Cerca Hotel al miglior prezzo

Manziana (Lazio): la Caldara e la cittadina vicino al Lago di Bracciano

Manziana, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Manziana dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Manziana trova la sua ragion d’essere in un territorio morfologicamente particolare, appartenente al Lazio più ibrido e naturalisticamente ricco di attrattive. Il paese si presenta piuttosto raccolto come macchia di case sulle propaggini settentrionali del vulcano Sabatino, antica bocca che collassando ha originato quella perla d’acqua ch’è il Lago di Bracciano.

Storia

Un po’ per le sue particolarità e un po’ per il clima straordinariamente mite, l’intera area era considerata sacra dagli Etruschi prima che sorgesse in pieno Medioevo il borgo fortificato di Castrum Sanctae Pupae, al centro delle lotte di dominio che interessarono alcune potenti famiglie, i Prefetti di Vico, gli Orsini e gli Anguillara.

Dopo un lungo periodo di decadenza e spopolamento, l’abitato andò per così dire risorgendo sotto il nome di Manziana, derivato dalla Silva Mantiana, l’attuale Bosco Macchia Grande che occupa una superficie complessiva di 580 ettari, posto a sud-ovest del centro urbano e ritenuto sito di interesse comunitario del Lazio per la preponderante biodiversità e le numerose specie di arbusti, castagni, betulle e soprattutto cerri.

La Caldara di Manziana

Procedendo verso sud per poco più di un chilometro ci si ritrova immersi nella meraviglia del Monumento naturale Caldara di Manziana, a sua volta inscritto nel Parco naturale di Bracciano. Paludi, boschetti e torbiere contraddistinguono questa zona ampiamente battuta dagli escursionisti e perciò assai seducente agli occhi del turista desideroso di scoprire la bellezza di un insieme armonico di luoghi selvaggi o quasi, che contemplano inoltre la presenza di testimonianze archeologiche e costrutti antichi identificabili con il Poggiaccio, il Casale delle Pietrische, la Tomba del Pero e, infine, la Tomba della Torara.

Cosa vedere a Manziana

Nel centro storico è ubicata la Chiesa di San Giovanni Battista che, affacciata su Piazza Tittoni, concede una vista stupenda sul lago di Bracciano. Risalente al ‘500 e di concezione architettonica fiorentina, possiede un’aula interna obiettivamente bella e intensamente decorata al punto da essere quasi rapiti dai suoi dipinti, dalle icone sacre e dall’altare sovrastato dalla statua lignea di San Giovanni Battista, simulacro di fattura ottocentesca che viene regolarmente condotto in processione, così da essere ammirato dalla popolazione, abituata normalmente a vederlo rinchiuso in una teca in vetro.

Al di fuori dell’edificio ecclesiale rimane da vedere solamente una grande essenzialità che rende Manziana un paese di eccedente tranquillità, talvolta in grado di stranire per quanto si mostri minimale, semplice e composto.

Eventi, sagre e manifestazioni

Alcuni eventi scuotono la quotidianità, a partire dalla religiosa Festa di San Giovanni Battista, anticipata dalla Sagra della Cornuta a giugno, cui segue la Sagra dei Lombrichi, dedicata a un tipo di pasta che per la sua forma allungata ricorda l’animaletto di terra. Classicissima la Sagra della Castagna, l’appuntamento tradizionale dell’autunno.

Come arrivare a Manziana

Arrivando da Roma in auto, occorre prendere la Via Flaminia e percorrerla fino alla SS 1, continuare sull’A 90 in direzione Viterbo, uscire a Cesano e seguire le indicazioni per il lago di Bracciano e i paesi del circondario, tra cui Manziana; la stazione di Manziana-Canale Monterano si trova sulla linea ferroviaria Roma – Capranica – Viterbo; il paese è altresì raggiungibile con i bus del servizio Cotral; l’aeroporto "Leonardo da Vinci" di Roma Fiumicino è quello di riferimento.

  •  

News più lette