Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Bremgarten

Bremgarten (Argovia): vita di mercato nella storica cittadina sulla Reuss

Pagina 1/2

La vallata del fiume Reuss, disposta secondo la direttrice sud-nord, è ricamata dalle anse sinuose ricamate dal fiume, che lambiscono dolcemente i verdi teneri dei pascoli svizzeri. Qui, nel Cantone Argovia, 16 km a ovest di Zurigo e 23 km a est di Aarau, una curva disegnata dal corso d’acqua accoglie l’abitato di Bremgarten.

Bremgarten è una cittadina mite, popolata da poco più di seimila abitanti, situata nella parte settentrionale della Svizzera, costellata di torri antiche e abbracciata da una cinta muraria possente, che sembra trasportare il tempo al lontano periodo medievale. Lo scenario che accoglie i visitatori è a dir poco incantevole: le strade sono costeggiate dalle tipiche case in legno, con le decorazioni in stile montanaro e i tetti appuntiti, mentre aldilà del paese si scorgono le montagne, nella loro magnificenza sublime.

Nella città vecchia, bagnata dal fiume su tre lati, si distinguono due zone diverse: ad est, sopraelevata sull’altopiano di una morena, se ne sta sin dall’Alto Medioevo la città alta, nata come insediamento di Villingen; ad ovest c’è invece la cosiddetta città bassa, definita con precisione da un pendio ripido che costeggia le sponde del fiume, 30 metri al di sotto della città alta. I gioielli più preziosi di Bremgarten risalgono al periodo dei cavalieri, quando vennero creati tanti edifici dalle linee possenti e austere, ma tuttora eleganti. Oltre alle antiche mura, con il cammino di ronda in parte conservato, la testimonianza più interessante è forse la torre Spittelturm, eretta tra il 1556 e il 1559, vero e proprio simbolo della città alta.

Da vedere anche lo Schlössli, un castelletto appollaiato nella parte più elevata del borgo, trasformato in dimora borghese secondo gli schemi decorativi del tardo gotico e del primo barocco. Un altro monumento rappresentativo della città è il ponte di legno sulla Reuss, che si specchia sulla superficie argentea del fiume e per secoli è stato attraversato da innumerevoli passi, mentre l’edificio di culto più interessante è la chiesa di St. Nikolaus, restaurata in seguito a un grave incendio ma tuttora segnata dalle tracce della tragedia, infatti il campanile è rimasto in parte bruciato. Sulle pareti dell’edificio si apre ancora la cosiddetta “finestra della peste”, da cui i malati potevano assistere alle sante messe.

... Pagina 2/2 ... La città bassa di Bremgarten presenta una concentrazione di edifici minori, ma non è per questo meno degna di visita. Da non perdere c’è il Convento dei Cappuccini, oggi casa per l’infanzia dedicata a St. Josef, realizzato tra il 1618 e il 1622 e integrato in una grande chiesa barocca. Ma la bellezza di Bremgarten sta anche nelle sue sfaccettature, nelle sue anime mutevoli: allo splendore delle opere culturali, infatti, si unisce uno scenario naturale d’eccezione, che lascia a bocca aperta gli amanti del paesaggio. Chi ama trascorrere qualche giornata all’aria aperta apprezzerà il bacino Flachsee: è nato negli anni ‘70 nel territorio comunale, in seguito alla costruzione della centrale idroelettrica di Zufikon, e coi suoi 5 km di estensione costituisce l’habitat ideale per le nidiate di numerosi volatili, oltre a una bella zona di svago per gli abitanti del posto e i turisti.

Certo, per godere della vita all’aria aperta bisogna scegliere il giusto periodo dell’anno in base al Clima della regione: le giornate estive, fresche e ventilate, sono perfette per passeggiare senza soffrire l’afa, se si pensa che le temperature medie di luglio, il mese più caldo, vanno da una minima di 14°C a una massima di 25°C. Unico neo: le piogge si concentrano proprio in estate, e da maggio ad agosto piove in media per 13 giorni al mese. In inverno il clima si fa più rigido, e diventa perfetto per le atmosfere magiche che si addicono al periodo natalizio: il mese più freddo, gennaio, ha una minima media di -3°C e una massima di 2°C, ma per tutto l’inverno sono garantite suggestive nevicate.

E’ questa la cornice incantata che accoglie ogni anno il mercatino natalizio più grande e più bello di tutta la Svizzera, il cosiddetto “Weihnachts und Christchindli Märt”. Sono circa 100 mila le persone che lo visitano ogni inizio dicembre, in pieno Avvento, distribuite nei quattro giorni della manifestazione, rapite dalle luci delle bancarelle, dal profumo di dolci e dal profumo caldo del vin brulé, dalle musiche dolci che riempiono l’aria argentina e dalle risate vivaci dei bambini che incontrano Babbo Natale.

Per raggiungere questo piccolo paradiso tra i monti si può volare sino all’aeroporto di Zurigo, che dista circa 28 km dal paese. Da qui si può noleggiare un’auto o utilizzare i mezzi pubblici della linea Bremgarten-Dietikon-Bahn.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close