Cerca Hotel al miglior prezzo

Silhouette island, Seychelles. Vacanza di lusso nell'Oceano Indiano

L’isola di Silhouette è posizionata ad appena 20 km a nord-ovest di Mahé, nell’arcipelago delle Seychelles. In termini di superficie è 'la terza isola più estesa del gruppo delle Seychelles, conta infatti una estensione pari a circa 20 chilometri quadrati su cui vivano circa 150 residenti. Come è facile immaginare per chi pensa alle isole Seychelles, anche Silhouette è un vero paradiso per i vacanzieri, con un isola dall’aspetto selvaggio, montagne scoscese ricoperta di lussureggiante vegetazione tropicale, mare cristallino con la costa riparata dalla barriera corallina che crea una laguna turchese dalla mille sfumature, dove è un piacere nuotare e fare snorkeling. Un nome così particolare non è legato alla forma dell’isola, di per se tozzamente ellittica, ma deriva dal nome del ministro di Luigi quindicesimo, tal Etienne de Silhouette, che si occupava delle finanze del regno di Francia.

L'isola di Silhouette è montuosa ed è caratterizzata da ben 5 picchi che superano la quota di 500 m sul livello del mare. La cima più elevata è il monte Dauban Monte che raggiunge i 740 m di altezza, seguito dal Mont-Pot-a-Eau (621m) e tre cime poste a circa 500 m di altitudine, e cioè il Gratte Fesse (515m), il monte Corgat Monte (502m) e il Monte Marrons Cocos (500m). Proprio a queste morfologie così rilevate Silhouette possiede una skyline tra le più suggestive fra tutte le isole dell’arcipelago delle Seychelles.

Perché visitare l’isola di Silhouette?
Questa magnifica isola è inserita in un parco marino nazionale, ed è famosa per l’elevata biodiversità dei suoi fondali e delle sue coste, con molte specie endemiche a rischio di estinzione. L'isola ha una vasta area di foresta vergine che contiene gli ultimi esemplari di Coleura seychellensis, un tipo particolare di pipistrello (dalla coda a covone), oltre che altre specie di uccelli in grado di fare felici tutti gli appassionati di birdwatching.
Aull’isola si trova anche un centro di allevamento di tartarughe giganti, il Giant Tortoise sanctuary (le testuggini), animali che sono a rischio di estinzione.

L'isola è comunque un paradiso semplicemente per chi cerca una destinazione per le sue vacanze. Rimane infatti circondata da un ricco ambiente marino, compreso una barriera corallina e suggestive scogliere di granito. L’habitat dei coralli è perfetto, il reef cresce forte e sano e ci sono siti molto buoni per fare immersioni e snorkeling. L’unico appunto da fare che l’isola è interessata da correnti marine intense, cosa da considerare per chi si dedica agli sport acquatici sull’isola di Silhouette. Resta comunque la magia del paesaggio, con viste mozzafiato che nelle giornate più limpide si spingono fino alla visione in lontananza della costa settentrionale dell’isola di Mahé. Una curiosità: sull’isola si trovano anche delle tombe arabe, probabilmente di marinai di passaggio lungo la rotta tra penisola araba e costa Swahili. Si stima che possano essere vecchie di qualche secolo. E’ invece fore una legenda la storia che vede il tesoro del corsaro Jean-Francois Hodoul sepolto proprio l’isola di Silhouette.

Qual'è il periodo migliore per visitare l’isola di Silhouette?
Come per le altre isole dell’arcipelago delle Seychelles anche l'isola di Silhouette possiede un clima legato al flusso dei” trade winds” e cioè degli alisei che conferiscono una sorta di regime monsonico a tutto il comparto nord-occidentale dell’Oceano Indiano. Il monsone di nord-ovest è forse il migliore per chi vuole dedicarsi allo snorkeling: spira tra ottobre ed aprile e si tratta di un vento che porta elevate temperature ed anche umidità. Ciò significa anche qualche rovescio di troppo, ma in genere le piogge alle Seychelles sono intense ma brevi. Il vantaggio è avere meno vento, e quindi mare più calmo e limpido, adatto alle immersioni, e per contro avere dei tramonti spettacolari grazie all’umidità che filtra i raggi del sole ed incendiando i cieli all’alba e nel crepuscolo serale. Da maggio a settembre soffia il vento di sud-est, che porta una fase più secca ma anche correnti marine più intense, che vanno a scapito della limpidezza delle acque.

Per arrivare a Silhouette, conviene volare all’aeroporto internazionale di Mahè, e da qui trasferirsi in nave alla vicina isola di Silhouette. In alternativa è raccomandabile un trasferimento in elicottero, costoso ma con visioni spettacolari dell’isola dall’alto. L’isola non è poi troppo distante da altri paradisi come Praslin (poco più di 50 km), e ci sono parecchie escursioni organizzate per raggiungere luoghi mitici come Anse Georgette, Anse Lazio e Anse Source d’Argent. Silhouette possiede un Hotel molto celebre, è il Labriz Resort Silhouette una struttura a 5 stelle di grande classe, molto frequentata e con una bella spiaggia con il fronte della barriera corallina che si trova a 200 m al largo.
  •  
close