Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Shrewsbury

Shrewsbury (Shropshire): la cittą dei fiori e di Charles Darwin

Pagina 1/2

Non lontano dal confine con il Galles sorge “la città dei fiori”, pittoresca cittadina di 98.000 abitanti, incastonata nell’area conosciuta come “the Heart of England”, il “cuore dell’Inghilterra”: si tratta di Shrewsbury, capoluogo dello Shropshire, famosa per aver dato i natali a Charles Darwin.

Le tipiche case candide con i dettagli neri caratterizzato l’ambiente tranquillo di Shrewsbury, attraversata dal più lungo fiume della Gran Bretagna, il Severn, sul quale numerosi ponti stanno tesi come fili da bucato. Sin dalle sue origini, da ricercare nel lontano 700 d.C., il centro si è trovato in una posizione particolarmente favorevole agli scontri e alle contese tra i popoli: compresa nel triangolo strategico formato dalle Midlands, dalle Marches e dal Galles, la terra circostante è sempre stata il palco di drammatiche e sanguinose battaglie tra gli inglesi e i gallesi. La città vera e propria nacque a dire il vero nel 1083, anno in cui sorse il celebre castello che ne costituisce ancora oggi il simbolo distintivo. Con lo scorrere dei secoli Shrewsbury ha visto una crescente produzione di lana e di ceramica, insieme alla contea dello Shaffordshire, divenendo un importante centro economico.

La parte settentrionale della città, l’unica fetta non completamente cinta dal corso del Severn, è dominata da una presenza possente, quella del Castello risalente al 1083: la struttura ha subito varie modifiche nel corso dei secoli, e attualmente è sede del Shrophshire Regimental Museum. Ciò che sopravvive oggi della costruzione originaria è un edificio in mattoni rossi, in gran parte risalente al periodo di regno del Re Edoardo I, quando venne promosso un ambizioso programma di risanamento e ampliamento dell’area urbana. Con il passare del tempo il Castello ha perduto la sua funzione difensiva ed è purtroppo caduto in uno stato di degrado, finché non è stato restaurato dall’architetto Thomas Telford, nel 1790.

Sino al 1924 la dimora è stata una proprietà privata, poi è stata acquistata dalla Corporazione di Shrewsbury che nel 1926 ne ha aperte le porte al pubblico. Oggi il museo al suo interno ospita una spettacolare collezione di dipinti, munizioni militari, uniformi da soldato e altri ricordi del XVIII secolo. L’ingresso al Castello è gratuito per i bambini, gli studenti e i residenti di Shrewsbury.

Varrà poi la pena di addentrarsi nella parte centrale della cittadina, scendendo lungo Castle Street e imbattendosi per prima cosa nell’antica Shrewsbury School, che custodisce una ricca libreria. Proseguendo si sfocia poi nel vero cuore della città, The Square, che ospita la Old Market House e da cui ha origine la High Street. Lungo questa elegante via si ergono due belle residenze, la Ireland’s Mansion e la Owen’s Mansion, proprietà nel XVI secolo di due facoltosi commercianti.

Il centro riserva poi delle belle sorprese all’interno dei numerosi musei di cui è sede: prima di tutto la Clive House, dedicata alla produzione di porcellana, e il Museum and Art Gallery, ubicato nella Rowley’s House, con un’interessante sezione di archeologia in cui si possono ammirare gli oggetti rinvenuti presso gli scavi dell’antica Viroconium. Il River Museum è dedicato alla storia del fiume Severn e alle sue popolazioni, mentre l’Iron Museum ripercorre la storia del ferro nel processo di industrializzazione. Sempre il centro di Shrewsbury fa da scenario alle più importanti e conosciute chiese della città, quella di St. Alkmund e soprattutto quella gotica di St. Mary.

Un’altra bella chiesa che merita di essere visitata è la Chiesa di St.Chad’s, costruita nel XVIII secolo e particolare specialmente per la sua pianta di forma rotonda. Splendida è anche la finestra del santuario, oltre alla navata interiore e al pulpito.
... Pagina 2/2 ...
Da vedere è poi l’abbazia di Shrewsbury, la Shrewsbury Abbey. Per gli inglesi non è difficile collegare immediatamente il nome di questo edificio al nome di Brother Cadfael: si tratta del monaco protagonista dei racconti misteriosi della scrittrice Ellis Peter’s, morta nel 1995, ambientati proprio intorno all’antica abbazia. Sono migliaia i turisti che ogni anno, attratti proprio dalle storie che l’autrice ha tramato intorno al magnifico edificio, vi si recano in visita. La Shrewsbury Abbey è stata fondata, come il castello cittadino, nel 1083 da Norman Roger di Montgomery, divenendo non molto più tardi il centro di potere della regione e fiorendo al massimo dello splendore nel XII secolo.

Meritano infine un’occhiata il grande parco The Querry, a ovest rispetto al centro storico e molto gradevole soprattutto nella stagione estiva, e il Parade Shopping Centre, che non deluderà gli amanti dello shopping.Si tratta di un centro di 30 negozi, con ristoranti e bar, distribuiti su due piani. Poco lontano dalla città si trova un importante centro della rivoluzione industriale, Ironbridge Gore: qui per la prima volta il carbon fossile sostituì quello naturale, generando una considerevole impennata della produzione di ferro e nel suo utilizzo in campo industriale. In città sorge anche l’Ironbridge, da cui il nome della località, il primo ponte realizzato in ferro nel XVIII secolo: la sua costruzione segnò un’importante svolta nel progresso economico del paese.

A Ironbridge Gore poi, in giugno, si svolge un’importante manifestazione fieristica dell’artigianato, chiamata Midsummer Fair. Nel vero e proprio centro di Shrewsbury, invece, vengono ospitati ogni anno vari eventi, incluso il Shrewsbury Flower Show, di fama mondiale.La città ha poi recentemente istituito un festival per celebrare Charles Darwin, nato proprio qui. In agosto si tiene il Shrewsbury Folk Festival, uno degli eventi folk più importanti e noti del Regno Unito.

Il clima che si respira a Shrewsbury è quello tipico della regione, con piogge frequenti durante tutto l’arco dell’anno e inverni piuttosto freddi. I mesi più colpiti dalle precipitazioni sono novembre, dicembre e gennaio, con una media di 25 giorni mensili di pioggia, mentre in ottobre, anche se i giorni piovosi sono in numero minore, è più elevata la quantità d’acqua che dal cielo cade sulle case e sulle strade della città. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, variano tra una minima di 0°C e una massima di 5°C, mentre in luglio passano dai 12°C della minima a 21°C di massima.

Per raggiungere Shrewsbury conviene servirsi dell'aeroporto di Birmingham, servito da voli di linea che partono da Milano e Roma, o in alternativa Liverpool, con voli diretti Ryan Air da Pisa, Roma e Milano.

Fonte foto, cortesia: Shrewsbury Tourist Information and Visitor Guide
close