Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Basseterre

Basseterre, guida della Capitale di Saint Kitts e Nevis

Capitale dello stato di Saint Kitts e Nevis, ma situata fisicamente sulla prima delle due isole, Basseterre fu fondata dai francesi nel 1627 in una baia della costa meridionale, affacciata sul Mar dei Caraibi. Soltanto un secolo dopo, nel 1727, gli inglesi decisero di spostare qui la capitale di quella che nel frattempo era diventata la loro colonia.
L'economia locale fu basata per decenni sulla coltivazione e l'esportazione della canna da zucchero, in particolare a cavallo del 1700, salvo poi diminuire di intensità ed importanza fino al definitivo tracollo nel XIX secolo, a causa della concorrenza della barbabietola da zucchero europea e l'abolizione della schiavitù. La costruzione della Sugar Factory nel 1912, un'industria che seguiva l'intero processo di lavorazione dello zucchero, fu una boccata d'ossigeno per l'economia locale. Non fu tuttavia un'industria isolata sul territorio, perchè per farla funzionare fu costruita anche un'importante infrastruttura come la ferrovia, tutt'oggi funzionante, che portava il raccolto dalle campagne alla fabbrica. Attualmente i quasi 20000 abitanti di Basseterre e dei suoi dintorni si dedicano all'agricoltura (frutta, cotone) ed al turismo, settore in forte crescita.

La città è risorta più volte nel corso della storia a causa delle devastazioni provocate da incendi, uragani, terremoti ed altri disastri naturali, ma è in particolare nel 1867 che la capitale viene in buona parte distrutta da un incendio e deve essere ricostruita.
La vita della città è concentrata soprattutto attorno alla zona di The Circus, una rotonda ispirata alla più famosa Piccadilly Circus londinese, in stile vittoriano, in mezzo della quale sorge il Berkeley Memorial Clock, una piccola torre verde con un orologio su ogni lato.
La città presenta molti edifici dell'epoca coloniale, come il Ministero del Tesoro (Treasury Building) o la Government House, edificio del 1834, che fu dapprima dimora di un ricco commerciante per poi divenire sede dell'Arcidiacono nel 1842; oggi il palazzo è divenuto residenza ufficiale del Governatore.
Il Treasury Building, proprio di fronte al mare, è una chiara testimonianza della colonia e dei tempi che furono; attraverso i suoi archi sono passate idealmente tutte le merci e tutti coloro che sono arrivati o partiti da St.Kitts.
Su Independence Square (così chiamata in seguito all'ottenimento dell'Indipendenza nel 1983) sorge la Georgian House, risalente alla fine del Settecento; all'interno delle sue celle venivano ammassati gli schiavi prima di essere trasferiti nelle piantagioni. Passato di proprietà più volte durante gli ultimi duecento anni, ora appartiene ad un uomo facoltoso che l'ha affittato ad un ristorante di lusso.

Come molte altre chiese dei Caraibi, anche la Cattedrale dell'Immacolata Concezione di Basseterre, meglio conosciuta come Notre Dame, fu costruita dai Gesuiti francesi nel 1670 ma distrutta da un incendio appiccato dagli inglesi nel 1706 e ricostruita successivamente nel 1710 come chiesa anglicana. Con la nuova denominazione di St.George's, divenne luogo proibito ai cattolici. Danneggiata seriamente da uragani e terremoti (famoso quello del 1842), la chiesa che si presenta agli occhi del visitatore oggi è datata 1856, seppur restaurata in diverse occasioni dopo il passaggio degli immancabili cicloni tropicali. Visitabile fin dentro il campanile, è una visita consigliata a chi desideri godere di un ottimo panorama dell'isola.

Uscendo dalla città, pochi chilometri a sud-est di Basseterre si presenta in tutta la sua bellezza Frigate Bay, una delle zone maggiormente turistiche di St.Kitts; la sua lunghissima spiaggia di sabbia bianca ospita bar e ristoranti ed è il luogo ideale per abbandonarsi alle attività tipiche della vita di mare come gli sport acquatici o più semplicemente al relax totale.

Per raggiungere la piccola nazione caraibica, il Robert L.Bradshaw International Airport, situato nella zona nord-est della città, è collegato direttamente all'Europa via Londra e a diverse città nordamericane come Miami e New York, nonché a molte altre durante il periodo di alta stagione. E' inoltre possibile recarsi nel paese viaggiando sulle navi da crociera, che attraccano a Port Zante, nel centro della baia.
Esistono infine, per gli spostamenti tra le due principali isole, collegamenti regolari con il traghetto tra i porti di Basseterre (St.Kitts) e quello di Charlestown (Nevis), offerti da diverse compagnie.
  •  

 Pubblicato da - 01 Dicembre 2011 - ę Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close