Cerca Hotel al miglior prezzo

Clima della Lettonia, temperature stagionali e il periodo migliore per visitarla

Pagina 1/2

La Lettonia è un Paese Baltico di poco più di due milioni di abitanti, concentrati prevalentemente nella capitale, Riga, dove vivono oltre 700 mila persone. Il Paese si estende su una superficie di 64.589 km², appena inferiore all'estensione della Lituania, con cui confina a sud. A nord confina con l'Estonia, a est con la Russia, a sud/est con la Bielorussia e a ovest con il Mar Baltico, che ne bagna le coste per 531km, compreso il Golfo di Riga. Le spiagge sono sabbiose, e il mare ghiaccia ogni anno proprio nel Golfo di Riga mentre rimane accessibile alle navi più a ovest, sul mar Baltico, dove i porti di Liepaja e Ventspils funzionano sempre senza problemi.

La Lettonia è quasi completamente pianeggiante: il 98% del Paese è situato a un'altitudine inferiore ai 200 metri sul livello del mare. Le colline sono comunque molto dolci, e solo una, la Gaizina kalns, supera i 300 metri di altitudine raggiungendo i 331 metri che sono il punto più alto della Lettonia.

Nel Paese ci sono circa 12.000 corsi d'acqua, ma solo 17 superano i 100km di lunghezza. I laghi sono circa 3.000, tutti di dimensioni modeste. Il 42% del territorio è coperto da foreste mentre il 10% è fatto da paludi e aree umide.

Il clima della Lettonia, come quello degli altri Paesi Baltici, è freddo e mediamente piovoso. Non è vario, in quanto il territorio è omogeneo e non ci sono molte differenze tra una zona e l'altra: l'unico elemento che dà varietà al clima del Paese è la presenza del mare nelle zone occidentali e nord/occidentali che vengono un pò mitigate, mentre nelle aree interne l'andamento termico è più continentale.

A Riga, la capitale, cadono circa 600mm di pioggia l'anno con 180 giorni di pioggia medi, 44 di nebbia e solo 72 di sole. Per circa 80 giorni all'anno, inoltre, c'è la neve.
... Pagina 2/2 ...I mesi più freddi sono gennaio e febbraio, con una media di -6°C nelle minime e di -2°C nelle massime. I mesi più caldi sono invece luglio e agosto, con una media di +13°C nelle minime e di +20/+21°C nelle massime.

Nel resto del Paese, le precipitazioni variano dai 500mm delle zone più secche agli 800mm delle più piovose. Le precipitazioni sono mediamente distribuite in tutto l'arco dell'anno, anche se si concentrano prevalentemente in estate. Le temperature hanno una caratteristica tipicamente continentale nelle zone interne, più temperate lungo la costa. La città di Liepaja, infatti, affacciata sul mar Baltico, ha una media di -2,8°C nei mesi invernali e di +16,7°C nei mesi estivi. A Daugavpils, invece, nella pianura sud/orientale della Lettonia, la media dei mesi invernali è di -6,6°C e quella dei mesi estivi è di +17,6°C, perchè com'è tipico delle zone interne e continentali fa più freddo d'inverno e più caldo d'estate, quando le temperature possono arrivare a raggiungere i +30°C, anche se solo nei giorni più caldi.

La latitudine molto settentrionale della Lettonia fa variare le ore dalle 6/7 di dicembre alle 17/18 ore di giugno. I mesi migliori per un viaggio in Lettonia sono quelli tra maggio e settembre.

L’ambiente naturale del Paese offre ospitalità ad un’assortita fauna con cicogne nere, aquile, lontre, castori, linci e volpi. Il periodo migliore per visitare la Lettonia è senza dubbio quello estivo, anche se sono frequenti le precipitazioni, ma le temperature sono tiepide (specie nelle ore diurne) rispetto al freddo delle altre stagioni. Dopotutto, si tratta di valori termici che per il clima Mediterraneo dell'Italia sarebbero primaverili, quindi vi consigliamo comunque di portare in valigia anche abiti pesanti e impermeabili.
close