Cerca Hotel al miglior prezzo

Luoghi di interesse nei dintorni di Chiang Mai

Pagina 1/2

  • Phrathat Doi Suthep
Situata nel nord-est della Thailandia, la regione di Chiang Mai offre molteplici località interessanti per il viaggiatore attento. Per compiere questa esplorazione dei dintorni della città di Chiang Mai è necessario avere un auto a noleggio. Basta veramente poco per mettersi in viaggio tra gli scenari incantati delle montagne thailandesi, e scoprire angoli semi-sconosciuti ricchi di grandi tradizioni, luoghi culturali e quasi sempre avvolti da una cornice verde di natura rigogliosa e lussureggiante.

Albereto Huai Kaeo - Accanto all'Università di Chiang Mai si trova questo splendido giardino botanico che contiene molte varietà di alberi e fiori tropicali.

Giardino Zoologico di Chang Mai - Accanto al Huai Kaeo Arboretum si può visitare lo Zoo di Chiang Mai. Grande e molto ben organizzato, si estende lungo il lussureggiante versante inferiore del monte Doi Suthep. Ospita più di 200 specie di mammiferi ed uccelli provenienti dall'Asia e dall'Africa, così come i due adorabili panda chiamati Thewa e Thewi. Aperto ogni giorno dalle 8 alle 17, all'interno sono disponibili ristoranti ed aree attrezzate per il campeggio.

Namtok Huai Kaeo - Accanto allo zoo si trova questa cascata di 10 metri. Un luogo molto verde e panoramico adatto ai picnic.

Tempio Phrathat Doi Suthep - Situato a 15 km dalla città, questo è il più famoso tempio nonché il più visibile punto di riferimento di Chiang Mai. Posto a 1676 metri sul livello del mare, dalla sua sommità si può godere una meravigliosa vista della città e della campagna circostante. Edificato nel 1383, il tempio è raggiungibile attraverso una rampa di 290 scalini (anche se i meno allenati possono usufruire, per la salita, di una comoda funicolare) ed è dominato da una pagoda d'oro che contiene alcune sacre reliquie di Buddha ed attira fedeli buddhisti da tutto il mondo.

Palazzo Phu Phing - Proseguendo sulla stessa strada dai piedi del Tempio Phrathat Doi Suthep, incontriamo il Palazzo Phu Phing ovvero la residenza reale d'inverno, costruita nel 1961. I suoi sontuosi giardini e gli splendidi parchi sono aperti al pubblico ogni giorno dalle 8,30 alle 16,30, tranne che nelle occasioni in cui la Famiglia Reale è presente all'interno del palazzo.

Villaggio Tribale Doi Pui - Questo villaggio Hmong si trova a circa 3 km dal Palazzo Phu Phing. È il più accessibile fra i villaggi tribali delle colline e, di conseguenza, ha perso parte della sua autenticità, benché ancora offra una fugace immagine di vita tribale.

Monumento Khruba Siwichai - Situato ai piedi del monte Doi Suthep, il monumento rende onore al devoto monaco buddhista, i seguaci del quale, nel 1935, realizzarono i primi 10 km della strada lastricata per il Tempio Phrathat Doi Suthep.

Centro Culturale Antica Chiang Mai - Situato all'inizio della Strada Chiang Mai-Hang Dong (autostrada 108), il Centro Culturale possiede un'eccellente collezione di arte Lanna Thai. È anche il luogo di ritrovo per spettacoli di danza popolare e per pranzi nel caratteristico stile khan tok del Nord della Thailandia. È aperto dalle 7 alle 21,30.

Tempio Phrathat St. Chom Thong - Distante 58 km dalla città, questo affascinante tempio risale alla metà del 1400 ed ospita una collezione di statue di Buddha in bronzo, mentre una sua sacra reliquia è conservata nella cappella secondaria.

Tempio Phrathat Doi Noi - Il tempio, situato fra il 43° e 44° chilometro, fu costruito dalla Regina Mon Chamma Thewi nel 658 d.C. La sua posizione in cima ad una collina, raggiungibile per mezzo di una scalinata di 241 gradini, offre una splendida veduta del fiume Ping e della campagna circostante.

Namtok Mae Klang - Le cascate più fotografate di Chiang Mai si trovano a circa 58 km dalla città, ai piedi del monte Doi Inthanon. Tale scenario, veramente pittoresco, è un luogo ideale per i picnic.

