Cerca Hotel al miglior prezzo

Deserto in Brasile: Maranhao e il Parco di Lencois Maranhenses

Maranhao, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

I francesi sognarono un tempo di conquistare l' Amazzonia e di fondare nei tropici quella che sarebbe dovuta diventare la Francia Equatoriale con capitale a Sao Luis, nello stato di Maranhao. La città venne effettivamente fondata nel 1612 e di là essi avrebbero dovuto controllare la regione costiera lunga 640 km. Anche se fondata dai francesi, allo stato attuale San Luis ostenta un' architettura tipica portoghese. La città esibisce il più omogeneo complesso architettonico del mondo latino-americano, decorata da un incalcolabile numero di piastrelle che hanno meritato a San Luis il nome di "Città delle Tegole". Il quartiere di Praia Grande, l'antica area commerciale, è un esempio della ricchezza del passato, con antiche residenze coperte da lastre in ceramica di vari colori e formati e stradine lastricate di cantaria. Il centro moderno della città è nato in armonia con la sua architettura coloniale. Una località sicuramente da visitare, dove non mancano belle spiagge, vita notturna e deliziosa cucina a base di frutti di mare, ma la vera attrattiva è lo straordinario deserto. Diversi musei sono presenti in città e diverse belle spiagge caratterizzano il centro e le sue vicinanze. Le migliori sono quelle di San Marcos, Forte San antonio, Calhaus's Olhos d' Agua e quella sul litorale di Aracagì, carattrizzata da un piccolo castello immerso nella sabbia.

Da Sao Luis, una traversata di 45 minuti porterà, via mare, il visitatore ad Alcantara, monumento storico recentemente dichiarato Patrimonio Nazionale del Brasile. Qui il visitatore è sopraffatto da una combinazione di sensazioni tra antico e moderno. Da un lato rovine dei tempi che furono, dall' altro il più avanzato centro spaziale del Sudamerica, dove è necessario munirsi di un' autorizzazione del Ministero dell' Aeronautica per poter accedere al centro spaziale. Consigliata è la visita alla meravigliosa chiesa di Nostra Senhora del Carmo e al museo cittadino. La spiaggia più bella è quella di Livramento a 10 minuti, da Alcantara.

Non è facile descrivere le sensazioni che si provano quando si arriva nel Parco di Lencois Maranhenses,1.550 kmq di superfice, un vero santuario ecologico nel nord-est del Brasile. Quest'area è soprannominata 'il Sahara brasiliano', ma è molto di più di questo. In nessun altro posto è possibile trovare oceani infiniti di alte dune di sabbia bianca che raggiungono anche i 30 mt e laghi di acqua pura e cristallina, creando un panorama primitivo di incomparabile bellezza. Il punto di partenza per visitare il Parco è la citta' di Sao Luis, la capitale dello stato e Patrimonio Culturale dell'Umanita'. Da Sao Luis si può raggiungere la città di Barreirinhas con un trasferimento terrestre di circa 3h30 (266 km) o un volo privato di 40 min. Qui si trovano hotel e pousadas, dove alloggiare per prendere parte alle numerose escursioni organizzate, tutte con guide locali specializzate parlanti portoghese. Ci si sposta a bordo di jeep 4x4 per attraversare le distese di dune e i numerosi piccoli fiumi, e a bordo di tipiche imbarcazioni di legno per risalire il grande Rio Preguica, le cui rive sono coperte da fitta e lussureggiante vegetazione, con numerose palme tropicali.

Il Rio Preguica sfocia direttamente in mare aperto, formando un'intricata rete di fiumi, isole e lagune. Divide in due metà il Parco: Grandi Lencois e Piccole Lencois. In quest'oasi vivono alcune specie in via di estinzione, come le tartarughe marine giganti. Il periodo migliore per visitare il parco è da giugno a novembre, quando le depressioni tra le dune sono piene d'acqua e formano i piccoli laghi dove è possibile immergersi per un bagno rinfrescante. La sabbia non è mai troppo calda, e si può camminare anche senza scarpe! Tra i piccoli e pittoreschi villaggi del parco troviamo Tapuio, Sao Domingos, Mandacaru (dal cui faro sull'Oceano si gode di una vista spettacolare), Caburè e Atins. La maggior parte della popolazione di quest'area vive di pesca e solo da poco il turismo si sta affermando come attività economica. Le spiagge piu' frequentate sono Ponta do Mangue, Vassouras, Morro da Boi, Praia do Caburé e Barra do Tatu, luoghi dove i sogni diventano realtà.

  •  

News più lette

close