Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Blarney

Blarney, in Irlanda tra pietre magiche e castelli misteriosi

Pagina 1/2

Se un castello medievale non bastasse ad affascinarvi allora sappiate che a Blarney, villaggio nel sud dell’Irlanda a circa 8 km da Cork, c’è anche una celebre pietra dai poteri magici misteriosi, che aspetta i baci dei turisti più sognatori. Situata nella Contea di Cork, l’antica cittadina rappresenta la meta di vacanza più ambita della zona e sa unire, nel raggio di pochi chilometri, divertimento, arte, cultura, tradizione e buona cucina.

Una visita della cittadella può cominciare dal cuore: la Piazza, nella lingua locale “the Square”, non è altro che un ampio appezzamento erboso, che agli abitanti del luogo piace proprio così com’è. Nessuna proposta di miglioramento o abbellimento ha incontrato il favore dei cittadini, che evidentemente riconoscono nella verdeggiante piazza un simbolo irrinunciabile, rappresentativo della fertile Irlanda e della vecchia Blarney. Sede del mercato in epoca medievale, oggi fa le veci di un grande parco in cui ci si può rilassare, organizzando un picnic sull’erba o semplicemente sostando all’ombra degli alberi con un buon libro tra le mani.

Ma l’abitante più famoso di Blarney – quello che attira ogni anno ospiti da tutta Europa – è chiaramente il grande castello medievale. La maestosa roccaforte vanta un antenato: prima di quella attuale, infatti, sorgeva nella stessa posizione una costruzione simile del XIII secolo, distrutta nel 1446 e in seguito sostituita. A volere un nuovo maniero fu Dermont Mc Carthy, il Re del Munster, ma quello che si ammira oggi è in parte un rudere: per quanto imponente e affascinante, il castello di Blarney è parzialmente rovinato e in stato di abbandono, con qualche stanza e le armerie accessibili ai turisti. Il fatto che le torri siano fatiscenti, forse, contribuisce ancora di più alla magia della fortezza, che risulta più misteriosa.

Ma aldilà delle linee architettoniche incantevoli, del paesaggio verdeggiante che lo circonda, e del valore storico racchiuso tra le sue spesse mura, il castello è famoso e amato soprattutto per un oggetto molto particolare custodito dentro le sua mura. Si tratta della celebre Blarney Stone, ovvero la “Pietra di Blarney”, detta anche “Pietra dell’Eloquenza e della Persuasività”. Creata forse da una strega durante il medioevo, la pietra è protagonista di una leggenda che si tramanda da secoli, di generazione in generazione: tutto ebbe inizio con la risposta che Elisabetta I, Regina di Inghilterra, diede a Cormac Teige Mc Carthy quando questi, nel corso di un’occupazione del castello da parte dei soldati britannici, cercava in tutti i modi di addolcirla e trarla in inganno. Ma ancora oggi la pietra, se baciata così come Elisabetta I la baciò, regala “the Gift of the Gab”, ovvero il dono dell’eloquenza e la capacità di adulare. Secondo altre versioni della leggenda la magica pietra, custodita nella parte alta dell’edificio, sarebbe quella su cui sedevano i sovrani d’Irlanda durante la cerimonia di incoronazione. Certo è che la scena del bacio alla pietra magica è una delle più fotografate dai turisti che si recano qui in visita. Il rituale di baciare la Blarney Stone, secondo i proprietari del castello, è stato oramai eseguito da "milioni di persone ", tra cui pure uomini politici e statisti del mondo,giganti della letteratura mondiale e le leggende del grande schermo. Il bacio, però, non deve essere eseguito a caso. Per toccare la pietra con le labbra, il partecipante dovrà salire sulla cima del castello, poi sporgersi all'indietro sul bordo del parapetto. Questo è tradizionalmente realizzato con l'aiuto di un assistente: anche se il parapetto è ora dotato di guide in ferro battuto e traverse di protezione, il rituale può ancora scatenare attacchi di acrofobia, una paura estrema o irrazionale delle altezze... Proverete anche voi il rituale antico della Blarney Stone?

... Pagina 2/2 ...Nei dintorni del castello non finiscono le meraviglie, infatti la cornice del Blarney Castle è un tappeto magnifico di giardini e parchi estremamente curati: un intreccio affascinante di sentieri che pare non finire mai, accompagnando i visitatori tra conformazioni rocciose dalle forme bizzarre, aiuole variopinte o maestose piante secolari. Tra le rocce più belle ci sono “il circolo dei druidi”, la “caverna della strega” e i “gradini dei desideri”, che hanno stuzzicato la fantasia dei visitatori e hanno ispirato loro questi soprannomi. Inoltre, proprio accanto al castello, sorge una costruzione molto più giovane ma comunque interessante: è la Blarney House, eretta al centro del parco nella seconda metà dell’Ottocento, in perfetto stile baronale scozzese, aperta al pubblico.

Tra gli eventi che costellano il calendario di Blarney ci sono soprattutto festival musicali e appuntamenti divertenti, all’insegna delle tradizioni irlandesi e del buon cibo. Da non perdere il St. Patrick’s Day (17 marzo) con i suoi mercatini, gli spettacoli dal vivo e i giochi che coinvolgono i turisti, ma neppure il Music Festival di aprile.

Per raggiungere le atmosfere medievali di Blarney non è necessario tuffarsi tra le pagine di un libro di storia, o compiere un viaggio nel passato: il villaggio possiede una propria stazione ferroviaria che lo collega a Cork, e a Cork sorge anche il più vicino aeroporto. Da qui si possono prendere gli autobus numero 224 o 234 per arrivare a destinazione.

A Blarney il clima è abbastanza gradevole, tendenzialmente piovoso ma caratterizzato da temperature miti: le medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 2°C a una massima di 7°C, mentre in luglio e agosto si va dagli 11°C ai 19°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in gennaio, con una media di 16 giorni di maltempo sul totale.
close