Tham Borichinda - A 10 minuti di macchina e 2 ore di cammino da Mae Klang si trova questa grande caverna naturale. All'interno sono presenti formazioni di stalattiti e stalagmiti, statue di Buddha ed un torrente che scorre fra le rocce.

Parco Nazionale Doi Inthanon - Questo parco nazionale, con i suoi 1000 km quadrati circonda la vetta più alta della Thailandia che si erge ad un'altezza di 2565 metri sul livello del mare. Ricco di flora e di fauna, in particolare di varie specie di uccelli. Il parco nell'insieme, con le sue cascate, i sentieri naturali, i villaggi tribali di Hmong e Karen, è una delle migliori attrattive di Chiang Mai e vale veramente la pena di visitarlo.

Doi Inthanon Royal Project Research Station - Situato nel villaggio di Khum Klang, vicino agli uffici del parco, questo centro ricerche istituito per volontà del Re, fu fondato nel 1979 con lo scopo di aiutare i contadini delle tribù a coltivare prodotti agricoli destinati al mercato, al posto delle colture di oppio, ed istruirli alle moderne tecniche agricole. La piantagione di fiori ed il laboratorio di ricerca sono aperti al pubblico.

Phra Maha That Napha Methanidon e Phra Maha That Naphaphon Phumisiri - Queste due pagode, situate al km. 41.5, furono costruite per commemorare il quinto compleanno ciclico di Sua Maestà il Re Bhumibol Adulyadej e della Regina Sirikit.

Tessitura tradizionale del cotone - A 3 km dall'Ufficio Provinciale di Mae Chaem troviamo il villaggio di Tambon Tha Pha. Il villaggio è famoso per la produzione di abiti tradizionali in cotone secondo lo stile tipico del Nord (sarong).

La gola di Op Luang - A circa 105 km da Chiang Mai si trova questa pittoresca gola attraversata da un fiume che procede a zig-zag attraverso dirupi alti e ripidi. La zona è piacevolmente circondata da colline e da foreste con alberi di teak.

Ban Rai Phai Ngam - Il villaggio di Ban Rai Phai Ngam, rinomato anche per la produzione tradizionale di cotone di alta qualità, è raggiungibile dopo avere svoltato a sinistra tra il 69° e 70° chilometro, lungo la direttrice Chiang Mai-Hot.

Lago di Doi Tao - La provincia di Doi Tao si trova a 133 chilometri da Chiang Mai. Il grande bacino è situato oltre la Diga Bhumibol, nella provincia di Tak ed offre alcune opportunità ricreative tra cui crociere in barca.

Progetto Reale Huai Phai - Presso Ban Mae Ha, nella provincia di Hang Dong, questo progetto, nato per volontà del Re, si concretizza in un centro per la ricerca e la coltivazione delle rose. La principale attrattiva è il Royal Rose Garden. Le visite sono consigliate tra ottobre e febbraio.

Museo Tribale - Collocato all'interno del Giardino di Re Rama IX Lanna lungo Chotana Road, questo museo etnologico possiede una raccolta di oggetti che mettono in risalto le distinte identità e le diverse culture dei nove maggiori gruppi etnici del Nord: Karen, Hmong, Yao, Lisu, Akha, Lahu Lau, Thin e Khamu. È aperto al pubblico tutti i giorni dalle 9 alle 16 eccetto il sabato, la domenica e durante le feste nazionali.
... Pagina 2/2 ...
Vivai per la coltivazione delle orchidee e l'allevamento delle farfalle - Nella zona della Valle di Mae Sa si trovano diversi vivai per la coltura delle orchidee nei quali i visitatori possono ammirare queste esotiche fioriture in tutti i periodi dell'anno. Alcuni di questi siti per la coltivazione delle orchidee dispongono anche di particolari teche dove alcune specie tropicali possono essere osservate nel loro ambiente naturale.

Rettilario di Mae Sa - Al 3° chilometro, lungo la strada tra Mae Rim e Samoeng, c'è il rettilario dove sono ospitate varie specie di serpenti che vivono in Thailandia. Ogni giorno alle 11,30, alle 14,15 ed alle 15,15, si può assistere a spettacoli di 30 minuti con i serpenti. È aperto dalle 9 alle 16.

