Cerca Hotel al miglior prezzo

Mito (Giappone), visita alla cittą e il giardino Kairaku-en

Mito, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Capoluogo della prefettura di Ibaraki-ken, Mito è una città di quasi 235.000 abitanti visitata ogni anno da migliaia di turisti interessati soprattutto al suo splendido giardino, considerato uno dei tre più famosi del Giappone. Oltre al parco, Mito vanta diverse attrattive di carattere prevalentemente moderno, con palazzi avveniristici e suggestivi allestimenti museali che consigliano di soggiornare in città almeno per un paio di giorni. Un tempo Mito era una città fortificata, sede tra l’altro della cosiddetta Scuola di Mito, una congregazione di studiosi confuciani guidata da Aizawa Seishisai, mentre oggi è un centro multiculturale particolarmente evoluto sotto molti aspetti.

Nonostante la formazione della moderna città di Mito sia relativamente recente, e per l’esattezza datata al 1 aprile 1889, è documentato che già nel IV secolo d.C. in questa zona vi erano insediamenti umani. Intorno alla fine del periodo Heian, compreso tra il 794 ed il 1185, Baba Sukemoto si trasferì a Mito e realizzò il suo imponente castello. Nei secoli successivi il maniero passò di mano in mano fino alla metà del Cinquecento, quando Satake Yoshinobu fu costretto ad arrendersi a Togukawa Ieyasu nel corso della celebre battaglia di Sekigahara. Questo avvenimento segnò di fatto l’ascesa al potere del figlio di Ieyasu, Tokugawa Yorifusa, che diede avvio ad un periodo particolarmente florido e stabile per la città nel frattempo accresciutasi intorno al suo maniero.

L’attrattiva principale di Mito è senza dubbio costituita dal Kairaku-en, uno dei tre giardini più famosi del Giappone insieme al Kenroku-en di Kanazawa ed al Koraku-en di Okayama. Questo parco di 18 acri fu istituito nel 1842 ed è celebre per i suoi ume che fioriscono nel tardo mese di febbraio o al massimo all’inizio di marzo, un periodo particolarmente indicato per visitare la città anche per via delle condizioni climatiche generalmente stabili. Per visitare il padiglione Kobun-tei, un’elegante riproduzione della dimora di un signore del clan dei Mito, si deve pagare un biglietto d’ingresso, mentre il modo migliore per raggiungere il giardino è prendere un autobus dalla stazione ferroviaria di Mito e scendere alla fermata di Kairakuen-mae, distante una ventina di minuti.

Uno degli aspetti più ricchi dal punto di vista turistico di Mito riguarda i tanti musei dislocati soprattutto in centro. Qui si possono visitare: l’Ibaraki Museum of Modern Art, un allestimento che ospita numerose opere d’arte moderna tra cui diverse raccolte locali; l’Ibaraki Prefectural Museum of History, un museo che racconta l’avvincente storia della prefettura e del territorio circostante all’attuale città di Mito; ed il Tokugawa Museum, dove sono conservate alcune collezioni artistiche appartenute agli antichi sovrani di Mito. A testimonianza del fervore artistico e culturale che permea Mito, lo skyline urbano è profondamente segnato dalla presenza della sfolgorante Art Tower Mito, una modernista torre in metallo visibile anche da molto distante.

Il clima è pressoché analogo a quello di Tokyo anche se la minor densità abitativa e la concentrazione leggermente inferiore di costruzioni e industrie fa si che la zona sia più ventilata della capitale e che quindi, soprattutto d’estate, si possano trascorrere giornate meno afose. In inverno le temperature sono basse, con le minime di media poco superiori allo zero, e talvolta fa capolino anche la neve. In generale le stagioni migliori per visitare Mito sono la primavera e l’autunno, quando alle condizioni di tempo stabili si aggiunge anche la spettacolarità della natura e dei suoi suggestivi colori.

Per quanto riguarda i trasporti, Mito si trova sulla linea ferroviaria Joban, che collega Tokyo e Tsukuba a sud, Hitachi e Iwaki a nord. Lo scalo aereo più vicino è l’Aeroporto Internazionale di Narita, messo in comunicazione con la città da autobus e taxi. Date le dimensioni non eccessive del centro, quasi tutte le visite turistiche di Mito si possono compiere a piedi o al massimo con qualche breve tratta in autobus.
  •  

 Pubblicato da - 17 Luglio 2010 - © Riproduzione vietata

News più lette

close