Cerca Hotel al miglior prezzo

Castelo Novo visita alla cittą e alla vicina localitą di Alpedrinha

Pagina 1/2

Inserita nel superbo anfiteatro formato dalla Serra da Gardunha, Castelo Novo sorprende per le belle case signorili un tempo appartenenti alle famiglie nobili della regione.

Al suo castello, edificato nel XII secolo e che durante il terremoto del 1755 fu gravemente danneggiato, fu dato il nome di “novo” (nuovo), poiché nelle immediate vicinanze ne esisteva un altro che fu abbandonato, perché il luogo in cui sorgeva non offriva condizione adatte per la difesa. Questo spiega il perché al borgo sia stato dato il nome di Castelo Novo.

Al Largo da Bica, l’edificio medievale dei Paços do Concelho offre alla vista diverse note curiose, in particolare una fontana barocca (XVIII secolo) addossata a una facciata di granito e sovrastata dalle arme del re D. João V, elementi che hanno introdotto una nota dissonante nella semplicità medievale dell’edificio.

Dietro, come una sentinella protettiva e attenta, l’antica torre di guardia del castello, spogliata delle sue funzioni belliche, indica le ore alla popolazione del borgo. Della vita di comunità di un tempo sussiste la Lagariça, enorme lucertola intagliata nella roccia dove per secoli gli abitanti del villaggio hanno pigiato l’uva.

Vicinissima a Castelo Novo merita una visita la bella cittadina di Alpedrinha. I romani la chiamavano Petratinia e forse con loro è andata perduta la soluzione di un mistero, un tunnel che inizia in una delle strade di Alpedrinha per finire non si sa dove, dato che se si decidesse di scavare si metterebbero in pericolo le fondamenta delle case.
... Pagina 2/2 ...
Nonostante le devastazioni subite durante le invasioni napoleoniche, nelle sue stradine pittoresche, tra giardini e frutteti, Alpedrinha conserva antichi esempi di architettura nobile e popolare. Le case popolari dai balconi di legno, decorati da vasi di pescatrici di sarde e scalette coperte da tettoie, la grande Fontana Reale (chafariz real), barocca, che ricorda D. João V, l’armoniosa chiesa della Misericórdia, la facciata palatina della Casa da Comenda, di antichissima fondazione, la Capela do Leão, di cui si attribuisce la decorazione del portico a Nicolas de Chanterenne, e altri esempi di edifici del XVII e XVIII secolo, sono tutti spunti di grande fascino per chi sceglie di visitare questa cittadina.
Foto wikipedia, cortesia:Sacavem

Fonte: Ufficio turistico del Portogallo
Visita Visitportugal.com
 



loading...
24 Febbraio 2017 La Giostra di Castello del Matese

Da più di 20 anni, il primo fine settimana d'agosto, si svolge ...

NOVITA' close