Cerca Hotel al miglior prezzo

Bukowina Tatrzańska (Polonia): sci e terme tra le montagne

Bukowina Tatrzanska, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

All’estremo sud della Polonia si posiziona Bukowina Tatrzańska, realtà comunale che entro i confini del distretto di Tatra contava fino al 2004 all’incirca 12.000 abitanti, popolazione ingente che poi si è ridotta scendendo a 2.700 unità. Non chiamatela dunque cittadina, in quanto il carattere rurale non si è mai perso, anzi viene rivendicato ogni qual volta si provi a confondere il paese con una meta turistica. Forse lo è e forse no, sta di fatto che Bukowina Tatrzańska ha scelto una vita piuttosto appartata pur non essendo affatto refrattario al progresso.

Le Terme di Bukowina Tatrzańska

A testimonianza di ciò, ecco sorgere l’avveniristico complesso termale creato appena qualche anno fa per richiamare visitatori e allettarli con una proposta che conta 12 piscine (6 esterne e altrettante interne), idromassaggi, saune, una grotta di sale, spa e centro benessere. Ci si può trascorrere una giornata intera poiché non mancano bar e ristoranti dove assaporare la gastronomia e cucina locali, magari prima di decidere di compiere escursioni lungo i tanti itinerari che scandiscono un’area a forte prevalenza montuosa.

Sci e cosa fare a Bukowina Tatrzańska

Non solo terme comunque, ma un ventaglio cospicuo di offerte che veramente sono in grado di soddisfare i gusti più sfaccettati e le esigenze incalzanti. A quota 1.000 metri sorge il Roztoka, un resort con impianti di risalita inclusi e una splendida vista sui Tatra, circondato da locali, strutture ricettive e persino un maneggio situato a poca distanza. Alcune baite sono attrezzate alla perfezione per ospitare fino a 4 persone, altre sono suddivise in camere ad affitto fisso dal comfort ineguagliabile, con dotazione completa che annovera bagno privato, tv e connessione internet. Esistono poi i servizi alberghieri Redyk che puntano sì alla rusticità ma anche all’eleganza di un vero hotel stellato. Di più basso profilo ma ugualmente belle sono le case vacanze con angolo cottura per tutta la famiglia e ville isolate per il più totale relax.

La matrice storica di Bukowina Tatrzańska permane antica e lo si vede da numerose fattorie che resistono dal 1795 mantenendo alti standard di produttività agricola. Questo villaggio polacco ha sempre vissuto della rendita delle proprie terre e si pensi che la prima scuola e la prima chiesa videro la luce solo all’inizio del Novecento. L’espansione dell’abitato si interruppe con l’imperversare furibondo della Seconda Guerra Mondiale, per poi riprendere alla fine del conflitto e divenire pressoché inarrestabile per garantire servizi di ogni tipo indirizzati ai turisti europei ma anche di oltreoceano: il legame del nucleo urbano con le montagne circostanti è stato consolidato, lo dimostra la presenza fitta di piste, impianti sciistici e strutture che agevolano il turismo 365 giorni l’anno sfruttando ogni stagione.

Ne evinciamo che il rapporto con la montagna e le sue risorse paesaggistiche è per Bukowina Tatrzańska semplicemente fondamentale, come lo è il suo propendere verso la tranquillità e la pace che permea un luogo poetico dalle ampie sfumature romantiche.

Come arrivare

Innanzitutto occorre arrivare all’Aeroporto Internazionale di Cracovia – Balice “Giovanni Paolo II” e poi raggiungere in autobus il villaggio; stessa cosa per il treno, che ferma nella stazione della Capitale polacca, collegata da varie autolinee alle diverse località.

  •  

News più lette