Cerca Hotel al miglior prezzo

Trekking sull'Himalaya: viaggio in Nepal a ottobre per vedere l'Everest

Pagina 1/2

Disteso ai piedi delle spettacolari vette dell’Himalaya, il Nepal è il paese dove si trovano le montagne più alte e maestose della Terra. Qui, dove è nato il trekking e l’alpinismo d’altissima quota, Earth Cultura e Avventura propone un itinerario che combina aspetti culturali del Paese allo splendore delle sue montagne e prevede sistemazioni in lodge o tea house, tipici alberghi locali con buoni servizi. Il tour inizia dalla valle del fiume Bothe Koshi da cui si raggiunge Namche Bazaar, dove ci si ferma un giorno per acclimatarsi prima di salire a quote più elevate. Lasciando la valle a Langden si sale a Renjo La, il primo dei tre passi, per scendere poi fino agli splendidi laghi di Gokio e proseguire verso il secondo passo di Cho La, fino a Kala Pattar, il punto più alto del trek a 5.550 m. di quota, da cui potrete ammirare l’Everest, il Nuptse ed il Lhotse al tramonto. Il terzo passo di Kogma La vi porta nella valle del fiume Imja Khola che scende dall’Island Peak.
Il percorso di trekking è studiato in modo da salire lentamente, prevede un giorno di acclimatazione per permettere all’organismo di adattarsi in modo graduale al cambiamento di quota e le tappe vanno da un minimo di tre ad un massimo di otto ore su sentieri non particolarmente difficili.

Se siete amanti del trekking, sicuramente il vostro sogno nel cassetto è quello di poter scalare l’Himalaya, “la dimora delle nevi”, accompagnati dallo splendido scenario degli ottomila sullo sfondo, per purificare occhi e polmoni ma soprattutto per camminare sopra le nuvole, sotto il maestoso sguardo dell’Everest. Earth Cultura e Avventura vi propone un trekking verso la “madre di tutte le montagne”, attraverso i passi di Renjo La, Cho La e Kongma La, in uno dei luoghi d’oriente più affascinanti, tra le montagne più alte del pianeta, che saprà appagare la vostra voglia di avventura e vi regalerà un’esperienza ricca di emozioni.
Questa grande avventura dei passi alti del Kumbhu si rivolge quindi agli appassionati trekker che cercano un itinerario impegnativo ma non troppo “alpino”, dove si trovano le più alte vette della Terra.

I diversi itinerari che offre questo paese, sia dal punto di vista della durata che della difficoltà, permettono a chiunque di avvicinarsi alle fantastiche montagne così come di avventurarsi in luoghi visti ancora da pochi. Un trekking in Nepal significa sentirsi parte della natura, rimanere senza fiato davanti ai colossi dell’Himalaya, oltrepassare monasteri situati in posizioni spettacolari e incontrare diversi villaggi a cui si alternano meravigliose foreste di rododendri, magnolie e abeti giganti. Oltrepasserete il Passo Renjo La a quota 5.360 m., che offre un’incomparabile vista dalle pendici del Cho You, all’Everest e più in lontananza il Makalù e le acque turchesi dei laghi sottostanti, per continuare con la spettacolare traversata del Cho La Pass a 5.360 m., valico solitamente innevato e abbastanza ripido ma gratificante per i suoi panorami mozzafiato, fino alla traversata del ghiacciaio del Khumbu, per poi risalire sui pendii opposti che portano al terzo e ultimo passo, il Kongma La a 5.535 m., poco frequentato ma con una vista che spazia dal gruppo del Nuptse al gruppo del Lhotse.
Purtroppo, o finalmente, si rientra nella città di Khatmandu e questo segna la fine di questa fantastica esperienza, e vi sentirete quasi come essere tornati piacevolmente alla dimensione nomade che ogni popolo ha conosciuto e purtroppo troppo spesso dimenticato.

Dashain, la festa dedicata alla dea Durga, ad ottobre.
... Pagina 2/2 ... Il Dashain, che significa decimo giorno, è la più lunga ed importante ricorrenza indù nel Nepal, celebrata ad ottobre e legata al calendario lunare. Il cielo di Kathmandu è punteggiato da aquiloni e gli allevatori portano il loro bestiame (capre, bufali e polli) al mercato in città. Gli animali vengono poi sacrificati nella notte di Kal Ratri in onore della dea Durga per celebrare la vittoria sul male. Si rinnova infatti una complessa e bellissima tradizione popolare di un tempo lontano, quando la dea venne a salvare il popolo della terra e gli altri dei a combattere un potente demonio che voleva distruggere la razza umana. Nel primo giorno di Dashain ognuno si veste con i propri abiti migliori e va ad onorare gli anziani, i quali tracciano sulla fronte dei loro parenti segni con pasta di colore rosso. Nei successivi giorni di Dashain le famiglie stanno unite e si fa festa, vengono impartite benedizioni e ci si scambiano doni. La festa nepalese più amata si conclude con l’arrivo della luna piena.

PARTENZA SPECIALE DI GRUPPO: 19 OTTOBRE 2010
CHECK-IN: Nepal Everest Trek (21 giorni – 20 notti)
Itinerario: Milano, Doha, Kathmandu, Lukla, Phakding, Namche Bazar, Khumjung, Thame, Langden, Renjo La, Gokio, Dragnag, Cho La, Dzonglha, Gorak Shep, Lobuche, Kongma La, Dingboche, Tengboche, Monjo, Lukla, Kathmandu e la valle, Doha, Milano.
Quota: a partire da Euro 2.170 per persona (quota da 8 a 14 partecipanti).

Programmi e quote aggiornate sul sito www.earthviaggi.it

 Pubblicato da il 15/07/2010 - 6.974 letture - ® Riproduzione vietata

close