Cerca Hotel al miglior prezzo

Viñales (Vinales), Cuba. La cittadina e la valle patrimonio UNESCO

Vinales, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Viñales è una cittadina di circa 20.000 abitanti nella provincia cubana di Pinar del Río al centro di una delle più belle valli del mondo: stiamo parlando della Valle de Viñales, dichiarata nel 1999 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO per la particolarità e lo splendore delle sue formazioni rocciose. La configurazione geologica del Parque Nacional Viñales, nella zona occidentale di Cuba, comprende infatti alcune incredibili colline calcaree – dette mogotes – tra le pieghe della Sierra de los Órganos, in fondo ad una spettacolare strada proveniente da sud.

Pur essendo rimasta sostanzialmente dimenticata per anni, negli ultimi tempi Viñales ha saputo rilanciarsi come località di villeggiatura, proponendo una ricca offerta a base di relax e turismo ecologico. Il fatto che il centro sia rimasto silenzioso e tranquillo non vuol dire che non si sia dotato di infrastrutture turistiche e di servizi, elementi che hanno coronato una delle zone tra le più spettacolari dal punto di vista paesaggistico di tutta la regione caraibica.

Con i suoi famosi mogotes, le bizzarre e gigantesche estrusioni calcaree la cui forma ricorda grandi mucchi di fieno, Viñales è diventata una meta molto ricercata dai rocciatori, dagli escursionisti e da chiunque sappia emozionarsi davanti allo spettacolo offerto dalla natura.

La città, deliziosamente pittoresca, è la base di partenza per le escursioni a piedi, a cavallo o in bici nella valle circostante. Chi vi soggiorna vi trova comunque qualche punto d'interesse da scoprire: la Casa de la Cultura sui trova proprio sulla piazza principale, oltre ad ospitare alcune mostre, si trova in un antico palazzo coloniale che si può visitare gratuitamente.
Il Jardín Botánico de las Hermanas Caridad y Carmen Miranda è un vasto giardino che conta quasi un secolo di vita al cui interno le orchidee fioriscono rigogliose accanto a teste di bambole di plastica; tutt’intorno gigli, alberi di mango, alberi del pane, di cacao e altre piante tropicali completano lo scenario di questo luogo incantato.

Il Museo Municipal Adela Azcuy Labrador ha sede in calle Salvador Cisneros n°15, nella casa in cui visse l’eroina dell’indipendenza nazionale Adela Azcuy (1861-1914) e rappresenta l’allestimento museale più importante della città. La sua piccola ma interessante collezione è incentrata sulla storia di Viñales, l'ambiente e l'etnologia.

Il principale richiamo per il turismo internazionale a Viñales è però rappresentato dal Parque Nacional Viñales. L'area protetta ha un'estensione di circa 150 km2 e, oltre ai mogotes, comprende anche le piantagioni di caffè e tabacco disseminate nei campi di terra rossa. I contadini – o guajiros – che vi abitano producono il migliore tabacco del mondo, utilizzato per i famosi sigari cubani. Le tipiche case in legno dei guajiros, con tetti di palma e veranda sul davanti sono chiamate bohíos, mentre le capanne alte che si vedono sparse nei campi sono le casas de tabaco, dove vengono essiccate le foglie di questa preziosa pianta.

Circa 4 chilometri ad ovest del centro si trova il Mural de la Prehistoria, un enorme dipinto che occupa un'intera parete del mogote Dos Hermanas che fu realizzato a partire dal 1961; questo enorme murales (180x120 metri) realizzato dall'artista Leovigildo Gonzales richiese 10 anni di lavoro.
Se desiderate ammirare un panorama spettacolare sulla valle risalite a piedi il Sendero al Mural, dalla base della parete fino alla cima del mogote.

La Gran Caverna de Santo Tomás, presso El Moncada, 18 km a sud-ovest di Viñales, è un luogo assolutamente imperdibile dove 47 chilometri di gallerie sotterranee snodate su otto livelli formano il più grande complesso speleologico di Cuba, nonché uno dei più grandi dell'America Latina.
Decisamente più piccola è invece la Cueva del Indio, una caverna 5,5 km a nord di Viñales dove scorre un fiume sotterraneo.

Un dei modi migliori per godersi la natura della Valle de Viñales è quello di noleggiare una bici e seguire i percorsi delle escursioni ufficiali – come l'anello di San Vicente/Ancón, il Maravillas de Viñales o quello del Cocosolo Palmarito – oppure di farsi consigliare dai gestori delle casas particulares o dell'hotel in cui si pernotta: in ogni caso si tratta di percorsi affascinanti che permettono di entrare in contatto con la realtà del luogo.

Chi desidera immergersi nell'acqua fresca da queste parti può fare un bagno nella piscina naturale della Cueva del Palmerito, che può essere solo il prologo ad uno spostamento sulla costa nei giorni successivi alla spiaggia di Cayo Jutías, circa 60 km a nord-ovest di Viñales.

Clima
Il clima di Viñales è tropicale, caratterizzato dallo spirare costante dagli alisei, che determina due stagioni nettamente distinte tra loro: quella secca, che va da novembre ad aprile, con temperature comprese tra 19° e 25°C, e quella umida, compresa tra maggio e ottobre, durante la quale si registrano valori compresi mediamente tra 22° e 31°C. In quest’ultima stagione le precipitazioni sono abbondanti e spesso di forte intensità, con l’ulteriore rischio che tra agosto e ottobre possano verificarsi violenti uragani.

Come arrivare
Viñales è collegata a L'Avana da due strade, quella più veloce è l'Autopista Nacional (autostrada gratuita) che passa da Pinar del Río, mentre quella più avventurosa e interessante transita da Bahía Honda.
La stazione degli autobus si trova in calle Cisneros di fronte alla piazza principale, da dove ogni giorno partono e arrivano le corse da/ per la capitale, distante circa 180 km (4 ore in autobus), o da/per Pinar del Río (30 km).
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close