Cerca Hotel al miglior prezzo

Bahariya, tra le oasi del deserto egiziano

Bahariya, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

L'oasi di Bahariya si trova a sud-ovest del Cairo, raggiungibile con una strada asfaltata che collega altre oasi del deserto occidentale. Era una fiorente oasi nel passato che raggiunse cospicue dimensioni al tempo della dominazione romana.
Quasi dimenticata dal tursimo internazionale è improvvisamente salita alla ribalta per la scoperta, nel 1999, di una grande quantità di mummie presenti in una necropoli ancora tutta da studiare. La stima di oltre 10.000 mummie presenti nella necropoli hanno fatto battezzare il sito con il nome affascinante di "Valle delle Mummie d'oro".

Per arrivare all'Oasi di Bahariya si deve volare su il Cairo, e da qui utilizzare la strada n° 10 che da Giza si inoltra verso il deserto in direzione sud-ovest.
La strada si percorre per oltre 300 km di deserto, dapprima lungo un percorso piuttosto rettilineo, che tende a presentare qualche curva e panorami più variegati poco prima di raggiungere l'oasi di Bahariya.
In alternativa esiste una linea ferroviaria, che corre parallela alla strada che congiunge il Cairo con l'oasi.

Il periodo migliore per visitare il sito archeologico sono la primavera e l'autunno. Il cielo rimane sereno in tutte le 4 stagioni, la pioggia è un avvenimento raro da queste parti, ma l'ostacolo più grande per il turista è rappresentato dalla temperature.
In estate il caldo si fa torrido ed opprimente, in inverno di notte il freddo diventa davvero pungente. In primavera ed autunno invece le temperature risultano particolarmente gradecoli, anche se in queste stagioni può capitere di avere vento con qualche possibilità di temèeste di sabbia.

Cosa vedere a Bahariya?
Il centro più importante dell'oasi è El-Bawiti, un villaggio di circa 30.000 anime circondato dal verde delle palme e alberi da frutto.
Dal punto di vista storico il villaggio non offre molti monumenti, se non gli scavi della valle delle mummie d'oro, che però saranno resi visibili al loro termine. Nei dintorni si trovano i resti di un tempio dedicato ad Amon-Ra.
A nord nord-est di El-Bawiti si trovano delle sorgenti termali interessanti con il nome di Bir-el-Ghaba.

Bahariya è il punto d'ingresso ad alcuni tratti spettacolari di deserto del Sahara. Poco prima di raggiungere l'oasi successiva, Farafra, si trova il celebre Deserto Bianco, uno spettacolare insieme di pinnacoli di gesso bianco circondati dalle sabbie gialle del deserto.
Qualche chilometro prima si trova invece il deserto nero (black desert) dove tra le sabbie domina la presenza di rocce laviche che rendono il paesaggio decisamente scuro e affascinante.
Un bel panorama sul Bahariya si ammira dalla montagna degli inglesi, un piccolo altopiano posto a nord-est dell'oasi, mentre una altra montagna spettacolare è il monte di cristallo, caratterizzato da rocce cristalline di vari colori.

  •  

News più lette

close