Cerca Hotel al miglior prezzo

Capua (Campania): la storia e la visita alla cittą

Capua, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Città dal glorioso passato, Capua si presenta come uno dei centri più interessanti dal punto di vista storico e culturale dell'intera Campania. Adagiata su un'ansa del fiume Volturno, la città si trova nel cuore del Casertano e ne rappresenta una delle punte di diamante.

L'antica città di Capua, oggi indicata come Capua arcaica, vede le sue prime origini nel IX secolo a.C., nel luogo in cui ora sorge il comune di Santa Maria Capua Vetere. Questa antica Capua aveva un'importanza fondamentale nella configurazione geopolitica dell'Italia antica in quanto era uno dei suoi più grandi centri.

Fondata dagli Etruschi, questa gloriosa città sulla via Appia visse un periodo di grande splendore, durato diversi secoli, fino alla distruzione e al saccheggio da parte dei Saraceni, avvenuto nell'IX secolo e a seguito del quale la popolazione si trasferì a Casilinum, fondando la moderna Capua che divenne capitale dell'omonimo Principato. L'espansione di Capua continuò e aumentò in modo esponenziale arrivando a controllare i territori dell'Italia longobarda meridionale, specialmente sotto i Normanni, periodo inoltre piuttosto importante dal punto di vista urbanistico della città, in quanto vi sorsero numerosi nuovi elementi quali la cinta muraria, due torri di difesa e un arco di trionfo.

La storia della città, però, era destinata a mutare radicalmente nel 1501, a causa del terribile Sacco di Capua a opera di Cesare Borgia e degli alleati francesi, terribile fatto che portò un drastico ridimensionamento del potere della città. Capua entrò poi a far parte del napoleonico Regno di Napoli e, durante il periodo dell'Unità d'Italia, fu sede di pesanti scontri e assedi.

Oggi Capua è una splendida cittadina, con una grande e maestosa storia incisa sui suoi monumenti, sui suoi palazzi e sulle sue chiese. Ogni zona, ogni rione ha la sua storia e i poli di attrazione turistica sono molteplici. Anche solo passeggiando nel bellissimo centro storico, si nota lo splendore di monumenti ed edifici non solo di epoca medievale ma anche di età romana, la cui principale testimonianza è senza dubbio il Ponte Romano sul Volturno.

Passando invece all'architettura medievale, come non citare ad esempio il Castello delle Pietre, fondato dai Normanni nel XII secolo e che divenne sede del Principato Normanno; Porta Napoli, costruita nel XVI secolo e dedicata a Filippo II, e ancora il bellissimo Palazzo Fieramosca di origine duecentesca e Palazzo Rinaldi-Campanino, edificato nel XV secolo in stile tardo gotico catalano e pre-rinascimentale.

Capua è anche ricca di splendide chiese che, per quanto abbiano subito danni o siano state comunque ricostruite nel corso del tempo, rappresentano comunque elementi di grande pregio artistico per la città. Il Duomo, per esempio, fu edificato nell'856 ma venne poi ristrutturato e rivisto più volte. Oggi ospita, tra le altre cose, la Cappella del Corpo di Cristo in cui è contenuto il museo diocesano, nel quale sono conservate diverse opere scultoree e pittoriche. Altre splendide chiese sono: la Chiesa ed ex Convento dell'Annunziata, ricostruita nel 1538, la Chiesa di Montevergine, ex monastero benedettino, e la Chiesa gotica di Santa Caterina, oltre a numerosissime chiese minori che valgono senza dubbio un'attenta visita.

Particolarmente interessante, qui a Capua, è il periodo del Carnevale, una delle manifestazioni sicuramente più sentite da queste parti. Questa suggestiva manifestazione fu creata nella seconda metà dell'800 per unire il Carnevale dei signori a quello del popolo. Vi fu, per l'occasione, una grande mascherata e dall'epoca il Carnevale ha mantenuto rigorosamente le antiche tradizioni diventando un vero e proprio rituale, il cui inizio non può che essere la consegna delle chiavi della città da parte del Sindaco al Re Carnevale che, da tradizione, elenca con ironia le malefatte dei pubblici amministratori e dei potenti. Non mancano ovviamente altri tipi di intrattenimento come appunto le mascherate e la sfilata dei carri allegorici. Una città, Capua, che è ricca di bellezza e di storia antica, così come di tradizioni suggestive davvero da non perdere.

Per raggiungere la località in auto, è necessario percorrere la A1 Napoli-Roma e uscire a Capua. Per chi arriva invece in aereo, l'aeroporto più vicino è quello di Napoli, dal quale Capua è raggiungibile comodamente in autobus o in treno.
  •  

 Pubblicato da - 23 Dicembre 2015 - © Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close