Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio nell'Arcipelago Los Roques e le sue posadas

Il volo aereo da Caracas o Margarita vi porta a Gran Roque: é l'isola principale dell'arcipelago ed é l'unica abitata. Le sue stradine non sono asfaltate, hanno il fondo di sabbia, non esistono né auto né moto, eccetto un piccolo camion della comunità, esiste una piccola banca aperta dal dicembre 2001. Per l’accettazione delle carte di credito vi sono alcuni problemi perchè non vengono accettate da tutti.

Dal punto di vista naturalistico il cuore di Los Roques e' il labirinto della 'ensenda de los corales', visitabile solo via mare tramite le lancie dei pescatori con i 'tender' a bordo. La magia turchese della ensenada e' quasi un incubo per i navigatori, che devono avere mille occhi agli scogli affioranti, tutti costruiti dalla barriera corallina, e che si perdono a vista d'occhio alternati a bianchissimi banchi di sabbia.

Da visitare a Los Roques
le prime giornate di vacanza vengono di solito impiegate per esplorare la laguna di Cayo Frances( francisqui) e le belle spiagge che si trovano a Cayo Noreste, Cayo Pirata e Namusqui. Queste isole fanno da base d'appoggio per i pescatori d'aragosta. Altri luoghi da visitare con i Cayos di Arriba (Norosqui), di Crasqui, e quello di Crosk.
E' proprio in queste lagune immacolate che da ottobre a marzo, si riempiono delle trappole dei pescatori che vanno a caccia di aragoste, che poi potrete assaggiare nei migliori locali di Gran Roque.

Nella zona occidentale dell'arcipelago le isole e gli isolotti divengono piu' selvaggi: alcuni sono delle vere e propriè 'golosità' naturalistiche come Caranero, Los Canquise e Sarqui.
Anche se è il mondo sottomarino ad affascinare i turisti, anche a terra la rada vegetazione assume un certo fascino sui cayos con la presenza di specie di cactus e altre piante xerophite, qualche gruppo di mangrovie, e con le tipiche piante di uva caleta e dai cespugli nani raggruppabili in una sessantina di specie tra le erbe e le piante pioniere. La vegetazione ad alto fusto è praticamente assentem, ed è quasi impossibile sfuggire al sole di Los Roques! Di fatti le specie aninmali che meglio s'adatta a questo clima torrido sono dei rettili e degli ianfibi, come le iguane e le salamandre nere.

Los Roques è anche una perfetta destinazione per gli amanti del Birdwatching: in tale paradiso marino le specie di uccelli trovano un vero paradiso. Qui è possibile ammirare i grandi Pellicani che danno spettacolo di tuffi e voracità, come pure fanno i numerosi cormorani e le fregate, gli uccelli dalle picchiate spettacolari. Tra le altre specie troviamo anche i fenicotteri (Flamingo), gli aironi i gabbiani reali e molte altre specie, tra cui molte di tipo migratorio che vengono qui a svernare..

Sotto il pelo dell'acqua lo spettacolo della vita diventa un trionfo di colori e forme, ed e' molto facile incontrare tartarughe, gruppi di barracuda, le gigantesche cernie mentre gli squali, che vivono solitamente in acque piu' profonde, sono un incontro più raro, favorito se si fa snorkeling o immersioni lungo la scarpata della grande barriera sud occidentale. E' proprio in questo settore che si trovano le ultime remote isole dell'arcipelago di Los Roques, li luoghi piu' isolatie ricchi di fascino. Tra essi Cayo de Agua e l'isola di Beveque rappresentano di fatto la bellezza primordiale ed intatta dell'arcipelago.
Non molto distante si trova un'altra meta turistica importante, di tratta di Cayo dos Mosquises. anche ricordato con il nome alternativo di Cayo Estaction, per la sua stazione di biologia marina. Qui è il luogo protetto per le tartarughe, animali meravigliosi e delicati, che hanno bisogno della difesa data dal parco naturale per continuare laloro eterna lotta contro la miniccia di estinzione.

Un paradiso rimane tale se il flusso turistico non riesce a soffocarlo! Questo è sicuramente il caso dell'Arcipelago di Los Roques uno degli ultimi paradisi incontaminati dei Caraibi.

Il Turista vi ricorda che Los Roques é un Parco nazionale marino e che pur presentando un aspetto ed un colpo d'occhio di una bellezza unica e incomparabile, può presentare alcuni inconvenienti a quanti richiedono sistemazioni e comodità di standard medio alti, pertanto consigliamo una vacanza mare in questa località solamente a quanti privilegiano un mare in un ambiente unico e straordinario, sapendo di dover sopportare qualche disagio sia per il rispetto di alcune norme esistenti per proteggere l'ambiente, sia nella fornitura dei servizi offerti , specialmente nei periodi di alta stagione, e sia per mancanza di quelle comodità comuni nei grandi alberghi.

Altro problema che può procurare disagio é la presenza di piccoli insetti comuni in ambienti tropicali, accentuati a Los Roques per la presenza di una folta vegetazione di mangrovie , in modo particolare nella stagione delle piogge, pertanto consigliamo di munirVi di prodotti repellenti,specialmente per quanti sono allergici. La presenza di tali insetti non vuole assolutamente significare mancanza di igiene, perché nonostante tutte le accortezze igieniche necessarie, é quasi impossibile la loro eliminazione.

Los Roques offre ai suoi ospiti alcune tra le spiagge più belle del Sud America, ma non rispecchia affatto il vero Venezuela. Salvo che non cerchiate una vacanza fatta di mare e sole cocente, vi consigliamo di concetrarvi su altre destinazioni oppure dedicare solo alcuni giorni a questo arcipelago.

  •  
close