Cerca Hotel al miglior prezzo

Smarjeske Toplice, soggiorno nella stazione termale della Slovenia

Smarjeske Toplice, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Quando ci si allontana dal chiasso delle città e il grigio cede il passo al verde, i cinque sensi si abbandonano al relax e alla quiete: i rumori della vita frenetica sono sostituiti dal fruscio delle conifere nella brezza, dai campanacci del bestiame al pascolo e dal gorgogliare dei torrenti tra la vegetazione. Le luci tenui e i colori dolci lasciano riposare gli occhi, accarezzati dai verdi e dall’azzurro limpido dell’aria e dell’acqua.

Questo è il paesaggio della Slovenia meridionale, in cui si inserisce, come un gioiello in un arazzo pregiato, il comune di Smarjeska (o Smarjeske Toplice), popolato da circa 2800 abitanti. Qui, in un ambiente incontaminato e sereno, ci si lasciano alle spalle i pensieri e ci si immerge nel relax più completo, merito non solo della natura accogliente, ma anche dell’innovativo complesso termale.

In effetti Smarjeske Toplice non è una cittadina come tutte le altre: la creazione del comune risale appena al 2006, quando il suo territorio venne separato da quello della vicina Novo Mesto, a cui apparteneva. La separazione aveva uno scopo ben preciso: creare una località nuova, abbracciata dalla foresta e dominata dal centro termale, dove la parola d’ordine fosse rigenerarsi. Dunque non c’è molto, a Smarjeska, a parte le terme, ma vale davvero la pena di farsi rapire dal centro benessere e dai trattamenti salutari.

Il complesso alberghiero segna il cuore del paese, incoronato dalle colline. E’ qui che si utilizzano le preziose acque ipoacratotermali, ricche di anidride carbonica, magnesio e calcio, a una temperatura naturale di 32°C. I trattamenti offerti riguardano la riabilitazione delle malattie cardiovascolari, la cura degli stati postraumatici e postoperatori dell’apparato motorio, nonché la riabilitazione da traumi sportivi.

Nello stabilimento, caratterizzato da un ambiente curato e moderno, ci sono le piscine coperte, mentre nel parco tutt’intorno abbondano le vasche all’aperto. In particolare c’è una piscina, immersa nello scenario incantevole del parco, realizzata con parametri rigorosamente naturali: costruita proprio sopra la sorgente da cui sgorga l’acqua a 32°C, la vasca è la più vecchia del centro termale all’aperto, realizzata in tavole di quercia e col fondo di abete rosso. Non ci sono cementificazioni né parti rivestite in ceramica, e il legno non ha subito nessun trattamento chimico: a garantire l’impermeabilità c’è, al di sotto della piscina, dell’argilla compressa. Costantemente alimentata dall’acqua della fonte, la vasca ha un ricambio continuo che si completa in poche ore, in modo da avere sempre un elisir salubre e alla giusta temperatura.

Chi non ha particolari esigenze di salute ma ha deciso di recarsi a Smarjeske Toplice per coccolarsi, può visitare il centro Vitarium Spa&Clinique, un piccolo paradiso dedicato al benessere, alle sedute di bellezza, ai massaggi rilassanti e ai trattamenti rigeneranti. Passeggiando per il parco, poi, si scoprono le strutture sportive come campi da tennis e da minigolf, da calcio, pallacanestro e beach volley, oltre all’appassionante percorso vita. Chi ama pedalare potrà noleggiare una bicicletta ed esplorare la riserva, ma anche spingersi fuori dal paese e visitare i vicini centri della Slovenia meridionale.

A Smarjeska e dintorni è attivo il Centro della Camminata Nordica, primo nel suo genere in tutto il paese. Sono ben nove i sentieri che si possono percorrere, segnalati a dovere anche per gli esploratori meno esperti. A fine giornata, dopo le camminate e le corse in bici, dopo le ore trascorse in piscina e nel regno del benessere, si troverà accoglienza in quatto diversi alberghi a quattro stelle o nei confortevoli bed and breakfast di Smarjeske Toplice.

Se vi state chiedendo qual è il periodo migliore per visitare la zona, la risposta è molto semplice: ogni stagione ha tanto da regalare, con un repertorio di colori, luci e profumi ogni volta diverso e affascinante. Anche le condizioni climatiche, influenzate dal vicino Mediterraneo, sono sempre piacevoli: le temperature medie, sempre miti, vanno da una minima di 3°C a una massima di 7°C in gennaio, e da una minima di 20°C a una massima di 28°C in luglio. Le precipitazioni sono distribuite in modo abbastanza regolare: si va da una media di 7 giorni di pioggia al mese nel periodo estivo, ai 9 giorni mensili di primavera e autunno.

Deciso il periodo della visita, raggiungere la meta non sarà difficile. Chi viaggia in auto dovrà varcare il confine e dirigersi, in autostrada, verso Lubiana, che dista circa 89 km da Trieste. Da qui bisogna imboccare la E70 e percorrerla per circa 64 km, uscire sulla strada 667 e seguire le indicazioni fino a Smarjeska. Per chi preferisce l’aereo c’è l’Aeroporto di Brnik-Lubiana a circa 104 km.
  •  

News più lette

close