Cerca Hotel al miglior prezzo

Empoli (Toscana): visita alla cittą in provincia di Firenze

Empoli, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Empoli dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

L'antica «Emporium» (o «Empolis» o «Imporis»), forse insediamento ligure, sorgeva, all'incirca trecento anni prima di Cristo, dove c'è ora Empoli Vecchio; ossia a poca distanza dalla città odierna che, dopo un periodo romano, si sviluppò, probabilmente nel V secolo, intorno alla Pieve.

Feudo dei Conti Guidi, poi fedele a Firenze, nel 1260 ospitò il «parlamento ghibellino» in cui Farinata degli Uberti, come ricorda Dante nel X Canto dell'Inferno, salvò Firenze. Soffrì per invasioni e vicendebelliche, cmpresa la seconda guerra mondiale. E patria del famoso compositore e pianista Ferruccio Busoni (1866-1924).

Cosa vedere ad Empoli

Il centro storico di questa capitale del vetro e dell'abbigliamento è piazza Farinata degli Uberti, circondata da portici e abbellita da una fontana dei primi dell'Ottocento. Sulla piazza si affacciano gli edifici più importanti.

Ad esempio troviamo la Collegiata di Sant' Andrea. Iniziata forse nel V secolo, ampliata nel 1093 e ornata di una bellissima facciata di marmi bianchi e verdi (soltanto la parte inferiore è originale), ristrutturata nel 1700 e infine ricostruita nel dopoguerra; nell'interno notevoli opere d'arte.

Da visitare anche il Museo della Collegiata. Fondato nel 1859 e via via arricchito da lasciti e acquisti, è uno dei più prestigiosi della provincia per le opere di Bicci di Lorenzo, del Rossellino, del Pontormo, di Tino da Camaino, di Mino da Fiesole, di Masolino da Panicale e diversi altri. Nel Battistero un Fonte battesimale dalle caratteristiche donatelliane. Molto bello anche il Chiostro.

Merita una visita il Palazzo Ghibellino, nel quale avvenne nel 1260 il «parlamento». L'edificio fu rifatto nel 1600 ed ha un cortile architettonicamente assai pregevole. Il Palazzo pretorio, già sede comunale e vicariale, conserva invece dell'antica bellezza soltanto il portone ligneo chiodato che risale al 1497.Nel Palazzo pretorio trovate una mostra permanente di conchiglie, minerali e fossili dell'era pliocenica.

Da non perdere la Chiesa di Santo Stefano degli Agostiniani, costruita verso la metà del 1300, a tre navate. Un tempo era affrescata da due grandi maestri, e cioè lo Starnina (1354-1413) e Masolino da Panicale (1354-1413): purtroppo i dipinti vennero rovinati nel 1700, e ne restano soltanto alcuni frammenti, tra i quali la mirabile « Lunetta)} di Masolino. Altri luoghi da visitare sono Il Museo «Casa di Ferruccio Busoni»; la Galleria d'arte moderna; l'Archivio storico comunale e l'Archivio della prepositura.

Eventi, sagre e manifestazioni

Uno dei momenti migliori per visitare la città è in occasione dell'Estate empolese; in luglio e agosto, a cura dell'Amministrazione comunale e dei Consigli di zona, si svolgono spettacoli in piazza con proiezioni di film e animazioni teatrali. In particolare ogni anno, in luglio, si svolge festa del teatro.

Giochiamo al Carnevale. La popolare festa viene animata con carri allegorici e la partecipazione dei ragazzi di tutte le scuole. Il volo del ciuco. È la rievocazione di un singolare avvenimento che anticamente, e fino al 1860, consisteva nel far «volare» un asino legato con una fune dalla cima del campanile fino in piazza. Il «volo» celebrava, a quanto pare, una vittoria di Empoli su San Miniato al Tedesco.

Empoli offre una discreta stagione teatrale invernale che si svolge da novembre a febbraio al Teatro Shalom, mentre le Giornate busoniane sono serie di concerti a cura del Centro studi musicali «Ferruccio Busoni», che si svolgono in ottobre e novembre.

Da non perdere la Festa patronale di Sant' Andrea che si celebra il 30 novembre, mentre in primavera si svolge la Festa della «stagione bona», più precesimente a Ponzano, con sfilate in costume e degustazione di cibi e vini locali. Da comprare ed assaggiare: Vetri artistici e decorati, mobili, calzature, maglierie e indumenti; olio, vino e dolci della zona; in stagione, i famosi carciofi.

I dintorni di Empoli

Nei pressi di Empoli: Vinci, patria del grande Leonardo, che viene celebrato ogni anno in aprile con manifestazioni culturali; nel Castello, il Museo Leonardiano con modelli di macchine e biblioteca; ad Anchiano, probabile casa natale di Leonardo.

A Fucecchio trovate la bella Collegiata, la chiesa di San Salvatore con il convento delle Clarisse, un pregevole museo ed i resti del castello Corsini. A San Miniato al Tedesco trovate la famosa Rocca di Federico II, bellissime chiese (Duomo, San Francesco, San Domenico) ed eleganti palazzi.

  •  

 Pubblicato da - 25 Agosto 2020 - © Riproduzione vietata

News più lette

01 Dicembre 2020 Il percorso dell'estuario Nantes - Saint-Nazaire: ...

60 chilometri, questa la distanza che separa Nantes da Saint-Nazaire sull’estuario ...

NOVITA' close