Cerca Hotel al miglior prezzo

Cittą coloniali del Messico, ecco le 10 destinazioni da vedere

Pagina 1/2

Le città coloniali del Messico, che si possono visitare con un tour che include cuore della nazione messicana e le zone del sud-est, verso il confine con il Guatemala, punteggiano la confederazione come una serie affascinante di perle. Ogni città è unica nel suo carattere, ma legata alle altre da una comune bellezza architettonica, una storia turbolenta, e grande ricchezza culturale.

E come una collana di perle, le città coloniali sono anche belle da guardare. Ospitano chiese di grande valore artistico e scenografico, piazze e parchi, vicoli e palazzi dove si possono scattare un sacco di bellissime foto. Naturalmente le città coloniali non sono solo cose belle da ammirare, ma anche una parte vibrante della cultura viva del Messico. Decine di migliaia di persone, locali e turisti, partecipano ad importanti feste annuali come succede a Mérida, Guanajuato, Morelia ed altrove. Inoltre a San Cristóbal de las Casas, la popolazione indigena sembra smentire l'evidenza che i nativi Maya siano scomparsi da tempo, anche se adesso si trovano a lottare contro la povertà, una delle tristi eredità della colonizzazione spagnola.

Soprattutto, il Messico coloniale è una ricchezza al margine del flusso turistico internazionale: con spiagge spettacolari da entrambe le parti, e siti archeologici di fama mondiale sparsi ovunque, il Messico offre una tale quantità di cose da vedere che a volte è facile dimenticare come siano veramente magiche queste città legate alla dominazione coloniale spagnola.

1) Guadalajara nello stato di Jalisco
La seconda città più grande del Messico è aperta e cordiale, e sorprendentemente facile da visitare. Il suo centro coloniale si estende per quasi un chilometro, chiuso a libro da una splendida cattedrale e dall'Instituto Cultural Cabañas, un orfanotrofio trasformato in museo, uno dei migliori del paese. Le enclavi di Tlaquepaque e Tonalá, entrambi a breve distanza, sono la patria di generazioni di artigiani che producono arte popolare di ogni genere, alcune delle quali veramente squisite. Da non dimenticare che i Mariachi (gruppi musicali folkloristici) e la tequila, sono entrambi nati anche qui, e qui potete scoprire le loro sorgenti, facendo un tour in Plaza de los Mariachis o recandovi in una distilleria, per l'appunto nella vicina città di Tequila. Da non perdere poi la banda municipale che offre concerti gratuiti nella Plaza de Armas alle sere del martedì, giovedì e domenica.

2) Guanajuato
Le strade strette e tortuose di Guanajuato sarebbero incredibilmente frustranti da percorrere se non fosse per il loro fascino, dannatamente estremo. Ma il vero charme della città è davvero questo, quello di perdersi tra i vicoli, giardini e deliziosi piccoli parchi. Inoltre nel mese di ottobre, Guanajuato ospita il suo famoso festival "Cervantino", tre settimane di musica, teatro, spettacoli di strada, ed una la folla enorme e festante. Guanajuato è abbastanza tranquilla per il resto dell'anno, anche se spesso spettacoli si svolgono nei teatri della città. Guanajuato ha anche una serie particolare di musei: uno su Donchisciotte, un altro sull'artista di murales Diego Rivera, e un terzo sulle mummie, quest'ultimo ideato quando i funzionari della città scoprirono che i corpi sepolti qui tendevano a mummificarsi, piuttosto che decomporsi. Questo però non è un luogo per deboli di stomaco.

3) Merida, stato di Yucatan
Fondata nel 1542, Mérida è un gioiello architettonico e culturale, con chiese e palazzi coloniali, oltre che numerosi musei, teatri e caffè, monumenti qua e là, e bei viali alberati da cui partire per le vostre visite. Tutti i giorni della settimana, la città ospita una manifestazione folcloristico-culturale con danza, musica dal vivo, recitazione e feste in tutta la città, che sono ben frequentate sia da gente del posto che da viaggiatori. Per aiutarvi ad avere una panoramica delle proposte settimanali di Merida, potete procurarvi il giornale Yucatán Today, una rivista mensile gratuita distribuita presso l'ufficio informazioni turistiche sulla piazza principale di Merida. Da non perdere il Museo Regional de Antropologia che ospita una delle più belle collezioni di reperti Maya del Messico: il biglietto costa meno di 3 euro e il museo vale molto di più della spesa! (Chiuso il lunedì)

4) Morelia, stato di Michoacán
Morelia prende il nome da José María Morelos, un eroe della guerra per l'indipendenza. Si tratta di un elegante luogo, quasi maestoso, con ampi viali, architettura barocca, e un imponente cattedrale. Il suo centro storico è facilmente percorribile a piedi, e con diversi musei e vari eventi mensili, Morelia permette facilmente di compiere delle uscite culturali. Per un soggiorno più gustoso, dirigetevi al quotidiano Mercado de Dulces (Mercato dei dolci), dove innumerevoli dolci di tutti i sapori diversi, sono venduti e dove la cajeta (latte di capra caramellato) risulta davvero un sogno gastronomico. Ricordatevi che da novembre a marzo, 100 milioni le farfalle monarca migrano verso il Messico dagli Stati Uniti e dal Canada. Possono essere viste nel Santuario de Mariposas El Rosario (Il santuario delle Farfalle), a soli 110 chilometri circa da Morelia, una facile gita di un giorno che davvero vale la pena di fare.

