Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Malibu

Malibu, California: vacanza tra Zuma e Surfrider Beach e la Malibu Lagoon

Pagina 1/2

Malibu (altresì chiamata Malibù) è una piccola e graziosa cittadina di poco più di 10.000 abitanti situata ad ovest della Contea di Los Angeles, ad una quartina di chilometri dal centro del capoluogo, in California. L’insediamento, che si affaccia per 27 miglia sulle acque dell’Oceano Pacifico dall’estremità settentrionale della Santa Monica Bay, è molto conosciuto per la qualità del turismo balneare e per le residenze di alcuni importanti personaggi del mondo dello spettacolo, tra i quali Mel Gibson, Paris Hilton e Pierce Brosnam. Una famosa targa affissa in città recita: “Malibu: uno stile di vita”, materializzando chiaramente un pensiero molto in voga negli Stati Uniti negli ultimi anni.

Anticamente abitato dalla popolazione nativa dei Chumash, il territorio dell’odierna Malibu fu esplorato per la prima volta nel 1542, anno in cui l’esploratore spagnolo Juan Cabrillo sbarcò nell’incantevole Laguna di Malibu con l’intento di rinfrescarsi nelle sue acque cristalline. La presenza spagnola nella zona cominciò a farsi decisamente forte a partire dalla seconda metà del XVIII secolo, quando vi si istituirono decine di missioni con l’intento di cristianizzare gli indigeni. Nel 1802 l’area cittadina divenne parte di un’estesa concessione territoriale, di cui si appropriò, nel 1891, Frederick Hastings Rindge, che vi si trasferì insieme alla moglie Rhoda May Rindge, proteggendo la zona dall’eventuale costruzione di una linea ferroviaria. Nel 1929 lo stato americano riuscì finalmente a rimpossessarsi di questa estesa porzione di città, intimando ai Rindge di vendere ed affittare i propri terreni. Nel 1926, per far fronte all’imminente perdita dei terreni, Rhoda May Ridge aprì una piccola fabbrica di mattonelle di ceramica, la Malibu Potteries, che divenne rapidamente un importante fornitore per cantieri sparsi per tutta la contea, prima che gli effetti della grave depressione ed una serie di incendi ne fiaccassero la produttività.

L’obiettivo del 99% dei turisti in villeggiatura è il mare. Da questo punto di vista infatti Malibu è assolutamente straordinaria, potendo vantare alcune tra le più belle spiagge della West Coast. Queste ultime sono le archetipiche spiagge californiane, le migliori per prendere il sole e fare il bagno, e sono situate ad ovest del centro abitato, caratterizzandosi per il meraviglioso sfondo delle frastagliate montagne della Santa Monica Mountains National Recreation Area. I lidi più conosciuti sono: Zuma Beach, Surfrider Beach e la Malibu Lagoon, che con le sue onde richiama costantemente e ad ogni stagione decine di surfisti.

Per rimanere a stretto contatto con la natura si può visitare il California State Parks, un esteso parco ideale per effettuare escursioni a cavallo, trekking e gite in mountain bike. Chi ama la bicicletta ma vuole rimanere su strada potrà percorrere la Pacific Coast Highway, lungo la quale si aprono panorami e scenari mozzafiato.
... Pagina 2/2 ...
Dal punto di vista culturale l’offerta è altrettanto ricca ed interessante. Tra i musei non si può perdere il Getty Villa, un museo d’arte compreso nel J. Paul Getty Museum, appena fuori dalla città verso Los Angeles. Al suo interno si potranno ammirare collezioni di sculture, manufatti ed opere d’arte risalenti all’antica Grecia, all’epoca romana ed agli etruschi. La Malibu Art Associacion è un’organizzazione no-profit che promuove l’arte organizzando spettacoli, eventi e workshop aperti al pubblico. I festival più seguiti ed apprezzati sono: il Malibu Arts Festival, che si tiene ogni anno l’ultimo week-end di luglio; il Malibu International Film Festival, un’importante vetrina per attori e registi provenienti da tutto il mondo; il Malibu Chili Cookoff, sponsorizzato dal Kiwanis Club di Malibu ed i cui proventi vengono devoluti a favore degli enti preposti alla tutela dei bambini; ed il Malibu Nautical Triathlon, una competizione in programma ogni settembre.

Il clima è eccezionale, soleggiato per più di 300 giorni all’anno e mitigato dalla presenza dell’oceano. Le temperature medie vanno dai 24/25 gradi di agosto, quando si raggiungono picchi di poco superiori ai 30 gradi, ai 16/17 di gennaio, quando difficilmente si scende al di sotto dei 10/11 gradi anche nelle ore notturne. Le precipitazioni sono scarse, generalmente di breve durata, e si concentrano tra i mesi di novembre e di marzo, per poi praticamente sparire per tutta la stagione estiva. L’unico aspetto climaticamente negativo è la frequente formazione di fitte nebbie, che avvolgono lunghi tratti della costa specialmente a cavallo tra primavera ed estate.

Per quanto riguarda i trasporti, questi vertono attorno alla Pacific Coast Highway, che costeggia il litorale di tutta la baia fino a ricongiungersi, nei pressi di Los Angeles, con le più importanti autostrade interstatali della California.
loading...
close