Cerca Hotel al miglior prezzo

Concord (New Hampshire): guida ad un viaggio in cittą

Concord, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Concord, abitata da 40.000 abitanti, è la capitale del New Hampshire, stato appartenente alla regione del New England negli Stati Uniti, oltre ad essere capoluogo della contea di Merrimack.

La storia inerente a Concord comincia ben prima della data della fondazione, quando il territorio era ancora popolato dagli Abenaki, un popolo nativo americano, che indicavano questa zona col nome di Pennacook. Pesca al salmone ed allo storione, caccia al maiale selvatico, discese in canoa, incisioni su rocce e cortecce, queste erano le occupazioni ed i passatempi degli indiani, che vissero in pace e tranquillità fino ai primi anni del Settecento, quando la Provincia di Massachusetts Bay istituì la giurisdizione del New Hampshire. Tra il 1725 al 1727 vennero posate le prime pietre di Concord, che intraprese un processo di crescita perdurato per tutto il secolo e anche nell’Ottocento, fino alla Guerra Civile, che comunque da queste parti non causò gravi dissesti politici.

I principali siti di interesse turistico sono: il New Hampshire State House, uno dei più antichi delle zona, progettato e realizzato tra il 1815 ed il 1818 su disegno dell’architetto Stuart Park, ma poi più volte ristrutturato, come nel 1866, o ampliato, con l’aggiunta datata 1910 di tutta l’ala ovest; l’Eagle Hotel, che sorgeva proprio di fronte al Campidoglio, un lussuoso albergo nel quale trascorsero la notte precedente al primo giorno di votazioni molti futuri candidati alla presidenza degli Stati Uniti, il cui tour elettorale si concludeva proprio a Concord e nel New Hampshire, primo stato a recarsi in cabina elettorale per eleggere i delegati che sosterranno lo sfidante del presidente in carica; il Phenix Hall, un edificio che ha sostituito il vecchio Phenix Hall, bruciato nel 1893, caratterizzato come il precedente da una moderna sala auditorium, utilizzata per comizi politici, rappresentazioni teatrali e fieri, nella quale nel 1912 si esibì in un lungo monologo il presidente Theodore Roosevelt; la Walker-Woodman House, in direzione nord percorrendo Main street, la più antica residenza di Concord, costruita per il Rev Timothy Walker tra il 1733 ed il 1735; e la New Hampshire Historical Society, proprio davanti allo State House, che comprende anche il Christa McAuliffe Planetarium e che illustra attraverso documenti e reperti vecchi anche migliaia di anni la storia dello stato.

Molto radicata sul territorio è la presenza dei cosiddetti “media”, gli organi di informazione, che a Concord si presentano in tutte le forme possibili, dalla carta stampata, monopolizzata dagli articoli del quotidiano The Concord Monitor, che esce anche con il settimanale The Concord Insider, alle televisioni, tra le quali la più importante è la WPXG-TV, fino alle frequenze radio della WKXL.

Il clima, definibile sommariamente umido continentale, presenta delle particolarità dettate dalla vicinanza con l’Oceano Atlantico, che oltre a mitigare le temperature nei mesi invernali, contribuisce a mantenere il tasso di umidità sempre piuttosto elevato. Il risultato porta a temperature medie estive che vanno dai 28 gradi per le massime, ai 15 per le minime, ed invernali che passano rispettivamente da 1 a -8 gradi. Le precipitazioni, che inverno si presentano quasi esclusivamente sotto forma di neve, sono nell’ordine dei 1.000 mm di pioggia all’anno, equamente distribuiti su tutti i dodici mesi.

Le principali vie di comunicazione che passano da Concord sono le Interstate I-89 e I-93, che si aggiungono alle molte statali che corrono verso il mare. L’aeroporto cittadino, il Concord Municipal Airport, situato poco fuori dal centro in direzione sud-est, è uno dei più importanti dello stato anche se non è servito da tratte internazionali.
  •  

 Pubblicato da - 05 Dicembre 2008 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close