Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Nakuru

Il lago Nakuru, safari nel cuore della Rift Valley

Pagina 1/2

La Rift Valley, formatasi a causa della deriva dei continenti e conseguente spaccatura della crosta terrestre iniziata all'incirca 50 milioni di anni fa - ma in Kenia ancora più di recente - è un gigantesco corridoio, di larghezza compresa tra i 30 e i 100 km, che si prolunga per circa 5.000 km adirittura dalla Siria, attraverso il mar Rosso fino al Mozambico, nel tentativo non ancora completamente riuscito di separare l'Asia e il corno d'Africa dal resto del continente africano.

In Kenya la valle taglia il paese con direzione nord-sud includendo la zona dei grandi laghi: Baringo, Bogoria, Elmenteita, Nakuru, Naivasha, Magadi e Turkana. Naivasha e Baringo sono classici laghi di acqua dolce, mentre gli altri sono laghi alcalini, cioè ricchi di carbonati, e dalle acque poco profonde. Il paesaggio conta poi decine di vulcani che con alterna attività vulcanica hanno plasmato la rifr valley. Pur essendo ora quasi tutti non attivi, i vulcani sono ancora perfettamente riconoscibili dagli enormi coni e nelle gigantesche caldere che trapuntano a perdita d'occhio tutto il panorama.

Il Lake Nakuru National Park, piccolo specchio d'acqua con acque alcaline fu dichiarato parco ornitologico nazionale nel 1961, ed è uno dei paradisi fotografici più interessanti al mondo dove si possono contemplare milioni di uccelli. Lo spettacolo di bird watching più ambito è però creato dall'incredibile numero di fenicotteri rosa che a centinaia di migliaia lentamente si muovono in tutte le direzioni, con i loro colli ricurvi per nutrirsi delle alghe e dei crostacei che ricoprono il fondo del bacino del lago.

Quando improvvisamente prendono tutti assieme il volo lo spettacolo è davvero maestoso, e il cielo in pochi istanti cambia di colore trasformandosi in un lenzuolo rosa, il tutto ritmato dal battere delle ali che tutte assieme simulano un applauso di compiacimento della stessa natura. Ma l'attrattiva del parco non è data solamente dai i fenicotteri: nella stagione secca il livello dell'acqua diventa più basso e conseguentemente il carbonato di sodio precipita sulle rive del lago creando una crosta bianca e lucente che dona un tocco di magia al paesaggio in un'atmosfera quasi surreale.

... Pagina 2/2 ... Il lago richiama anche molte specie di erbivori, come antilopi e gazzelle, ed inoltre si possono avvistare i rinoceronti, giraffe e bufali. Non mancano i carnivori come le iene ed alcuni clan di leoni, in genere stesi al sole lungo le praterie che circondano il lago.

Come arrivare al Lake Nakuru national Park? Nakuru è il nome di una popolosa città che dista solamente 4 chilometri dal lago. Quindi i trasporti sono bene organizzati e ci sono varie possibilità di tour organizzati. Vicino al parco esiste anche un piccolo areoporto dove poter atterrare si si sceglie di arrivare in aereo. Ci sono moltissime possibilità di pernottamento, con numerosi lodge dove poter riposare di notte, con il sottofondo dei ruggiti dei leoni e degli altri animali della savana.

La stagione secca al Lake Nakuru è rappresentata da due periodi distinti. C'è un periodo di relativa siccità tra i mesi di luglio e settembre, e piove poco anche in pieno inverno, tra dicembre e febbraio. In questi due periodi è quindi più basso il rischio delle punture di insetti come zanzare e mosche. Le temperature comunque sono in genere gradevoli, in virtù della quota, e perciò in genere le massime non superano di molto i 29-30 °C, anche se nella stagione delle piogge il tasso d'umidità può risultare fastidioso.


loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close