Cerca Hotel al miglior prezzo

Brezice (Brežice), la localitŕ slovena sul fiume Sava

Pagina 1/2

  • Terme di Catez ob Savi
La quiete è il primo tratto, squisito, che contraddistingue lo scenario intorno a Brežice. Poi vengono la dolcezza dei colli, le luci e i suoni gentili della natura: è facile lasciarsi rapire dall’incanto della Slovenia orientale, a breve distanza dal confine croato, dove Brežice ospita 23 mila abitanti e numerosi visitatori ogni anno. Ad attirare qui i primi insediamenti fu il corso della Sava, che nei secoli aveva plasmato il paesaggio e creato una culla perfetta per il villaggio; ad attirare i turisti di oggi ci pensano la natura incontaminata, il clima salubre e le sorgenti termali, che insieme regalano una vacanza rigenerante e dinamica.

Non è da meno il patrimonio culturale e storico, arricchitosi nel tempo col contributo di genti diverse, venute da ogni parte d’Europa. Gli abitanti preistorici cedettero il passo ai celti e ai romani, e nel corso del medioevo nacque un castello, citato per la prima volta nei documenti duecenteschi, intorno al quale fiorirono altri palazzi e abitazioni. Il nucleo così creato divenne borgo franco nel 1315, città nel 1353, e feudo dei Vescovi di Salisburgo fino al 1493. Non mancarono le rivolte popolari, gli attacchi nemici e le catastrofi che misero a dura prova il castello, ma ancora oggi si possono ammirare le prime costruzioni di Brezice.

La Brežice di oggi è una cittadina vivace dal punto di vista culturale e commerciale, ricca di monumenti, parchi, cantine vinicole e sentieri ciclabili. Il castello, dalla riva sinistra della Sava, veglia sull’abitato sin dal medioevo, ma l’aspetto attuale risale ai primi anni del Cinquecento, quando fu ricostruito dopo la rivolta contadina, e subì altre modifiche alla fine del secolo per volere della famiglia Del Allio. Si presenta come una tipica fortezza del Rinascimento, con un cortile centrale porticato, incorniciato da quattro ali. Agli angoli se ne stanno impettite quattro torri cilindriche, mentre il portale principale, preceduto dal ponte sospeso sul fossato, segna il culmine dell’asse stradale cittadino più importante. All’interno restano pochi arredi originali: la maggior parte degli oggetti risale al periodo barocco, quando molte sale furono impreziosite dagli affreschi di Franz Ignac Flurer.

A metà del Novecento il castello di Brežice è diventato sede del museo locale, che comprende collezioni archeologiche e etnologiche e una sezione dedicata alla storia, in particolare alle ribellioni contadine. Ingrandito nel 1960, migliorato costantemente anno dopo anno, il museo è aperto tutto l’anno e ospita periodicamente feste e concerti di musica classica, soprattutto nella bella Sala dei Cavalieri.

Molti visitano Brežice per il vicino stabilimento termale di Čatež, maggior centro turistico della Slovenia e più grande complesso termale naturale, le cui acque benefiche sono note sino dalla metà dell’Ottocento. Una superficie d’acqua di 11 mila mq, per un totale di dieci piscine diverse, fa delle terme Čatež un paradiso del benessere e del relax, dove scegliere la propria vasca ideale in base alla temperatura e alla location. Le piscine all’aperto formano la Riviera Termale Estiva, mentre quelle coperte compongono la Riviera Invernale, entrambe perfette per divertirsi con i più piccoli, ma anche per abbandonarsi al silenzio e lasciarsi accarezzare dall’acqua delle cascate. Completano l’offerta sei alberghi in cui alloggiare, un grande campeggio sempre aperto, vari appartamenti, il centro sportivo, le saune e i trattamenti di bellezza.

... Pagina 2/2 ... Per tenersi in forma nei pressi di Brežice si possono anche scegliere le numerose piste ciclabili della zona, che si snodano tra la pianura e le colline per quasi 100 km. Lungo i percorsi segnalati si incontrano cartelli informativi utili, con curiosità culturali, storiche e riguardanti il paesaggio locale. Da provare il sentiero che collega la città alla catena dei Gorjanci, a breve distanza dalle terme, e che attraversa il fiume Sava per accarezzare le colline di Orlik. Tra le località di Bizeljsko e Sromlje il sentiero ciclabile si intreccia alla strada del vino.

In zona non mancano le manifestazioni culturali vivaci, appassionanti per chi vuole conoscere meglio le tradizioni slovene. L’appuntamento più atteso è senza dubbio il Festival Brežice, ma non sono da meno i concerti organizzati al castello, le visite guidate al museo e le proiezioni di film proposte nei cinema cittadini.

Per raggiungere Brežice in auto ci si può servire dell’autostrada A4 Venezia-Trieste, da cui ci si immette sull’autostrada slovena A1 Lubiana-Visnja Gora e sulla E7 seguendo le indicazioni per Brežice-Terme Čatež. La cittadina dista circa 190 km dal confine italiano.
Gli aeroporti più vicini sono quelli di Zagabria e Lubiana, a 40 e 130 km.

Il clima di Brežice è caratterizzato da inverni freddi e estati calde ma non afose, con temperature abbastanza miti da incoraggiare piacevoli passeggiate all’aperto. I valori medi di gennaio vanno infatti da un minimo di -2°C a un massimo di 3°C, mentre in luglio e agosto vanno dai 17°C ai 27°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in maggio, quando piove in media un giorno sì e uno no.
loading...
25 Marzo 2017 Circolo d'Oro, il percorso in Islanda e ...

E’ il capostipite. Quello che ha dato il nome. Incontrarlo, in qualche ...

NOVITA' close