Cerca Hotel al miglior prezzo

Baden bei Wien, vacanza tra le sorgenti termali della Bassa Austria

Baden bei Wien, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

I più grandi musicisti del Settecento e dell'Ottocento la scelsero come musa ispiratrice per opere celebri, e gli Asburgo la elessero loro residenza estiva prediletta, agghindandola di palazzi grandiosi e residenze eleganti. Il comune austriaco di Baden – che per distinguersi da alcune località omonime è detto Baden bei Wien, ovvero “vicino a Vienna” – è oggi popolato da 25 mila abitanti e si trova a metà strada tra la capitale e Wiener Neustadt. Capoluogo del distretto di Baden, l’affascinante cittadina si trova nella Bassa Austria e costituisce un concentrato notevole di storia, arte e cultura, ma anche di relax e proposte per il benessere.

I personaggi noti che si fecero catturare dalla bellezza di Baden bei Wien furono numerosi: tra di essi Napoleone, che si innamorò del paesaggio rilassante, e l’imperatore Francesco I, che vi trascorse l’estate per oltre trent’anni portando in paese le atmosfere del cosiddetto periodo Biedermeier della Restaurazione austriaca. A renderla così ambita erano certamente le bellezze architettoniche, la qualità della vita e l’amenità del paesaggio, ma da sempre il segreto di Baden risiede nelle sue acque termali, che hanno origine dalle fonti sulfuree del massiccio di Calvarienberg, un colosso di calcare dolomitico.

I bagni termali si immergono in un ricamo incantevole di vigneti, tra dolci colline e prati di velluto, offrendo uno scenario perfetto per chi cerca il benessere totale, del corpo e dell’anima. Le 14 sorgenti termali di acque sulfuree, che zampillano a una temperatura di 36°C, sono utili nel trattamento di vari disturbi e patologie, in particolare per le affezioni articolari, muscolari, nervose, circolatorie e dermatologiche, e vengono sfruttate all’interno di un ambiente idilliaco. Il Parco delle terme Kurpark si trova tra il cuore della città e i boschi della periferia, ed è considerato uno dei più belli in Austria: il polmone verde abbraccia infatti sia i centri termali, moderni e accoglienti, che l’antico casinò – divenuto nel 1995 il più grande d’Europa – e l’arena municipale. Quest’ultima, la Stadtische, è un bell’edificio in stile Art Nouveau di inizio Novecento, che da tempo ospita gli spettacoli della ricca stagione concertistica di Baden.

Ma l’attrazione più importante di Baden bei Wien è costituita forse dalle Romertherme, le terme romane che di romano, a dire il vero, hanno soltanto il nome: si tratta infatti di una struttura innovativa, che rappresenta uno dei centri termali europei più grandi e all’avanguardia, con una piscina di acqua minerale dall’aspetto decisamente scenografico, sormontata da un tetto di vetro trasparente. Per i più dinamici c’è la Thermalstrandbad, una splendida struttura che comprende la spiaggia più grande dell’Austria, con la possibilità di praticare numerosi sport e dedicarsi a tante attività appassionanti. Non mancano le zone riservate alla sauna, al bagno turco, ai massaggi, alla palestra e allo yoga.

Anche le strade del centro hanno in serbo qualche piacevole sorpresa, come la graziosa Josefsbad, antica caffetteria dall’architettura neoclassica in cui sostare per una pausa golosa e rigenerante. Gli amanti delle belle arti apprezzeranno la galleria allestita nell’edificio neoclassico Fraunbad, così come la galleria d’arte della Beethovenhaus e la Galleria Menotti, in cui sono custoditi pregevoli dipinti dei fratelli Alt, di Moritz von Schwind e di Arnulf Rainer. La Beethovenhaus, ovvero la casa di Beethoven, è l’edificio in cui il celeberrimo compositore visse tra il 1821 e il 1823: proprio qui, nella dimora di Rathausgasse, compose una parte della Nona Sinfonia e della Missa Solemnis.

Infine, per completare il tour cittadino, vale la pena di visitare il Municipio Rathaus del 1815, progettato dall’architetto di Baden Joseph Kornhausel, e la piazza municipale, dominata dalla Colonna della Trinità, ma anche la Kaiserhaus in cui l’imperatore Francesco I coltivò anno dopo anno, estate dopo estate, il proprio amore per questa cittadina ricca di storia e cultura.

Superando i confini di Baden bei Wien si scoprono altre bellezze imperdibili, come il Bosco Viennese con i suoi 600 km di itinerari segnalati e una vera e propria costellazione di accoglienti osterie. A piedi, in bici o a cavallo si possono raggiungere il castello di caccia degli Asburgo, a Mayerling, e il paese del vino Gumpoldskirchen. E ancora il Neusiedler See, uno dei laghi più belli dell’Austria, l’Abbazia cistercense di Heiligenkreuz del 1133, che oggi è sede di culto ma anche di una Facoltà di teologia e filosofia, e ovviamente Vienna, raggiungibile mediante il trenino Baden Bahn.

Non esiste una stagione sfavorevole per una visita a Baden bei Wien. La primavera e l’estate sono un tripudio di colori e profumi, ideali per chi ama stare a contatto con la natura e allo stesso tempo lasciarsi alle spalle le fatiche della città, spesso così afosa e caotica; in autunno i boschi esplodono di colori accesi e l’inverno regala scenari innevati degni di una fiaba. Anche le terme sono pronte a coccolare i visitatori in ogni periodo dell’anno. Il clima è frizzante in estate e suggestivo nella stagione fredda, quando gelo e neve non fanno che accrescere il fascino della località: le temperature medie di gennaio, il mese più rigido, vanno da una minima di -4°C a una massima di 1°C, mentre in luglio e agosto passano dai 15°C ai 25°C. Le precipitazioni sono piuttosto diffuse in tutto l’arco dell’anno, con medie comprese tra i 10 e i 15 giorni di pioggia mensili.

Un buon criterio per scegliere il periodo in cui visitare Baden può essere quello dei festeggiamenti e del divertimento. Da metà maggio a metà giugno, ad esempio, si svolge in città il Festival dei giardini e delle rose, che vede protagonista il Roseto nel Parco Doblhoff: qui le 20 mila rose fioriscono due volte all’anno, inebriando cittadini e visitatori con il loro fresco profumo.

Situata 26 km a sud di Vienna e a 33 km dall’aeroporto di Vienna- Schwechat, Baden è facilmente raggiungibile dall’Italia e dall’Europa. Chi viaggia in auto sull’autostrada A1 deve continuare in direzione A21 all’altezza della diramazione di Steinhäusel, per poi uscire ad Alland attraverso la Helenental in direzione Baden. Dall’autostrada A2 l’uscita è Baden. Per chi preferisce il treno la città si trova sul tragitto della Ferrovia Meridionale, collegata regolarmente con il centro di Vienna.

Fonte foto, cortesia: Badenfotos.com
  •  

News più lette

18 Dicembre 2017 Cosa fare a Guadalupa: una settimana nei ...

Paradiso caraibico e parte di quelle Antille che punteggiano l’oceano ...

NOVITA' close