Cerca Hotel al miglior prezzo

Wexford: la cittą e i suoi dintorni, le spiagge e il Festival dell'opera

Pagina 1/2

Capoluogo dell’omonima contea, la città di Wexford, Loch Garman in gaelico irlandese, è Heritage Town davvero degna di questo nome, grazie alle atmosfere tranquille ed alle interessanti presenze monumentali che ne caratterizzano il centro e l’area limitrofa. Dal punto di vista geografico, Wexford sorge lungo la costa sud-orientale del paese, nei pressi della foce del fiume Slaney, in una zona che, ad un litorale sabbioso molto suggestivo, unisce un entroterra ricco di attrattive di carattere naturalistico.

Sin dagli albori della storia irlandese quella che è oggi l’area del porto vide formarsi un insediamento gaelico ad opera dei Menapi, anche se il luogo cominciò ad avere una discreta importanza solo a partire dal IX secolo, quando una colonia vichinga si stabilì attorno alla foce dello Slaney fondando Waesfjord. Il villaggio, divenuto nel frattempo capoluogo di contea, fu conquistato dai Normanni nel 1169, lo stesso anno in cui presso Selskar Abbey fu firmato il primo storico trattato anglo-irlandese. Nei secoli a venire l’abbazia vide susseguirsi tanti altri accadimenti molto importanti per la storia nazionale, come ad esempio il matrimonio della figlia di Strongbow nel 1175 o il massacro di Cromwell che, nel 1649, distrusse l’edifico uccidendo anche duecento cittadini.

La strada principale di Wexford è Main Street, una via lunga e pittoresca, caratterizzata dalla presenza di una lunga serie di botteghe che costeggiano il mare a un isolato di distanza. Il tessuto viario cambia asse all’altezza del Bull Ring, la piazzetta dove nel 1621 prese sede l’arte dei macellai con le sue fiere bovine. Nelle vicinanze un monumento ricorda l’insurrezione indipendentista del 1798, mentre a monte del Bull Ring si trovava un’altra zona medievale di mercato: Corn Market. Poco più in alto ancora vi è la chiesa della Immaculate Conception, conclusa in tempo di carestia nel 1858. A breve distanza si raggiungono, seguendo verso nord un tratto riconoscibile delle mura medievali, le rovine della Selskar Abbey, a sua volta poco lontana dalla Westgate Tower, una struttura di origini duecentesche unica superstite della cinta urbana. Radicalmente ristrutturata, la fortificazione è ora allestita a Heritage Centre, esposizione storica corredata da un audiovisivo.

Circa 4 chilometri a nord lungo la R741 si raggiunge la Wexford Wildfowl Reserve, uno dei luoghi più conosciuti e più amati dai birdwatcher di tutto il paese, dato che qui si trovano numerose postazioni ideali per osservare durante tutto l’anno una ricca avifauna. In particolare, il periodo da ottobre ad aprile è quello propizio per l’avvistamento di anatidi, cigni e trampolieri che vi svernano in grande numero. La prima tappa nel corso della visita al parco non può che essere il Visitor Centre, che espone materiale didattico e fornisce informazioni su modi e luoghi dell’osservazione.

Uscendo dal centro in direzione di Rosslare, imboccando a destra la prima strada secondaria dopo la R733 per circa 6 chilometri, si raggiunge il Johnstown Castle, un fantasioso maniero bizzarramente neogotico, pur essendo stato quasi interamente costruito nell’Ottocento, circondato da un bellissimo parco di 20 ettari che costituisce il principale richiamo del luogo, dato che l’interno del castello è chiuso al pubblico. Immerso nel verde, negli edifici un tempo destinati alla servitù, si trova un museo sull’agricoltura irlandese dal nome di Irish Agricultural Museum, all’interno del quale sono esposti antichi attrezzi, mobili di campagna e vestiti di ogni genere. La sezione dedicata alla cosiddetta The Famine, ovvero la “Grande Carestia”, ha carattere più tecnico-scientifico che evocativo della spaventosa tragedia che decimò le campagne irlandesi negli anni ’40 dell’Ottocento. 19 chilometri a sud-est di Wexford lungo la N25 si raggiunge Rosslare, il cui porto è una delle principali porte d’Irlanda, in quanto vi giungono i traghetti provenienti dalle gallesi Pembroke e Fishguard e dalle francesi le Havree, Cherbourg e Roscoff.
... Pagina 2/2 ...
All'estremità sud-occidentale della contea di Wexford merita una visita i celebri giardini di Kilmokea Gardens, costruiti nell'immediato dopoguerra. Si estendono su di una superficie di 3 ettari e sono suddivisi in due parti ben distinte: il giardino inferiore (Lower Garden) offre una ampia selezione di alberi ed arbusti piuttosto rari. La Loggia Italiana è invece un tripudio di fiori, con un suolo acido che rappresenta l'ideale per la coltivazione di rododendri, camelie ed abbondanze di iris e rose. Uno spettacolo assoluto per chi ama fotografare i giardini e i colori dei fiori.

Per quanto riguarda gli eventi che si tengono ogni anno a Wexford, un appuntamento quasi imperdibile per i melomani irlandesi è il celebre Wexford Opera Festival, che si tiene ogni anno dal lontano 1951 in ottobre.

Grazie all’influenza mitigatrice esercitata dal mare, il clima di Wexford non presenta una grande escursione termica tra estate e inverno, risultando generalmente temperato con una temperatura media annuale intorno ai 12/13 gradi. L’estate è la stagione migliore nella quale visitare la cittadina ed il suo litorale che, essendo riparato dal vento e dalle correnti marine più forti, è l’ideale per rilassarsi e, per i più calorosi, anche per qualche tuffo nelle fredde acque dell’oceano. Come d’altronde nel resto d’Irlanda, anche a Wexford la pioggia è un fenomeno particolarmente frequente e fastidioso.

L’aeroporto più vicino al centro è il piccolo Castlebridge Airport, servito esclusivamente da voli di carattere nazionale. Ben più importante e trafficato è il Dublin International Airport, situato 140 chilometri a nord e servito anche da numerose compagnie low cost. Una volta a Wexford, per spostamenti a medio-lungo raggio si può prenotare un autobus, la cui stazione si trova lungo Redmond Rd, o in alternativa noleggiare un’automobile, mentre per muoversi nella zona un mezzo molto suggestivo è la moto.
loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close