Namtok Mae Sa - A 26 km dal centro abitato, nel distretto di Mae Rim, si può ammirare questa cascata con 8 salti, incastonata in un incantevole paesaggio naturale tra alberi altissimi.

Giardino Botanico della Regina Sirikit - Questo giardino botanico internazionale, situato a circa 12 km lungo la strada tra Mae Rim e Samoeng ed esteso su di un'area montagnosa di 560 acri, fu realizzato nel 1992 in onore della Regina Sirikit. Il giardino possiede una pregevole collezione di piante provenienti dall'interno del Paese e dall'estero, messe a dimora con metodi conformi a ciascuna specie ed al clima di appartenenza. Vi sono tre sentieri ed un Centro Informazioni Turistiche, il Centro Thailandese per la Coltivazione delle Orchidee, il Museo delle Erbe ed il Centro Ricerche. È aperto tutti i giorni dalle 8,30 alle 17.

Centro Addestramento Elefanti di Chiang Dao - Situato nei pressi dell'autostrada 107 al km 57, tra Mae Taeng e Chiang Dao, questo è uno dei numerosi centri di addestramento elefanti presenti nell'area, dove vengono messi in scena spettacoli nei quali gli elefanti mostrano la loro abilità nei lavori dei boschi. È aperto tutti i giorni dalle 8 alle 15 e gli spettacoli si svolgono dalle 9 alle 10.

Tham Chiang Dao - Al km 72 dell'Autostrada 107, all'interno del complesso del Tempio Chiang Dao, si possono ammirare statue sacre di Buddha. Le grotte sono illuminate da luce artificiale.

Doi Luang Chiang Duo - Nella riserva naturale di Chiang Dao, con i suoi 2195 metri sopra il livello del mare, si erge questa montagna di roccia calcarea. È la terza cima più alta della Thailandia, dopo il Doi Inthanon ed il Doi Pha Hom Pok. La zona è ricca di fiori di montagna, uccelli e farfalle. Per esplorare il monte occorre un permesso rilasciato dal Dipartimento per la Conservazione della Flora e della Fauna del Parco Nazionale.

Parco Nazionale Huai Nam Dang - Questo parco, accessibile attraverso la strada che va da Mae Malai a Pai, occupa una superficie di 180 chilometri quadrati nei distretti di Mae Taeng e di Pai e nelle province di Mae Hong Song. Tra gli elementi più interessanti del parco ci sono certamente le sue catene montuose coperte di boschi e le splendide viste panoramiche.

Doi Ang Khang - A 163 km a Nord di Chiang Mai si trova la sede del Centro Reale per le Attività Agricole. Sotto il patronato di Sua Maestà Re Bhumibol Adulyadej, il Centro si occupa della ricerca e della coltivazione nel campo della floricoltura, degli alberi da frutto, degli ortaggi e di altre colture. Nei pressi del Centro si trova la zona di Doi Ang Khang, ideale per soggiorni a contatto con la natura, dove si possono praticare varie attività all'aria aperta tra cui il trekking, le passeggiate a dorso di mulo e le gite in mountain-bike.

Acque calde Fang - A Ban Pin, a 8 km a nord-ovest della città di Fang, si possono visitare le 50 sorgenti di acqua calda situate lungo un'area boscosa di 10 acri. Da tre di queste sorgenti sgorga incessantemente l'acqua ad una temperatura tra i 90 ed i 100° Celsius.

Ban Tha Thon - Questa cittadina, che sorge sulle rive del Fiume Kok, vicino al confine con la Birmania, è ricca di atmosfera e vanta alcuni monumenti di rilievo, come il Tempio Tha Ton. Tuttavia, è più conosciuta come punto di partenza delle gite sulle lance che risalgono il fiume fino Chiang Rai, un'emozionante crociera di 3 ore e mezza che offre immagini uniche di un paesaggio caratterizzato da villaggi tribali e foreste. È inoltre possibile noleggiare zattere di bambù per percorrere lo stesso tragitto, ma il viaggio dura 3 giorni.

San Kamphaeng - Questo villaggio, a 13 chilometri dalla città, è famoso per la tessitura della seta e del cotone. Nel villaggio si possono ammirare sia i prodotti finiti che il processo di tessitura della seta. La strada tra Chiang Mai e San Kamphaeng è punteggiata di fabbriche e negozi di souvenir che vendono oggetti intagliati nel legno, argenti, terrecotte, lacche, e tessuti di cotone.

