Cerca Hotel al miglior prezzo

Piccardia (Picardie), tour della regione nella Francia settentrionale

Pagina 1/2

  • Cathédrale en Couleurs - Amiens
  • Castello di Chantilly
La Piccardia (Picardie) è una regione francese che comprende tre dipartimenti: l'Aisne, Oise, Somme i tre principali corsi d’acqua della regione. Si tratta di una porzione settentrionale del territorio francese, non distante dal Belgio con cui confina per un breve tratto, posta appena a nord di Parigi e dell’Ile de France, in un area tristemente famosa durante la prima guerra mondiale, dove fu teatro di estenuanti e drammatiche battaglie di trincea tra fronte prussiano e francese. E’ per questo motivo che in questa zona si trovano molti cimiteri di guerra, campi di battaglia e memoriali che celebrano quelle fosche pagine che trasudano di umanità spezzata dagli eventi bellici. Le pianure ondulate della Picardie digradano dolcemente verso nord-ovest, riuscendo a toccare il Canale della Manica presso la cittadina di Abbeville.

Il termine PIccardia sembra derivare dalla parola “piocheur”, nome dato dagli abitanti parigini alle popolazioni contadine che vivevano nelle selvaggie foreste del Nord-est della Francia, zone però cruciali dal punto di vista strategico, trovandosi lungo i percorsi che i principali eserciti europei e che quindi su queste campagne si scontrarono ripetutamente per la supremazia dell’Europa Settentrionale.

Crocevia di popoli e culture la Piccardia sorprende il turista anche per i monumenti che ne costellano il territorio e che testimoniano del glorioso passato con insigni chiese gotiche, tra le più imponenti di Francia ed Europa. Il periodo giusto per visitare questa regione può essere la primavera, con temperature miti e giornate luminose, ed anche l’estate quando però si possono avere condizioni di caldo abbastanza sostenuto. In primavera le massime si posizionano intorno ai 17-21 °C di media con minime fresche intorno ai 7-9 °C, mentre in estate si toccano i 22-24 °C nei valori massimi con minime che salgono fino a toccare ei 12-13 °C.

In questa regione non manca mai il vento, mentre a livello di precipitazioni si può dire che le piogge siano più o meno equamente distribuite nel corso dell’anno. Gli episodi di freddo intenso sono rari ma mediamente, nelle zone interne si toccano minime intorno agli 0 °C nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio.

Cosa vedere in Piccardia:
... Pagina 2/2 ...La Piccardia non è una famosa destinazione turistica, ma ha un notevole numero di siti storici, tra cui due delle più belle chiese romaniche nel nord della Francia, che si trovano a Saint-Leu-d'Esserent e Morienval; altre chiese medievali si trovano a Laon, Braine, e Urcel, mentre più conosciute sono sicuramente la chiesa gotica di Saint-Quentin, e la cattedrale di Amiens il capoluogo della Picardie.

Amiens è la sua capitale e si trova a solo un'ora e mezza di auto da Calais. La sua Cattedrale di Notre Dame è superiore due volte per dimensioni a quella di Parigi. Da non perdere in estate "Cathédrale en Couleurs" uno spettacolo di luci che riportano la cattedrale alla sua originaria vitalità (vedi foto). Una località turistica molto conosciuta per il suo castello e le corse dei cavalli è quella di Chantilly, città anche famosa per la celebre crema, i pizzi e l’industria delle scarpe. E’ indubbiamente una delle più più belle città del nord della Francia, a soli 65 km a nord di Parigi, appena 20 minuti di auto dall’aeroporto Charles De Gaulle. Sempre in temi di castelli da non perdere la magnifica città imperiale di Compiègne che si stringe proprio intorno alla sua fortezza in un paesaggio circondato da antiche foreste.

Tra gli altri luoghi che meritano una visita sono da segnalare Beauvais, una vivace città-mercato dove il moderno shopping si sposa all’austero profilo della cattedrale gotica, il villaggio medievale di Gerberoy (un tuffo nel passato), posto 25 chilometri a nord-ovest di Beauvais, considerato uno dei gioielli di Francia. Anche la cittadina di Pierrefonds (10 km a sud-est di Compiègne) è dominata da un imponente fortezza medievale costruita da Luigi d'Orléans nel 15 ° secolo, smantellata da Richelieu nel 17 ° secolo, e poi restaurata, da Viollet-le-Duc nel 19 ° secolo. Un vero castello da fiaba.

Per gli appassionati di natura segnaliamo l'estuario della Somme luogo in cui, svernano e nidificano gli uccelli migratori. E’ un ottimo luogo per il birdwatching visto che qui si possono osservare più di 300 specie di uccelli (il 65% delle specie europee). Questo sito è riconosciuto come possedere una particolare rilevanza per la tutela di 10 specie avicole come zona riproduttiva per più di 120 specie di uccelli. Lungo la costa si trovano anche due rare specie di foche.
loading...
close