Cerca Hotel al miglior prezzo

Büren an Der Aare (Svizzera): visita al paesino del Canton Berna

Buren an der Aare, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Buren an der Aare dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Il comune di Büren an Der Aare è localizzato nel Canton Berna in Svizzera e geograficamente nella regione del Seeland, sulla riva destra del fiume Aare.

Storia

omprensivo dei villaggi agricoli di Scheuren, Gummen e Oberbüren, oltre a Rütifeld e Ziegelei, è questo un grazioso piccolo borgo di origine medievale abitato da meno di 4.000 persone, che mosse i primi passi della sua esistenza intorno all’XI secolo, divenendo feudo di proprietà dei baroni Strassberg e successivamente dei Conti di Neukyburg durante il Trecento. L’Austria vi mise le mani ma a spuntarla fu la Svizzera, in particolare Berna, che elesse Büren an Der Aare nuovo baliato.

Dopo la metà del ‘400, la cittadina entrò in un circuito commerciale assai vantaggioso per l’economia locale, tanto che nell’abitato erano presenti una piazza del mercato, banchine fluviali, pensioni e magazzini di ausilio a iniziative mercatali e fiere dell’agricoltura e del bestiame. Un pieno sviluppo si era ormai sbloccato, ne conseguì un’implementazione urbana contemplante un municipio, un ospedale, un caseificio e persino una fabbrica di mattoni. Nel XIX secolo ci fu un sostanziale decremento delle attività e nel XX secolo Büren an Der Aare si ricorda per essere stato il più grande campo profughi della Svizzera nell’arco della Seconda Guerra Mondiale.

Cosa vedere a Bueren an Der Aare

Oggi Büren an Der Aare è un paese rivalutato sotto molteplici prospettive e il suo nucleo antico è annoverato nell’Inventario dei patrimoni svizzeri considerando l’atipica forma triangolare delimitata da due vicoli che determinano la doppia anima di centro urbano e centro rurale.

Trovarsi nel bel mezzo di questo triangolo significa avere a portata una serie di monumenti che ricoprono in primis il ruolo di luoghi d’interesse e perciò da non perdere: fra di essi spiccano il Castello degli ex ufficiali giudiziari, la Chiesa di Santa Caterina, la sede municipale, un dittico di fontane, il Museo Spittel e lo storico ponte di legno che dal 1275 – a fronte di una lunghezza di 108 metri - attraversa l’Aare, navigabile a bordo dell’imbarcazione che fa da spola fra Bienne e Soletta.

Trafficato il lungofiume, sicuramente il tratto prediletto dai ciclisti, mentre proprio l’Aare offre la possibilità praticare skating e canottaggio.

Una piacevole escursione ci conduce poi all’Alte Mühle che risale alla metà del Seicento: come tanti altri mulini, sfruttava e sfrutta tuttora l’energia idraulica.

A poca distanza sono raggiungibili il Parco Robinson e l’annessa area barbecue. Rientrando in città e percorrendo la via centrale porticata, val la pena rivedere con occhio attento il castello dei balivi, sorto nel 1620 secondo uno stile costruttivo aderente al canone rinascimentale. Interessante ogni modo notare una mescolanza di forme che accentua la sua complessiva atipicità: a vederlo si individuano similitudini anche con stili architettonici orientali e vagamente arabeggianti, riscontrandovi elementi veneziani e sagome bernesi.

Come arrivare a Büren an Der Aare

Büren an Der Aare si raggiunge in treno scendendo alla stazione omonima lungo la ferrovia Lyss – Soletta.

  •  

News più lette

16 Aprile 2021 La fiera di Ortogiardino a Pordenone

Ortogiardino è una mostra dedicata l’ortoflorovivaismo e ...

NOVITA' close