Acque calde San Kamphaeng - Si trovano a 36 chilometri dalla città in una cornice naturale di alberi e di colline verdeggianti. L'acqua ha un alto contenuto sulfureo e possiede proprietà terapeutiche e rilassanti. È inoltre disponibile una struttura ricettiva dotata di piscina, ristorante e bagni privati con acque termali. Nelle vicinanze si trova la Stazione Termale Rung Arun che dispone di bungalow, bagni termali ed è immersa in un magnifico parco.

Attività:
Spettacoli con Elefanti - Gli spettacoli con gli elefanti normalmente si svolgono al mattino alle 9.40, ed iniziano con alcuni elefanti ammaestrati che fanno il bagno nel fiume, prima di esibirsi e dar prova della loro formidabile abilità nelle selvicoltura ed in altre attività. Un giro della foresta a dorso d'elefante, viene solitamente offerto dopo lo spettacolo. L'orario di apertura va dalle 7 alle 15.

Centro Addestramento Elefanti - Il costo dei biglietti può variare da 80 a 1.000 baht (secondo le attività comprese).

Mountain Bike - Le mountain bike sono ampiamente disponibili su molte strade di Chiang Mai e sulle colline circostanti. Per ulteriori informazioni potete contattare il Chiang Mai Green Tour.

Soggiorno in Famiglia a Ban Mae Kampong - Il villaggio di Ban Mae Kampong, a circa 50 km ad Est di Chiang Mai nel distretto di Mae On, si trova in una zona montuosa con una foresta lussureggiante tutt'intorno. Qui i turisti potranno provare l'esperienza di condividere la vita di un vero villaggio thailandese, partecipando a varie attività. Nelle vicinanze si possono ammirare le cascate, un villaggio dove si tesse il cotone ed il Centro Agricolo Reale di Huai Hong Khrai. Si può prenotare tramite l'Erawan P.U.C.

Le passeggiate sulle colline del Nord sono una delle attività turistiche più conosciute di Chiang Mai. È il modo migliore per conoscere sia l'ambiente naturale che la cultura delle diverse tribù che abitano in questa regione. Sei antiche tribù che abitano sull'altopiano sono le più interessanti. Tra queste la comunità più numerosa è quella dei Karen, seguiti dai Hmong, dai Lahu, dagli Yao, dagli Akha e dai Lisu. Ogni tribù pratica un diverso culto animista, ha le proprie cerimonie particolari, il proprio idioma o dialetto, le proprie usanze, i riti, le danze e le tecniche agricole.

I famosi itinerari nella foresta, che durano da due a sette giorni, conducono i visitatori attraverso montagne verdi, altipiani e praterie, e comprendono visite con pernottamento agli insediamenti tribali più lontani ed alti. Le migliori guide sono giovani appartenenti alle tribù che normalmente parlano l'Inglese, il thailandese ed almeno tre dialetti tribali. Gli itinerari solitamente prevedono tragitti da percorrere a piedi, a volte in barca, a dorso d'elefante, a cavallo o in fuoristrada, oppure spesso una combinazione di due o tre mezzi di trasporto. Ai visitatori avveduti si consiglia di contattare la Polizia Turistica o l'Ente Nazionale per il Turismo Thailandese (TAT) per ottenere una lista delle più affidabili tra le agenzie che offrono questo tipo di tour. E ricordate che, per la sicurezza dei turisti stessi, tutti i giri devono essere registrati presso la Polizia Turistica. I visitatori dovranno ricordarsi di: rispettare le credenze, i simboli ed i luoghi religiosi delle tribù. Vestirsi in modo sobrio. La gente delle tribù è generalmente modesta. Un abbigliamento inadeguato potrebbe offenderli. Domandare il permesso prima di fotografare qualcuno. In alcuni villaggi non si possono fare fotografie. Evitare di vendere farmaci ed abiti occidentali. Sono, invece, ben accetti tutti gli oggetti che possano contribuire al benessere delle popolazioni locali come penne, carta, aghi, filo, tessuti e materiale da ricamo.

Fonte: Ente Nazionale per il Turismo Thailandese
close