Cerca Hotel al miglior prezzo

Kuusamo (Finlandia), viaggio in Lapponia a Sud del Circolo Polare Artico

Kuusamo è una piccola cittadina della Lapponia finlandese di neanche 20.000 abitanti situata nella parte centro-orientale del paese, a pochi chilometri dal confine con la Russia, all’interno della regione dell’Ostobotnia settentrionale. Dal punto di vista morfologico, il paese sorge in una zona dai paesaggi variegati ed estremamente suggestivi, con laghi, foreste e tundre desolate che si rincorrono per centinaia di chilometri. Anche grazie alla bellezza degli scenari circostanti, Kuusamo è divenuta una località turistica discretamente importante, con un buon numero di visitatori che la scelgono ogni anno per una vacanza originale, lontana dalle rotte più convenzionali.

I primi abitanti documentati della zona dell’odierna Kuusamo furono i Sami, un popolo in grado di sopravvivere in una terra aspra e inospitale per diversi secoli, fino ai primi anni del XIX secolo. In questo periodo, infatti, Kuusamo e la Lapponia caddero in mano alla Russia, il cui relativo disinteresse per la popolazione si ripercosse sotto forma di carestie e pestilenze, piaghe che afflissero più volte gli abitanti della regione per tutto l’Ottocento. Ottenuta l’indipendenza nazionale nel 1917, la Finlandia e Kuusamo si lasciarono definitivamente alle spalle il difficile passato in luogo di un futuro dalle grandi prospettive, soprattutto economiche, che cominciarono a vedersi con il sensibile incremento demografico che riguardò tutta la Lapponia.

L’innegabile pregio di Kuusamo è la capacità di unire alla tranquillità ed alla serenità che solo una regione remota come la Lapponia può garantire servizi efficienti, in grado di soddisfare ogni bisogno di un turista, e di farlo sentire a proprio agio nonostante le migliaia di chilometri che lo separano da casa. Come tutte le località soggette a fenomeni stagionali, anche Kuusamo cambia radicalmente il proprio aspetto a seconda che la si visiti d’estate o d’inverno. Durante i sei mesi estivi, infatti, la città è quasi perennemente illuminata da un sole accecante, radente alla linea dell’orizzonte, ma in grado di relegare le tenebre della notte a non più di qualche ora ogni giorno. In compenso le temperature sono più gradevoli rispetto al rigore invernale, quando anche il buio lascia poco spazio alla luce in quella che è definita come la “notte polare”.

Il comune di Kuusamo, che si estende per migliaia di chilometri quadrati al di fuori dei confini urbani, è una zona generalmente piuttosto “mossa”, con tante altura di modesta altezza come ad esempio le colline di Valtavaara (492 m), Kuntivaara (481 m), Livaara (469 m) e Rukatunturi (462 m), sulle quali sono tracciate diverse piste da sci alpino, una vera eccezione in un paese quasi interamente pianeggiante da anni indiscusso dominatore nella disciplina dello sci di fondo. Il comprensorio sciistico più noto è quello di Ruki, dove si trovano indistintamente piste da sci alpino, fondo e snowboard. Se siete in cerca di esperienze uniche potrete prenotare una gita in motoslitta o a bordo delle pittoresche slitte trainate da splendidi esemplari di renna, l’animale simbolo della zona.

Il 90% del territorio è ricoperto da boschi di pini e abeti, dimora di svariate specie di animali tra cui soprattutto numerosi uccelli, mentre la parte restante è spesso intervallata da laghi di ogni dimensione e dalle rive piuttosto frastagliate, come il Joukamojärvi, il Kiitämä, il Kitka e il Kurkijärvi. Ad attestare il grande valore paesaggistico della regione dell’Ostobotnia vi è il Parco Nazionale di Oulanka, un’oasi caratterizzata da scenari differenti, ma egualmente suggestivi; tra gli scorci più belli ricordiamo le vedute sul corso del fiume Oulankajoki, le estese aree palustri di Liikasenvaara ed i ripidi banchi di sabbia popolati da circa 30 specie di mammiferi e da un centinaio di specie di uccelli. Se d’inverno la maggior parte dei turisti di reca a Kuusamo con l’intento di sciare, d’estate la zona diventa il paradiso del rafting, con tanti appassionati che si danno appuntamento sulle rapide dei corsi d’acqua ingrossati dallo scioglimento delle nevi. Decisamente più rilassanti sono i pomeriggi trascorsi scrutando il galleggiante immerso nelle acque dei laghi aspettando che abbocchi una trota, o quelli dedicati al trekking attraverso gli incantevoli boschi della regione.

Il clima è artico, molto freddo nel corso dei lunghi inverni e comunque fresco in estate. La temperatura media annuale è di -0,3 gradi, un valore compreso tra i 14 gradi di media di luglio, il mese più caldo, ed i -13 di febbraio, quello più rigido. La temperatura più fredda mai registrata è stata di -40 gradi, anche se minime così basse rappresentano un’eccezione unica per la Lapponia. Quella di Kuusamo è una delle zone più nevose di tutto il paese, con i quasi 600 mm di pioggia annui che cadono al suolo prevalentemente sotto forma di copiose nevicate, che interessano il paese per circa 200 giorni l’anno, dai primi giorni di ottobre fin verso la metà di maggio. Trovandosi ad appena 60 chilometri dal circolo polare artico, Kuusamo è profondamente soggetta al variare delle ore di luce in relazione alla stagione. Tenete presente che recandosi in Lapponia tra il 14 ed il 29 di giugno a mezzanotte c’è ancora luce; viceversa, alla fine di dicembre le ore “diurne” sono appena quattro.

Per quanto riguarda i trasporti, l’unico mezzo che si può prendere in considerazione per raggiungere Kuusamo è l’aereo. Non essendoci molti voli diretti da altri paesi europei, nella maggior parte dei casi bisognerà fare prima scalo all’Aeroporto di Helsinky-Vantaa (HEL), e poi ripartire alla volta dell’Aeroporto di Kuusamo (KAO), un piccolo scalo situato a pochi chilometri di distanza dal centro.
  •  
close