5) Oaxaca de Juarez
... Pagina 2/2 ...Oaxaca de Juárez, è la città coloniale preferita da molti viaggiatori, e lo è per ottimi motivi: è qui che si trova la spettacolare chiesa di Santo Domingo, oltre che grandi musei e gallerie, una ampia ed ombrosa piazza e caffetterie all'aperto ideali per stare in relax e guardare il passaggio. Oaxaca ha anche una importante popolazione indigena e se andate a luglio, non perdetevi la Guelaguetza, una manifestazione che coinvolge gruppi di ballo locali in tutto lo stato di Oaxaca. Aggiungete al tutto un ottimo clima, e alloggi per tutte le tasche, e si capisce perché sono così tanti i visitatori che decidono di prolungare il proprio soggiorno qualche giorno in più. Per chi non si impressiona facilmente, al mercato cittadino troverete delle ragazze che vendono dentro delle ceste una specialità del luogo: sono le chapulines, e cioè una specie di cavallette. Di solito vengono fritte con peperoncino e sale, le piccole sono croccanti, quelle più grandi invece tendono al gommoso

6) Puebla
Orgogliosamente conservatrice, Puebla ha decine di chiese, che variano per dimensioni e stile, e tutte molto frequentate. Più impressionante è la cattedrale principale,che si trova in posizione dominante, che ha richiesto un centinaio di anni per essere completata e che si dice sia la più alta del paese. Il Museo de Amparo, che si trova a breve distanza, ha una notevole collezione di arte pre-ispanica e coloniale ed artefatti. Puebla è anche una buona base per escursioni nel resto della regione, soprattutto verso Città del Messico, che si trova appena a due ore di distanza. Assicuratevi di provare il piatto più famoso di Puebla: chile en nogada, un peperone poblano ripieno di carne e sormontato da una bianca salsa di crema di noci e semi di melograno. Si tratta di una variazione di fantasia dei rellenos del cile (peperoni ripieni), con i colori che in questo caso corrispondono a quelli della bandiera messicana.

7) Querétaro
Storicamente, Querétaro è una delle città più importanti del Messico, ed è qui che il movimento per l'indipendenza del Messico è iniziato, e 38 anni dopo è stato raggiunto con la firma del trattato di Guadalupe Hidalgo. Inoltre quasi 70 anni dopo, anche la Costituzione messicana fu firmata qui, cementando l'importanza nazionale di Querétaro. Oggi, i suoi edifici sono perfettamente curati, le sue belle piazze ed i monumenti commemorativi di eventi storici la rendono una popolare destinazione turistica. Anche se nel complesso risulta una città tentacolare, il centro storico è piccolo, il che lo rende facile da esplorare a piedi. La domenica sera, gli abitanti della città si recano a Plaza de la Independencia, la piazza principale di Querétaro, a ballare la musica Danzon, uno stile caratterizzato dai movimenti lenti, importato dalla città costiera di Veracruz.

8) San Cristóbal de las Casas, stato del Chiapas
Incastonato nel cuore delle montagne del Chiapas, San Cristóbal de las Casas è un perfetto mix tra una classica città coloniale, scene culturali bohemien, e forti influenze indigene. E 'il genere di posto in cui è possibile perdersi vagando lungo le strade acciottolate, ammirando belle chiese antiche, rovistando un mercato indigeno, esplorare un ben curato museo, e facendosi catturare da un gruppo locale di artisti. Il Chiapas è noto per la sua ambra, la giada e le stoffe tessute a mano e San Cristóbal è sicuramente il posto migliore per trovare questi prodotti. I mercati all'aperto di fronte al Tempio di Santo Domingo e le boutique di Avenida Miguel Hidalgo sono i migliori posti per fare acquisti.

9) San Miguel de Allende, stato di Guanajuato
Dichiarato Monumento Nazionale nel 1926, San Miguel de Allende è un gioiello architettonico con le strade lastricate, le classiche Casonas (palazzi)del 18 ° secolo , e delle belle chiese, tra cui una con una insolita facciata in stile gotico. E inoltre è conosciuto come rifugio degli artisti e uno dei posti migliori per imparare lo spagnolo, cosa che lo rende una tappa particolarmente popolare tra i viaggiatori e la casa per gli espatriati. Per il calendario culturale della città, conviene procurarsi la rivista Atención San Miguel, un settimanale quotidiano in lingua inglese. El Jardín, la piazza principale, è il centro di attività a San Miguel, ed è un luogo ideale per riposare sotto gli alberi di alloro, ascoltare il suono delle campane, guardare gli spettacoli degli artisti di strada, e per farsi un'idea della vera identità della città.

10) Zacatecas
Designato un patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1993, Zacatecas è una delle più belle città coloniali del Messico, grazie alle sue strade lastricate tortuose, alle larghe e storiche piazze, agli edifici in stile coloniale realizzati con pietra arenaria rosa, e per una cattedrale che è uno dei migliori esempi di architettura barocca del paese. Zacatecas era una volta la più importante città del mondo per la produzione dell'argento, e le miniere del prezioso metallo hanno finanziato le bellezze architettoniche della città. Zacatecas è anche una delle più alte città del Messico, con una quota media intorno ai 2.500 metri, non c'è quindi da stupirsi se si rimane senza fiato durante la sua visita! Per ottenere la miglior foto di Zacatenas conviene compiere un giro sul Teleférico, che collega Cerro del Grillo a Cerro de la Buffa, ed è l'unica funivia al mondo che attraversa un'intera città.

Fonte: away.com

 Pubblicato da il 07/07/2011 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close