra Denizli (Pamukkale) e la costa dell’Egeo, Konya nell’altopiano anatomico ed Antalya, la città principale della costa del Mediterraneo.
Da Antalya Egiridir si raggiunge seguendo la strada D-685 che conduce ad Isparta, da dove si piega verso est alla volta di Egirdir. Da Konya si segue la D-330 mentre da Denizli il percorso stradale porta a Egirdir grazie alla D-320.

Il nome di Egirdir è storia recente: nel 1980 il nome originale di Egridir fu cambiato anagrammandolo in Egirdir. La prima versione derivava da un passaggio linguistico dal greco Akrotiri nel turco Egridir. Ma Egridir significava "curvo" e "sbagliato", cosa abbastanza incompatibile per un amena località di villeggiatura. Da qui la scelta di trasformarlo in Egirdir che ha significati associati alla filatura, ai fiori, e al propoli delle api, insomma tutte cose buone!

Egirdir è una stazione climatica situata nell’interno, ed è quindi soggetta ad un regime meteorologico di tipo continentale. Il suo bel lago in inverno può presentare le coste ghiacciate, e la neve a volte presente tutto intono conferisce un aspetto fiabesco al paesaggio. E’ proprio la stagione invernale che presenta le precipitazioni più abbondanti. In primavera di solito il tempo presenta un carattere di variabilità, alternando periodi freschi ad anticipi di estate, mentre nella stagione estiva domina il sole, il caldo ma anche il clima secco ed è quindi il periodo migliore per visitare Egirdir. Le massime possono raggiungere i 30-32 °C in estate.

Cosa fare e cosa vedere a Egirdir?
La piccola cittadina che s’affaccia sul lago di Egirdir è composta da una piccola penisola con una strada che si protende nel lago dalle placide acque blu per collegare due piccole isole con la terraferma, la più grande delle quali prende il nome di Yesilada. Soprattutto questa porzione di Egirdir è punteggiata da pensioni ed alberghi economici, dove i turisti si fermano per un paio di notti per godere di una pausa di relax durante i percorsi di esplorazione delle zone interne della Turchia. Se aggiungiamo il fatto che i ristoratori della città offrono l’ottimo pesce pescato nel lago, allora una sosta a Egirdir diventa irrinunciabile.

Tra le attività consigliate, oltre al nuoto, si può praticare il canottaggio tra panorami mozzafiato, oppure compiere salutari passeggiate fino alle pendici del vicino Davras Dagi (2635 metri di altezza). Da vedere a Egirdir la Kale una fortezza in rovina, con le fondazioni datate 400 a.C. che comunque fornisce un limpido fascino visivo. Altri spunti di visita sono la Dündar Bey Medresesi (seminario del 1218, tramutato in madrasa nel 1285) e la moschea cittadina di Hizir Bey Camii una costruzione selgiuchide del 1237 che nel 1308 fu adibita a moschea.

Il lago presenta delle interessanti spiagge (Altinkum e Belediye), e si possono compiere delle piacevoli escursioni sul lago, con magnifiche viste di Egirdir circondata dalle acque e dalle imponenti montagne. La cima che sovrasta Egirdir offre dalla sua vetta panorami incantevoli, come quelli che si godono dall’alto del villaggio di Akpinar.
.

  •  
close