Cerca Hotel al miglior prezzo

Capodistria (Koper): vacanza nella cittą costiera della Slovenia

Pagina 1/2

Situata ad appena una ventina di chilometri da Trieste, Capodistria (Koper) è una città che vanta un patrimonio artistico e storico particolarmente pregiato. Si trova nella breve striscia di territorio sloveno che ha accesso al Mare Adriatico, e con una popolazione di 25.000 abitanti è senz'altro il centro più importante del sud-ovest della Slovenia, oltre che ad essere il più importante porto della nazione.

Vista da satellite Capodistria rivela la sua antica origine: la città è chiaramente un'antica isola, abitata giù nell'antichità ed ora completamente urbanizzata, circondata da pianure coltivate ma e che un tempo dovevano essere saline e paludi che proteggevano l'isola dagli eventuali invasori. Le prime tracce di insediamenti umani risalgono al tempo dei romani, ma furono i bizantini a dari il primo impulso importante alla crescita della città, che sotto la loro dominazione prese il nome di Iustinopolis e di Capris. Ma è certamente la successiva dominazione veneziana, con un intermezzo in epoca comunale, ha modellare nelle forme e nella ricchezza di monumenti la Capodistria che possiamo ammirare nei giorni nostri. Furono cinque secoli di sviluppo, arte e cultura, rendendo Capodistria il centro culturale più importante dell'Istria, con sviluppo di una architettura tipica, e la creazione di centri studi, biblioteca, musei ed un teatro.

Passeggiando nel centro storico si rivive l'epoca veneziana, grazie alla architettura lagunare ancora ben visibile nelle facciate dei palazzi, le case con i tipici giardini, le calle, i portici e gli immancabili leoni di San Marco. Cuore storico del centro cittadino è la celebre Čevljarska Ulica (l'antica Calegaria) una delle stradine più tipiche di Capodistria che collega il porticciolo di Porta maggiore fino all'elegante Palazzo del Pretorio. Oltre per una sua bellezza intrinseca, lasciataci in eredità dagli artisti veneti, questa è da sempre la via più commerciale con botteghe di artigiani e negozi.

La città contiene molti monumenti, e merita sicuramente una visita attenta. Punto centrale del cuore cittadino è il Duomo, costruzione del '400 caratterizzata da alcuni portali in stile lombardo. E' dedicata a San Nazario. Guardando la facciata sulla destra si nota un imponete campanile che dovrebbe avere un origina più antica, di età romanica. L'interno del duomo è invece più recente e conserva alcune opere artistiche interessanti, tra cui un opera in alabastro (arca) realizzata dal De Sanctis nel 15° secolo. Non distante dal Duomo si trova il palazzo più fotografato della città: il Palazzo Pretorio, caratteristico con il suo stile veneziano e la facciata a merli, e la bianca facciata rimane mossa per la presenza di vari stemmi, statue e l'immancabile leone al centro, sovrastato da una Vergine con la spada.

Sempre nella piazza centrale (Titov trg) troviamo la Rotonda di San Giovanni Battista, la Rotonda dell'Assunta, mentre procedendo alla sinistra del Duomo troviamo la bella chiesa di San Giacomo, interessante esempio di gotico del'300, ed a seguire la piazzetta del Brolo dove si trova l'antico magazzino dei grani, il Fontico (Fontego) che risale all'epoca dei Comuni.
Tra le altre chiese di Capodistria segnaliamo nei pressi della Porta della Muda la chiesa di San Basso, con nelle vicinanze la piazza da Ponte e la famosa Fontana da Ponte che la adorna, mentre procedendo dal centro verso occidente lungo la Kidricevo Ulica, troviamo lungo il lato destro la Chiesetta ed Oratorio della Santissima e la Chiesa di San Nicolò.

... Pagina 2/2 ...Nel caso vi imbattiate in una rara giornata di tempo perturbato, la città ha da offrire un museo interessante. Si tratta del Museo Regionale Capodistria, ed è situato in centro, lungo la Kidriceva Ulica (n.19). Qui potete ammirare le radici antiche della città mostrate dai reperti archeologici fatti da iscrizioni, lapidi che partono dal periodo romano e seguono il corso dei secoli fino a giorni nostri. Il museo ospita anche notevoli esempi di pittura istriana, con anche opere attribuite al Carpaccio e a Jacopo di Bassano.

Per gli appassionati di mare Capodistria non offre grandi spiagge, ma per gli irriducibili del bagno e della tintarella la città offre un paio di possibilità. C'è una spiaggia cittadina, a poca distanza dal centro, oppure si trova da trascorrere una giornata di mare (nuoto, windsurf, kayak etc...) presso il vicino insediamento di Žusterna (Giusterna), ad ovest del centro dove si trova anche una grande piscina ed un Acquapark più all'interno collegato ad un centro benessere (Wellness Justinopolis). Per chi ama invece divertirsi alla sera Capodistria offre una buona scelta di discoteche, e nella vicina Portorose trovate un famoso Casinò.

Nei dintorni si trovano altre località interessanti da visitare. Presso Hrastovlje troviamo una bella chiesa romanica, di tipo fortificato, con all'interno degli affreschi di elevato valore artistico, come la celebre “Danza Macabra”. Sempre in zona si può visitare il castello di Socerb, conosciuto per la sua Grotta Sacra, e da cui si hanno magnifiche visite che spaziano sul golfo di Trieste fino ad intravedere la chiostra alpina di sfondo. L’entroterra Capodistriano è poi ricco di piccoli villaggi da scoprire magari utilizzando la bicicletta, il mezzo migliore per muoversi a contatto della natura. Da segnalare la valle del fiume Dragona, la strada della Parenzana, e il sito di Osp, conosciuto dagli appassionati di roccia.

Il periodo migliore per visitare L'Istria è l'estate, quando le temperature raggiungono valori gradevoli, con massime intorno ai 28-30 °C e minime intorno ai 18°C. L'estate è caratterizzata da fasi stabili e soleggiate, con qualche inframmezzo temporalesco di solito di breve durata, ma potenzialmente anche di forte intensità. Temperature gradevoli si trovano anche a primavera, con valori superiori ai 20 °C da fine aprile in poi, mentre in inverno il clima può essere reso freddo dalla Bora, che spazza di tanto in tanto il Golfo di Trieste. Le temperature medie invernali si posizionano intorno ai 4-5 °C. La stagione più piovosa risulta l'autunno con picco pluviometrico nel mese di Novembre con circa 120 mm di pioggia.

Per arrivare a Capodistria ci sono due possibilità: utilizzando la propria auto si deve raggiungere Trieste con l'autostrada A4 Serenissima, e poi seguire la Statle 15 che conduce al valico Rabuiese. Da qui in meno di 9 km si raggiunge il centro di Capodistria. In alternartiva c'è un collegamento di traghetto tra Venezia ed il porto di Pirano, da dove raggiungere velocemente Koper.
loading...
07 Agosto 2017 Cinecittą World: biglietti per ingresso ...

Il parco divertimenti di Cinecittà World ha appena iniziato la ...

NOVITA' close