Cerca Hotel al miglior prezzo

Non rubare l'asciugamano in hotel: in Inghilterra rischi la lista nera!

Un malcostume diffuso in tutto il mondo, quello che vede gli ospiti di alberghi e Bad&Breakfast depredare la struttura di asciugamani, accappatoi, portacenere, lenzuola, suppellettili varie, oltre che danneggiare dispositivi come sveglie e televisori! Tutto ciò potrebbe un giorno finire? Come le compagnie aree vengono classificate in base alla loro affidabilità, così i clienti di hotel, alberghi e B&B saranno messi sotto esame: l'idea è quella di creare una vera e propria “black list” una lista nera di tutti quei clienti da evitare, come la peste. Verrà eseguito un database online con la lista degli ospiti più indisciplinati i dalla mano lesta, allo scopo di verificare tutte le credenziali degli ospiti prima di accettare le prenotazioni.

La rete su abbonamento che verrà creata, dal nome appropriato di GuestScan consentirà alle strutture ricettive di verificare la presenza di soggetti “conosciuti” ,per la loro “mania” di rubare gli asciugamani e rompere oggetti nelle stanze, come spesso succede per gli apparecchi televisivi. Il sistema di monitoraggio funzionerà con le stesse procedure utilizzate dalle compagnie delle carte di credito, listano le persone in una” black list" dal momento che non adempiono ai loro pagamenti. Una volta dentro alla lista vi risulterà molto difficile prenotare una stanza in Inghilterra e nel resto del Regno Unito!

Questo database degli ospiti degli hotel è il frutto dell'idea di un uomo d'affari britannico, Neil Campbell, che ha avuto l'intuizione dopo che un suo vicino, che possiede un B & B ha ricevuto un vero e proprio ospite infernale. Secondo questo progetto i trasgressori possono rimanere sulla lista nera da due a quattro anni, ma c'è da dire che tutti quelli inseriti nell'elenco avranno il diritto di appello.

Dove verrà applicata questa lista? I trasgressori cronici italici per il momento non devono preoccuparsi: GuestScan sarà la prima banca dati del suo genere ad essere lanciata e solamente nel Regno Unito, anche se un sistema simile fucreato in Australia nel 2007. Le statistiche parlano comunque chiaro: negli ultimi 5 anni in Inghilterra si sono verificati tre milioni di casi di danni alla proprietà da parte della clientela, e l'80 per cento dei visitatori ha ammesso di aver rubato qualcosa dagli hotel. La lista include anche circa 4 milioni di euro di valore per la sottrazione di accappatoi, 336.000 letti rotti, e 300.000 televisori distrutti...

  •  

 Pubblicato da il 15/09/2010 - - ® Riproduzione vietata

close