Cerca Hotel al miglior prezzo

Shimla, India. Sciare e non solo sulla Regina delle Colline

Pagina 1/2

Chi ama lo sport e la montagna non potrà che trovarsi bene a Shimla, nello stato federato dell’Himachal Pradesh, nel nord dell’India. La “Regina delle Colline”, come viene spesso chiamata dagli inglesi, è infatti una delle principali località turistiche del paese, nonché un paradiso ideale per rilassarsi a stretto contatto con la natura. Non fatevi spaventare dalle notevoli dimensioni dell’insediamento, che attualmente conta quasi 150.000 abitanti, anche perché è al di fuori dell’area urbana, nelle sue vicinanze, che si possono praticare le tante attività proposte, dalla pesca allo sci, passando per il golf, il trekking in altura ed il parapendio, senza contare che anche il centro presenta alcuni notevoli punti di interesse.

Nel 1806 Shimla ed altri villaggi limitrofi furono conquistati dalla tribù nepalese dei Prithvi Narayan Shah, il cui spirito belligerante, nel 1814, portò allo scoppio di un conflitto con l’Inghilterra. 2 anni più tardi, al termine della guerra, un trattato sancì il definitivo passaggio della regione nelle mani della Compagnia Inglese delle Indie Orientali, che ebbe il merito di introdurre i primi ammodernamenti in una società ancora primitiva sotto molteplici aspetti. Nei decenni successivi Shimla attirò gli interessi di membri di spicco della corona inglese, come Lord William Bentinck, Sir John Lawrence e Lord Lytton che, nel 1876, fu il fautore di un nuovo piano urbanistico per la città. Tuttavia, la definitiva consacrazione di Shimla in ambito nazionale avvenne nel 1906 con la realizzazione di un’imponente linea ferroviaria che, attraverso 806 ponti e 103 gallerie, collegò la “Regina delle Colline” a Kalka, un centinaio di chilometri più a valle.

Le principali attrattive di Shimla sono legate alle tante opportunità di praticarvi attività sportive di ogni genere. A seconda della stagione, infatti, l’offerta spazia dai classici sport invernali come lo sci e il pattinaggio, fino alle magnifiche escursioni e ai trekking che d’estate entusiasmano migliaia di appassionati provenienti da tutto il mondo. A prescindere da quale sia il vostro sport all’aria aperta preferito, il teatro delle vostre gesta sarà molto probabilmente l’Himalaya, sulle cui pendici si trovano le stazioni sciistiche di Kufri, Meshobra e Narkanda, distanti rispettivamente 12, 13 e 60 chilometri dal centro di Shimla, oltre a quasi tutti i tracciati di escursionistici della zona. Per i più coraggiosi il soggiorno in India potrebbe essere l’occasione giusta per provare il parapendio, mentre se alla fatica preferite il relax non c’è niente di meglio che dedicare qualche ora alla pesca o al golf, tenendo presente che i migliori “green” del luogo sono quelli di Naldehra e Annadale.

Passeggiando per il centro potrete respirare la piacevole atmosfera che contraddistingue The Mall Road, la principale via dello shopping, nonché il cuore pulsante di Shimla con tanto di ristoranti, bar e discoteche aperte fino al mattino. Qui si trova il Gaiety Theatre, ma i principali snodi della strada sono lo Scandal e il Ridge, dove troneggia la Christ Church, il maggiore luogo sacro della città. Pur non essendo una località famosa per i suoi musei, Shimla propone ai turisti di visitare lo Shimla State Museum, un allestimento inaugurato nel 1974 che raccoglie alcune interessanti testimonianze della cultura e delle tradizioni che da secoli caratterizzano l’Himachal Pradesh.
... Pagina 2/2 ...
Come ogni località turistica che si rispetti, anche Shimla vanta un calendario pregno di eventi. Si comincia con l’Ice Skating Carnival Shimla, celebrato in gennaio con decine di eventi connessi al pattinaggio sul ghiaccio, ma anche con sfilate che colorano di cangianti tonalità il centro della città. All’inizio della stagione dei monsoni cade il Rhyali Festival, organizzato per ringraziare Dio della pioggia senza la quale non si potrebbero coltivare i prodotti agricoli che in questo periodo troneggiano sulle bancarelle in ogni angolo della città. A chiudere virtualmente la stagione è invece il Shimla Summer Festival, un evento condito da svariate rappresentazioni artistiche che coinvolgono pittoreschi personaggi locali intenti a mostrare le proprie qualità canore, di danza o di recitazione.

Trovandosi a quasi 2.000 metri di altitudine, Shimla presenta un clima rigido per la maggior parte dell’anno, seppur sia piuttosto raro che in città le temperature scendano sotto lo zero. Gennaio, il mese più freddo, fa infatti registrare valori mediamente compresi tra 11 e 2 gradi, ma da ottobre ad aprile inoltrato le massime si mantengono basse e stabilmente al di sotto dei 20 gradi. Solo tra maggio e luglio le giornate si fanno calde e piacevoli da trascorrere camminando in t-shirt in alta quota, con temperature che oscillano in media tra 25 e 19 gradi. Tuttavia, proprio in questo periodo di apre la stagione delle piogge, che tocca il picco ad agosto e in pochi mesi riversa sulla regione la maggior parte degli oltre 1.500 mm di pioggia che mediamente la bagnano ogni anno.

Per quanto riguarda i trasporti, Shimla è dotata di un piccolo aeroporto nazionale situato in località Jabarhatti che la collega a Delhi e Kulu, mentre per voli internazionali occorre fare riferimento al ben più trafficato Chandigarh International Airport, conosciuto anche come Sardar Bhagat Singh International Airport, distante un paio d’ore d’auto in direzione sud-ovest. I trasporti pubblici locali constano di alcune linee di autobus, ma in alternativa si può prendere un taxi. Alla luce del suo valore storico, tale da calamitare l’interesse dell’UNESCO che l’ha recentemente inserita tra il Patrimonio dell’Umanità, la linea ferroviaria Kalka-Shimla merita di essere percorsa a bordo dei treni che, sfidando la forza di gravità, compiono un dislivello di 2.000 metri.
loading...
close