Cerca Hotel al miglior prezzo

Adana, viaggio nella quarta cittÓ della Turchia

Adana si trova nei pressi della estremità orientale del mar Mediterraneo ed è un ottima località di partenza per esplorare la Turchia meridionale al confine della Siria, oppure partire per andare ad esplorare le zone interne dell'Anatolia ed andare ad esplorare la regione della Cappadocia.

per arrivare ad Adana si utilizza l'aereo, la città possiede un importante aeroporto (Sakirpasa Havaalam) che si trova a meno di 5 km ad ovest della città.
Proveninedo da nord, dalla zona di Ankara la capitale turca, si deve seguire la E 90 che poi oltre Adana prosegue verso oriente in direzione della lontanissia Van. Se si vuole invece recarsi verso la Cappadocia si segue la E90 verso nord-ovest (O 21 nel primo tratto) e poi prendere più decisamente verso nord-est dulla D 805 in direzione di Kayseri e successivamente dulla D 765 che conduce al cuore della Cappadocia e alla citttà di Nevsehir.

Il clima di Adana è di tipo continentale, anche se la sua relativa vicinanza al mare ne mitiga leggermente le caratteristiche. In estate le temperature sono comprese in media tra i 32-34 °C come valori massimi, condizioni un po' afose e sgradevoli, mentre le minime non scendono in genere sotto i 23 gradi. Tra giugno e settembre la probabilità di precipitazioni è decisamente scarsa. Le piogge cadono più abbondanti da novembre a marzo, ed in questo periodo la colonnina di mercurio si posiziona su valori compresi tra 15-20 °C nelle massime e tra i 7-10 °C come minime, tutto sommato valori miti ed accettabili.

Cosa fare e vedere ad Adana?
Detto subito che Adana è più una città di transito in vista di località più interessanti all'interno e sulla costa, Adana offre tutti i vantaggi e relativi svantaggi di una grande città. La sua popolazione si aggira infatti su un valore di 1 milione e seicentomila unità, e quindi qui potete trovare nogozi in abbondanza e souvenir a prezzi più convenienti rispetto alle località più turistiche.
Da vede si curamente la Grande Moschea (Ulu Cami) che con i suoi marmi a strisce bianche e grigio scure ricorda da lontano le chiese romaniche della Toscana, ma in realtà lo stile è prettamente orientale con qualche reminiscenza siriano-egiziana. Se aperto vale la pena di salire sul minareto da dove si gode di una vista straordinaria sul tetto a cupole della moschea e sull'intera città.
Adana possiede anche una altra nuova moschea dotata di un enorme cupola e circondata dall'agile profilo di 6 slanciati minareti.

In città non c'è molto altro da vedere, ma segnaliamo la presenza dell'interessante Buyuk Saat Kulesi, la grande totte dell'orologio di epoca ottomana, ed un ponte romano hc eprende il nome di Tas Kopru e che attraversa il fiume Seyhan:
I dintorni di Adana sono interessanti per gli appassionati di birdwatching. Verso la costa si trovano infatti alcune aree umide come l'Akyatan Golu el'Agiatan Golu che si trovano nei dintorni della città di Karatas.
Interessante anche la costa occidentale, oltre le zone di Tarsos, dove nacque San Paolo 2.000 anni fa (il 2008 è stato indetto a ricordo l'anno si San Paolo) e la costa oltre la bella località di Mersin. Se invece da Adana si procede verso sud-est in direzione della Siria si può raggiungere la bella città di Antakya (la storica Antiochia) che vale sicuramente la visita.

  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close