Cerca Hotel al miglior prezzo

Erzurum, nel cuore dell'Anatolia orientale, Turchia

Pagina 1/2

Erzurum è la più grande provincia dell’ Anatolia orientale e si trova su un altopiano alla ragguardevole altezza di 1950 m sul livello del mare. La provincia è sempre stata un crocevia di scambi commerciale tra est ed ovest ed è ora il punto di partenza per il trasferimento aereo, ferroviario o per i collegamenti in autobus per i viaggiatori che hanno come obiettivo la Turchia orientale. La storia della città ha un patrimonio di 6000 anni, ed è infatti al 4000 aC che risalgono le prime testimonianze archeologiche della regione.

Erzurum è stata dominata e governata da molte nazioni e popoli diversi, come gli Urriti , gli Sciti i Medi, i Parti, i Persiani, i Romani e i Bizantini che hanno lasciato in eridità delle mura ben conservate, erette al tempo di Theodosiopolis, l’antico nome di Erzurum. Dopo le dominazioni segiuchida, araba e mongola gli Ottomani catturato la città solo nel 1514 ed hanno governato la città fino alla fondazione della moderna Repubblica turca da Mustafa Kemal Atatürk nel 1923. Alcune grandi figure storiche come Alessandro Magno e il Tamerlano possono essere aggiunte alla lista dei governanti.

Per arrivare a Erzurum si può utilizzare l’aereoporto che si trova a nord-ovest della città. Il vola da Ankara ha una durata di circa 1 ora, circa mezz’ora in più da Istanbul. In automobile da Ankara si segue la E88 per poi unirsi alla E80 presso la città di Refahiye per poi seguire per Erzincan fino ad arrivare a Erzurum. Il treno Dogu Ekspresi (Orient Express) viaggia ogni giorno da e per Istanbul ed Ankara, con tappe a Kayseri (Cappadocia), Sivas, Divrigi e Erzincan

Il clima di Erzurum è tipico dell’altopiano anatomico, con estate caldi, mitigate dall’altitudine, e povere di precipitazioni, ed inverni freddi con nevicate specie nelle zone montuose adiacenti. Se d’estate le massime possono posizionarsi tra i 25-28 °C. rappresentando quindi il periodo migliore per visitare Erzurum, in inverno le minime scendo mediamente fino ai -10 / -12 °C di gennaio. I periodi più piovosi corrispondono alle stagioni intermedie, la primavera e l’autunno, con picco assoluto nel mese di maggio, con una media di poco meno di 70 mm.

Cosa fare e cosa vedere a Erzorum?
... Pagina 2/2 ...La città moderna, con ampi viali ed edifici universitari lungo le strade alberate si intreccia con i quartieri storici. Gli edifici segiuchidi nella città sono davvero notevoli. L'Ulu Cami(Grande moschea) costruita nel 1179 è molto interessante, con le sue numerose colonne e le sue sette, ampie, navate. Accanto alla Moschea di Ulu si trova il Cifte Minareli Medrese che tradotto significa la scuola teologica del doppio Minareto, la caratteristica più famosa della città. Si tratta di un perfetto esempio di architettura selgiuchide con un portale magnificamente scolpito.

Nella zona a sud si trovano le Tre Tombe (Üç Kümbetler) mentre un altro interessante sepolcro è l'elegante tomba del 13° secolo, Hatuniye. La Yakutiye Medrese del 13 ° secolo è uno dei più importanti monumenti storici di Erzurum con il suo bel portale e il minareto riccamente ricoperto di piastrelle. Qui si trova una elaborata moschea costruita dal grande architetto Sinan nel 16 ° secolo: si tratta della Moschea di Lala Mustafa Pasa. Il monumento commemorativo Aziziye ( guerra russo – turca), la cittadella con la Torre Campanaria, il Caravanserraglio Rüstem Pasa ed il Bedesten sono altri luoghi di interesse storico che meritano una visita.

Per gli amanti della natura consigliamo un escursione al lago Tortum, 120 km da Erzurum, e sul il Monte Palandöken che domina a sud della città. Sul Palandöken si praticano gli sport invernali e l’attività sciistica, ed è raggiunto da strade di montagna con grande scenari e panorami ad 6 km da Erzurum.
Presso il Lago Tortum si incontrano delle cascate presso l'estremità settentrionale del lago: con un salto di 47 rappresentano uno spettacolo notevole, specie alla fine della primavera quando presentano la portata più intensa. Erzurum è anche una provincia adatta per alpinismo, con picchi che superano i 3.000 m di altitudine.


close