Cerca Hotel al miglior prezzo

Bayahibe, vacanza nel cuore del Parque Nacional del Este

Pagina 1/2

Un piccolo villaggio che regala ancora scorci di Caraibi veri, ma anche un centro specializzato che offre tutti i confort e i pacchetti utili alla realizzazione di una vacanza in cui non dovrete pensare ad altro che divertirvi.
Queste sono le due anime di Bayahibe, la possibilità di offrire ogni tipo di confort con i resort e Hotel 'all inclusive' oppure vivere una vacanza fatta di piccole case, barche di pescatori, il tutto circondato dalla foresta verdissima del Parque Nacional del Este.

Per arrivare a Bayahibe conviene volare a La Romana. all'aeroporto internazionale, e da qui noleggiare un auto o farsi portare con i mezzi pubblici in direzione del Rio Chavon. Superato il fiume la strada si fa spettacolare con magnifiche viste sul fiume dal Altos de Chavon, prima di arrivare in meno di 30 minuti al villaggio di Bayahibe, seguendo un percorso che si allontana parecchio dalla linea di costa..

Il centro di Bayahibe è piuttosto raccolto. Il villaggio sorge di fronte ad una baia protetta da due promontori rocciosi, ed è di dimensioni davvero raccolte, circa 300x300 m e si percorre a piedi in pochi minuti. Le piccole case colorate, le palme e soprattutto le barchette variopinte ancorate nella rada rendono l'atmosfera particolramente rilassata e ispiratrice di belle fotografie. Nella parte a nord del centro si trova il complesso residenziale del Sunscape Casa del Mar, un resort che rimane al di dietro di una fantastica spiaggia trapuntata da esili ma slanciate palme. Il mare è anche'esso molto attranete, al pari del paesaggio. Tutta la zona di Bayahibe è bene posizionata per contemplare i tramonti, qui sempre colorati e ricchi di fascino.

... Pagina 2/2 ... A sud di Bayahibe si trovano invece altri complessi turistici piuttosto famosi. Per raggiungerli si ritorna a prendere la strada per Altos de Cavon ma dopo meno di un chilometro di piega a destra, si percorre una strada lunga circa 3 chilometri immersa nel verde e si giunge alla zona dei resorts: Viva Dominicus Beach, Viva Dominicus Palace, Iberostar Hacienda Dominicus e Hilton Coral Canoa. Indubbiamente molto del flusso turistico proveniente dall'Italia si dirige al complesso dei Viva Dominicus, suddividendosi tra Beach (più giovanile) e Palace (più elegante) per una vacanza in grado di soddisfare tutte le esigenze più disparate.

Tutti però troveranno una convergenza sulle escursioni da compiere, visto che gli ambienti naturali spettacolari qui non mancano proprio.
A bordo dei catamarani ogni giorno decine di persone compiono l'escursione alla solitaria Isla Saona, che fa parte del territorio del Parco Nazionale del Este, che si estende fino alla zona di Punta Cana. Dalla zona dei Viva Dominicus la distanza da percorrere supera di poco le 10 miglia e sicuramente lo sforzo fatto per arrivare fino a qua è ampiamente ripagato dai paesaggi mozzafiato, soprattutto la qualità delle acque, turchesi, dal fondo bianco sabbioso, con delfini, tartaughe e tantissime specie di uccelli da scoprire durante l'escursione. Nota per ilTurista: queste acque e i loro fondali sono meta privilegiata per gli amanti del diving (immersioni), appassionati di immersioni di tutto il mondo, accorrono infatti numerosi.


loading...
close