Cerca Hotel al miglior prezzo

Motor Valley: turismo in Emilia Romagna nei luoghi della Ferrari

Nuovi prodotti turistici e innovativi progetti di qualità urbana che nascono dalle eccellenze motoristiche dell’Emilia Romagna. E’ il “filo rosso” della presenza della Regione Emilia Romagna alla rassegna “Urbanpromo” in programma a Venezia dal 27 al 30 ottobre. “Urbanpromo” è un evento dove sono presentati progetti e iniziative innovative di pianificazione strategica e di marketing territoriale. Assieme alla Regione saranno presenti a Venezia rappresentanti della Galleria Ferrari, della Provincia di Modena, dei comuni di Modena e Maranello, della Fondazione Casa Natale Enzo Ferrari Museo.

Un convegno di approfondimento (il 27 ottobre) e la presenza di uno stand (con al centro un’auto Ferrari da Formula Uno del 2006) “illustreranno” quello che si sta facendo di innovativo nella Motor Valley dell’Emilia Romagna: soprattutto nell’area modenese sede del mitico marchio Ferrari. La nuova stagione urbanistica di Maranello (la casa automobilistica, attraverso la Galleria Ferrari, accoglie ogni anno oltre 200mila visitatori tra turisti e appassionati) interessa anche il suo “polo motoristico” con progetti che s’inseriscono in una tradizione architettonica di qualità. La Ferrari ha realizzato negli anni a Maranello progetti di alta architettura firmati da Massimiliano Fuksas, Marco Visconti, Jean Nouvel, Luigi Sturchio, Renzo Piano. E, su questa scia, il Comune di Maranello ha indetto nel gennaio 2010 un concorso progettuale per la sistemazione dell’area adiacente alla Galleria Ferrari affidato all’architetto milanese Piero Lissoni. Oltre a una piazza interamente pedonalizzata nello spazio adibito a parcheggio, il progetto prevede una torre panoramica alta circa 30 metri destinata a ospitare la sede dello Iat Terra di Motori (in fase di realizzazione), lo sportello informativo regionale sul mondo delle due e quattro ruote ora inserito all’interno della Galleria. Dall’edificio-torre, come dalla cima di un monte, sarà possibile osservare il territorio circostante: dalla pista di prova della Ferrari ai moderni stabilimenti dell’azienda fino alla zona collinare.

Anche gli interventi di riqualificazione urbana di Modena mostrano forti legami con il tema dei motori e dell’auto. Il primo intervento che si è concluso è stato quello della nuova sede della Maserati. E’ poi in fase di realizzazione il Museo Enzo Ferrari dedicato al grande costruttore e alla tradizione dell’automobilismo sportivo modenese, che comprenderà la casa in cui Enzo Ferrari nacque nel 1898 e una nuova galleria espositiva, l’ormai famoso “cofano giallo”. Il complesso museale, disegnato dallo studio Future Systems di Londra, diventerà un’icona nel mondo per la città di Modena, una tappa obbligata per gli appassionati di motori e una meta ambita per il turismo culturale e industriale. In località Marzaglia di Modena, in un’area di proprietà del comune, è poi previsto il Centro di guida sicura. Il progetto del Centro prevede un ampio complesso di strutture connesse al tema dei motori e della guida sicura con un circuito, quattro piste e strutture ricettive, commerciali e didattiche.

Forte di questa prestigiosa tradizione motoristica è nato il marchio Motor Valley che contraddistingue quell’ampia parte del territorio emiliano-romagnolo fortemente permeata dalla passione per la motoristica sportiva e dalle numerose attività collegate. L'area geografica interessata - che ha il suo fulcro nella provincia di Modena e Bologna e si snoda fino alla Romagna - è caratterizzata da produzione di auto, moto sportive e da competizione, recupero motori e auto d'epoca, attività formative a livello professionale ed universitario, ricerca, eventi per la divulgazione delle tecnologie più avanzate, manifestazioni sportive, piste di prova, autodromi, musei e collezioni private di auto o moto. Non esiste al mondo una concentrazione di miti motoristici e eccellenze imprenditoriali (dalla Ferrari, alla Ducati, a Lamborghini, Maserati, De Tomaso. Dallara, Malaguti, Morini, etc…) capaci di attirare ogni anno tanti appassionati. Lungo la via Emilia si contano oltre 188 team sportivi (tra club e scuderie), 13 musei, un nuovo circuito di 12 collezioni private (sulle circa 40 esistenti), 3 autodromi e circuiti vari.

Per il presidente di Apt Servizi Emilia Romagna Liviana Zanetti “una così ricca offerta legata alle quattro e due ruote si è trasformata in una eccezionale risorsa turistica. Sono molti infatti gli appassionati che, ogni anno, partono da tutto il mondo per conoscere da vicino il proprio mito motoristico. Grazie alle proposte di soggiorno messe a punto dai nostri operatori turistici non solo è possibile visitare questi ‘santuari motoristici’ mondiali, ma scoprire anche le bellezze turistiche e le eccellenze enogastronomiche della nostra regione”.

Fonte: Ufficio Stampa Apt Servizi
Visita Aptservizi.com
 
  •  

 Pubblicato da il 25/10/2010 - 2.860 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close