Cerca Hotel al miglior prezzo

Merida, vacanze tra le meraviglie dei Maya

Merida, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La capitale dei Maya, Merida si trova sulla punta nord-occidentale dello Yucatan, ad una trentina di km dal Golfo del Messico. Tutta l'area intorno alla città è ricca di rovine Maya a testimonianza che l'antica Merida, T'ho in lingua Maya od anche chiamata Ichcaanziho, ebbe periodi di grande splendore.
Fu nel lontano 1542 che la città Maia cadde dopo un lungo assedio ad opera di Francisco Montejo e i suo figlio detto el Mozo. Da allora la nuova città, Merida, divenne il centro principale dello Yucatan e la dominazione Maya un ricordo lontano, brecciato come le rovine che rimangono al margine della città moderna. Come spesso succede a seguito di una nuova dominazione, anche Merida è fatta in parte delle pietre delle città Maya, spogliate delle loro bellezze per costruire la nuova città.

La figura di Montejo è ancora ben visibile nella città: uno degli edifici più belli, in stile plateresco - cioè nello stile rinascimentale spagnolo - è la Casa de Montejo, ma anche la zona più turistica di Merida si snoda attorno Paseo Montejo, strada posta a nord del centro storico che porta il nome del conquistadores. È la zona migliore per trovare buoni ristoranti e hotel di un certo prestigio.
Tra i suoi monumenti Merida conserva un primato, quello di possedere la Cattedrale più antica dell'america latina, isole caraibiche escluse: è la Cattedrale San Idelfonso (fondata nel 1561), con una facciata semplice ma elegante che porta il colore dei palazzi Maya. Infatti la costruzione fu iniziata utilizzando materiale proveniente dai siti, ora archeologici, adiacenti alla città.
L'interno è piuttosto imponete, con grandi colonne che lo rendono particolarmente suggestivo ed austero. Di fronte alla chiesa si trova la Plaza Mayor, detta anche el Zocalo, un quadrato di 120×120 m con un giardino al centro, mentre Casa Montejo si trova nel lato sud.

La città è piacevole da passeggiare, è anche conosciuta come la città bianca, anche se solo una parte degli edifici sono fedeli a questa denominazione. Lungo le strade principali si trovano molti negozi e Merida è uno dei luoghi migliori per lo shopping nello Yucatan, unico difetto il caldo umido tropicale, che durante il giorno rende piuttosto fastidioso il passeggio, cosa che rende la città un po' sonnolenta e pigra. Nel caso un rifugio può essere costituito dal parco del Centenario, situato ad ovest dal centro cittadino. Di sera però Merida tende ad animarsi e diventa decisamente più intrigante, con bancarelle, musica, mercatini e stand gastronomici, come ad esempio nel Parco Santa Luciam che si trova a nord oltre il parco Hidalgo.

A nord di Merida si trova il sito archeologico di Dzibilchaltùn, che contiene il famoso Tempio delle sette Bambole, chiamato così per il ritrovamento alla scoperta di sette piccole effigi presso le rovine del tempio. A testimonianza della evoluta architettura Maya, il tempio ha due finestre che vengono illuminate contemporaneamente solo al momento dell'equinozio.
Un altro sito archeologico si trova a sud-est della città a circa 25 km da Merida: è il sito delle rovine Maya di Acancéh, databile circa 300-600 d.C. anche se ci sono discordanze a proposito. Ancora più a sud troviamo un sito interessante dal punto di vista storico, Tipikal, anche se rimangono ormai poche rovine.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close