Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Saragozza

Vacanza nel cuore dell'Aragona: la provincia di Saragozza

La provincia di Saragozza è situata in un crocevia di itinerari che conducono dal Mar Cantabrico al Mar Mediterraneo e da quest'ultimo fino all'interno delle terre della Meseta Castigliana. Occupa la zona centrale dell'Aragona confinando con le province di Huesca e Teruel e le Comunità Autonome di Navarra, della Rioja, delle due Castiglie, e la Catalogna. I suoi più di 17.000 Km. quadrati si estendono, dalle ramificazioni pre pirenaiche al nord, al Sistema Iberico con il Moncayo a ovest fino alle catene montuose attraversale da burroni e valli nella zona della Bassa Aragona. Il fiume Ebro attraversa la sua superficie articolando al suo passaggio una gran parte della attività provinciale.

II capoluogo di regione, Saragozza, e il centro politico ed economico dell'Aragona. La sua privilegiata posizione geografica, si trova a circa 300 Km. Da Madrid, Barcellona, Valencia, Bilbao e a circa 200 km. Dalla frontiera con la Francia, la convertono in un importante nucleo di comunicazioni. Saragozza è la più popolata delle tre province aragonesi, e nella sua ampia geografia, conserva innumerevoli impronte del suo passato millenario e di quelle personalità che furono e sono l'orgoglio della nostra memoria storica: Fernando il Cattolico, Gracian, Goya, Maria Moliner, Gargallo, Serrano, ecc. Saragozza possiede una importante infrastruttura turistica. Il turismo culturale, rurale, termale, sport nautici e di avventura, turismo congressuale, sono qui rappresentati al più alto livello.
La provincia di Saragozza ha testimonianze storiche che accreditano l'antichità delle sue origini. Tanto nel capoluogo di regione, con il suo ammirevole complesso romano come nei resti di Contrebia (vedi foto), Belaisca, La Zaida, Bibilis (Calatayud), Turiaso (Tarazona). Saragozza deve il antico nome al suo fondatore Cesare Augusto. Con posteriorità, culture arabe, ebraiche e cristiane, lasciarono una impronta indelebile nella fisionomia della città e di tutta la provincia.

L'offerta culturale della provincia, oltre alla abbondanza di musei, ha uno speciale interesse a quello che si riferisce il legato pittorico di Goya, sparso negli abbondanti angoli della provincia di Saragozza. Sono così stesso considerabili le possibilità di ozio culturale. Luoghi come Daroca, Calatayud (vedi foto), Veruela o Tarazona offrono festival di musica, cinema o fotografia che fanno da complemento ad una offerta variata. L'artigianato si centra principalmente sulla ceramica (Muel), in ricchi lavori in alabastro e le moderne esposizioni di artigianato tessile e di altri tipi. Durante tutto l'anno, e coincidendo con diverse festività, si tengono numerose esposizioni d artigianato in tutta la provincia. La cultura gastronomica della provincia di Saragozza si è sviluppata con l'elaborazione delle verdure della sua zona. Hanno fama meritevole carni come l'agnello, con Denominazione di Origine, i salumi o gli uccelli come le pernici. Frutta di grande varietà e pasticceria di contrastata qualità. I vini della provincia di Saragozza, di grande tradizione, contano con tre Denominazioni di Origine le quali controllano sulla qualità della produzione: "Campo de Borja", "Calatayud" e "Carifiena". In generale, la qualità dei prodotti alimentari è regolata dalla marca "C" di qualità che concede e controlla il Governo di Aragona.

Saragozza inoltre ha grandi spazi naturali: il Parco, prodigo in laghi e cascate, il fiume Pietra, il Parco Naturale del Moncayo, e la laguna di Gallocanta, i "galachos" (dirupi) dell'Ebro a Juslibol e ad Alfranca o le steppe dei Monegros confinando con Huesca. Fonte: Departemento de Cultura y Turismo - Gobierno de Aragona
  •  
close