Cerca Hotel al miglior prezzo

Hall Swaroski Wattens, vacanze 2011 nel Tirolo degli Asburgo

Pagina 1/2

La storia del Tirolo e di tutta l’Austria transita da qui, dalla regione di Hall-Wattens. A poco più di una decina di chilometri da Innsbruck, l’area di Hall è un concentrato di “passato” che racconta i fasti dell’impero asburgico.

Un pezzo di storia austriaca
Il cammino inizia dall’imponente Fortezza di Hasegg con la sua splendida torre, divenuta il simbolo di Hall, e prosegue tra le strette vie medievali della città, dove prosegue la quotidianità degli abitanti che segue ancora ritmi di vita contadina immutata in tutti questi anni.
Qui si può fare una sosta al piccolo ma interessante museo delle miniere di sale che racconta quanto importante nel medioevo fossero i giacimenti del prezioso “oro bianco”; da alcuni anni le miniere sono state chiuse ma è possibile visitarle con un piacevole percorso per i bambini.
Tuttavia, il più prestigioso museo è quello costruito intorno alla antica zecca di Hall: qui infatti venne coniata la prima moneta d'argento nel quindicesimo secolo, il famoso tallero.

Gli undici villaggi di una squadra vincente
La regione turistica è uno splendido comprensorio che raggruppa, oltre alla città di Hall, altri dieci piccoli paesi nel classico stile tirolese: Absam, Baumkirchen, Fritzens, Gnadenwald, Mils, Thaur, Tulfes, Volders, Wattenberg e Wattens. Si potrebbe dire che si tratta di undici villaggi, tanti quanti i giocatori di una squadra d’attacco, tutti accomunati da forti accostamenti quali ambiente e cultura, tradizione e modernità, atmosfera urbana e tranquillità rurale.
Un esempio? Il mercato del sabato ad Hall, ricco di frutta e verdura a “chilometro zero” e tanti prodotti “bio” oltre a gustose specialità regionali.

Ospitalità unica, e cene gourmet
Il territorio di Hall e degli altri dieci villaggi rappresenta un perfetto connubio tra la tradizionale accoglienza tirolese e le moderne forme di turismo. Qui è possibile dormire in un romantico B&b con soffitto a cassettoni, in un agriturismo a gestione familiare dove servono ancora pane e marmellata fatti in casa, oppure concedersi il lusso di un albergo design con area wellness e vista sul centro storico. Arricchisce tutto ciò la gastronomia locale dove spiccano il carpaccio di cervo, la zuppa di finferli, gli gnocchetti tirolesi o i piatti di carne, senza dimenticare la pasticceria con sacher, strudel, torte di frutta e altre prelibatezze.

... Pagina 2/2 ...Un luogo reale e regale
Ma la regione di Hall è molto di più, è un luogo che ha fatto innamorare principi e sovrani: qui molti membri della famiglia reale asburgica decisero di passare le proprie vacanze estive, compresa la famosa principessa Sissi. Oggi il territorio ospita importanti realtà artistiche ed imprenditoriali sparse lungo la vallata, e tra queste spicca Swarovski, la famosa azienda dei cristalli fondata dalla omonima famiglia Swarovski nel lontano 1895, quando Daniel Swarovski I si trasferì nel paesino tirolese con la sua ingegnosa invenzione: una macchina per tagliare e lucidare il cristallo. Da allora è cresciuto un mito nella gioielleria moderna, declinata con una interessante proposta artistica che ha preso il nome dei famosi Mondi di Cristallo di Swarovski. Infatti nel 1995, in occasione del centenario della fondazione dell’azienda, è stato inaugurato il museo dove il protagonista è il cristallo di Swarovski.

La magia dei Mondi di Cristallo Swarovski
Con oltre 700mila visitatori in un anno, il Gigante Swarovski, è questo il soprannome che la gente del posto ha dato ai famosi Mondi di Cristallo, è la seconda struttura museale più visitata di tutta l’Austria, a riprova del valore artistico dei Mondi di Cristallo. L'ingresso è scavato in una collina dalle fattezze di un volto umano, i cui occhi sono due enormi cristalli e dalla bocca esce una fragorosa cascata. Da qui si inizia un percorso all’interno del Gigante fatto dalle 14 Camere delle Meraviglie, arricchite dalle opere di Salvador Dalì, Pablo Picasso, Brian Eno, Keith Haring, Federico Fellini e molti altri ancora. Al termine di questo meraviglioso labirinto si “cade” nel più grande negozio Swarovski al mondo con oggetti design esclusivi reperibili solo qui! Una struttura dinamica quella di Swarovski Kristallwelten, dove l’arte non è solo ammirata ma anche coltivata. Qui vengono organizzati originali Workshop artistici per bambini dai 4 ai 12 anni. Un calendario fitto di appuntamenti con numerosi incontri al mese in compagnia di grafici, designer e musicisti per scoprire il fascino del cristallo in tutte le sue sfaccettature.

Come arrivare
Per il turista italiano la regione Hall-Wattens è proprio dietro l’angolo. Ecco alcune distanze da alcune città italiane: Verona 278 km, Bolzano 126 km, Milano 431 km, Firenze 509 km, Venezia 396 km. Tutte le maggiori città italiane sono collegate con la città di Innsbruck tramite treni diretti. Dal capoluogo tirolese si può proseguire con treno locale (10 min) o con l’autobus fino ad Hall i.T. I biglietti del treno possono essere acquistati direttamente online sul nuovo sito delle ferrovie austriache: www.obb-italia.com con offerte incredibili a partire da 19 euro! L'aeroporto più vicino è a Innsbruck, servito dai voli di linea austriaci.

Informazioni per il pubblico
www.regionhall.at www.kristallwelten.swarovski.com


 Pubblicato da il 14/03/2011 - 3.761 letture - ® Riproduzione vietata

close