Cerca Hotel al miglior prezzo

Bisceglie (Puglia), soggiorno tra mare e storia

Pagina 1/2

Come una pepita portata dalle onde e trattenuta sulla costa, Bisceglie se ne sta incastonata in un’insenatura del basso litorale adriatico, nella provincia pugliese di Barletta-Andria-Trani. Collocata a 16 metri sopra la superficie del mare, popolata da più di 54 mila anime, la cittadina conserva i tratti tipici dei borghi marinari di un tempo, legata ai ritmi del Mediterraneo e della terra che l’accoglie. Nel porto peschereccio gremito di barche luccicano le squame del pesce fresco, tra le reti scure appoggiate sul molo; nella parte più interna, invece, l’abitato sfuma in una campagna generosa, che regala alle genti locali ortaggi prelibati e frutti succosi, pronti a prender parte alle ricette tipiche più gustose.

Il verde argentato degli ulivi, il candore delicato dei mandorli in fiore, i vigneti brillanti d’uva e gli orti dai profumi diversi tappezzano la zona circostante, alternandosi ai siti di grande interesse naturalistico. Tra le località preferite dagli amanti della vita all’aria aperta c’è la zona Pantano-Ripalta, tra i comuni di Bisceglie e Molfetta, riconosciuta ufficialmente per il grande interesse naturalistico e turistico. Chi non si accontenta del sole e del mare troverà a Bisceglie una grande varietà di testimonianze storico-artistiche preziose, impazienti di raccontare le tradizioni e le vicende locali di un tempo. Tra gli edifici civili vale la pena di vedere il castello Svevo, un imponente maniero voluto dall’imperatore Federico II, aggiunto probabilmente nel 1200 al fianco della già esistente Torre Normanna.

Tra le numerose chiese che costellano il centro non si può trascurare la Cattedrale, edificata tra il 1073 e il 1295, in stile romanico pugliese. La facciata ha subito modificazioni successive, quando sono state aggiunte tre finestre dalle linee barocche. Al di sopra dell’ingresso, in posizione centrale, fa bella mostra di sé uno splendido baldacchino, mentre all’interno dell’edificio si possono ammirare gli stalli intagliati del coro restaurati nel Settecento. Un’altra chiesa di notevole interesse è quella di Santa Margherita, realizzata in stile romanico nel 1197, sormontata da una grande cupola centrale e custode, lungo i lati, dei sepolcri della famiglia Falconi che ne finanziarono la costruzione. Si trattava originariamente di una piccola chiesa collocata al di fuori della cinta muraria, nei campi appartenuti alla nobile famiglia, utilizzata come luogo di preghiera dagli abitanti del borgo nascente. Conservatasi intatta nel corso dei secoli, la chiesa è uno dei pochi esemplari di puro romanico pugliese.

Da vedere anche la Chiesa di San Adoeno, fondata nel 1074 con la collaborazione dei normanni e dei casalini di Cirignano, Pacciano e Zappino, profondamente modificata col passare del tempo. Della struttura originaria si sono mantenuti intatti soltanto il rosone e la facciata, mentre all’interno si possono ammirare splendide raffigurazioni di animali e del santo protettore dei normanni.

... Pagina 2/2 ...Aldilà degli edifici di culto ci sono a Bisceglie numerose residenze signorili di pregio. Tra queste spicca Palazzo Tupputi, costruito nel XVI secolo per la famiglia Frisari ma ceduto ai Tupputi all’inizio del Settecento, quando venne modificato e impreziosito con i balconi in ferro battuto che si trovano al primo piano. L’edificio custodisce gelosamente una serie di belle colonne in granito numidico, un tempo appartenute a un tempio di Giovinazzo, mentre le pareti esterne sono in bugnato a punta di diamante.

Alle meraviglie architettoniche e artistiche del centro si aggiungono, lungo la costa, le spiagge accoglienti di Bisceglie. Amate e frequentatissime sia dagli abitanti dei paesi limitrofi che da turisti di tutta Italia, le spiagge si tuffano in un’acqua eccezionalmente limpida, insignita nel 2001 dall’importante riconoscimento della Bandiera Blu. Anche qui, come nell’entroterra, i muretti a secco tipici dell’ambiente pugliese rendono il paesaggio pittoresco: una natura incontaminata, punteggiata di ulivi e illuminata dal blu del mare, accoglie strutture balneari moderne e locali vivaci, pronti a soddisfare ogni esigenza di relax e divertimento.

Se si visita Bisceglie nei periodi giusti, si può avere la fortuna di partecipare a una delle tante manifestazioni e festività che si susseguono nel corso dei mesi, radicate nella forte tradizione religiosa locale. Tra gli eventi più importanti ci sono, ad esempio, i festeggiamenti del periodo pasquale: il venerdì mattina che precede la domenica di Pasqua, nei pressi della Chiesa di San Lorenzo, le statue della Madonna dell’Addolorata e di Gesù in croce si incontrano per l’ultima volta prima che il Cristo si avvii al Calvario. Per raggiungere Bisceglie si possono valutare diverse possibilità. L’aeroporto più vicino è quello di Bari Palese, a circa 30 km, da cui si raggiunge facilmente la città tramite la SS16 bis. Per chi preferisce il treno c’è la stazione ferroviaria di Bisceglie lungo la linea Otranto-Bologna, mentre chi viaggia in auto e viene da nord deve imboccare la A14, uscire a Trani e seguire le indicazioni stradali fino a destinazione. Chi viene da sud, sempre dall’autostrada A14, dovrà invece uscire al casello di Molfetta.

Se la stagione scelta per la propria vacanza è l’estate, non ci sarà bisogno di mettere molto in valigia: basteranno degli abiti leggeri, grazie a un clima mediterraneo piacevole per tutto l’anno, caratterizzato da cieli limpidi e temperature miti. I valori medi, infatti, in gennaio vanno da una minima di 5°C a una massima di 12°C, mentre in luglio variano tra i 19°C e i 28°C. Le precipitazioni, scarse in estate, si concentrano soprattutto in autunno e inverno, quando si aggirano intorno ai 60 mm di pioggia mensili.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close