Cerca Hotel al miglior prezzo

Paese che vai... legge strana che trovi. Turista avvisato...

Pagina 1/2

Quando si viaggia è bene conoscere il paese in cui ci si trova. A volte qui si applicano delle leggi particolari, per lo meno curiose. Che sarebbe meglio conoscere per non incappare in sanzioni amministrative o peggio, e rovinarsi quindi la vacanza per qualche banalità trascurata. Il sito Tourism Review propone un decalogo delle leggi più strane nel mondo, ma che comunque possono diventare un incubo per i turisti:

10) Un classico comportamento sanzionabile, come del resto anche in Italia, è la guida con fari spenti sia in Danimarca che in Repubblica Ceca. In questi due paesi è sempre necessario avere accesi i fari della vostra auto, non importa quanto sia soleggiato all'esterno. Questa legge è strana ma anche non è poi così irragionevole. Gli studi hanno rilevato che gli altri guidatori sono più consapevoli della presenza degli altri veicoli, quando le luci delle altre vetture sono accese, riducendo così gli incidenti.

9) Penultima in classifica è la legge che regolamenta l'utilizzo del costume da bagno a Granada, al di fuori delle spiagge. Se rimanete sdraiati sulla spiaggia, in costume da bagno a Grenada, è tutto a posto. Però, attenzione e compiere un escursione a terra a Granada con il look balneare: indossare niente altro che il costume da bagno è consentito solamente sulle spiagge. La sanzione per chi indossa solo il costume da bagno quando si trova in città è in teoria di 270 dollari. In realtà fino ad oggi la legge non è stata realmente applicata, secondo quanto afferma il locale ufficio del turismo, ma meglio conoscere i rischi che si possono correre.

8) Fermarsi senza benzina sulle Autostrade Tedesche
Rimanere a secco in autostrada è di fatto illegale in Germania. E qui iniziano i vostri problemi dato che in Germania è pure illegali camminare in autostrada, e per richiedere aiuto incorrerete in una seconda sanzione! Quindi, se vi fermate perché a corto di carburante pagherete due belle multe intorno ai 80-90 euro ciascuna, una per la sosta e la seconda se vi sorprenderanno a camminare lungo la corsia d'emergenza.

7) Una legge particolare la troviamo anche in Italia, e cioè il divieto di nutrire i piccioni a Venezia. In effetti è sicuramente vietato dar da mangiare i piccioni a Venezia, e questa legge ha almeno un po 'di logica: gli escrementi dei piccioni inquinano pesantemente i monumenti, ed evitando di dar da mangiare ai piccioni per la classica foto di piazza San Marco ha comportato una drastica diminuzione degli stessi, che sono migrati in cerca di luoghi più...appetitosi. Oggi essere sorpresi a San Marco ad alimentare i piccioni può costare una multa da 50 euro, ma state attenti, a volte le multe, seconda delle aggravanti possono salire fino a 500 euro.

6) Pagare in Canada con le monetine
Verrebe da dire che il denaro è denaro, ma questo non sembra esattamente vero per il Canada. E' infatti 'illegale pagare esclusivamente con i penny. Il problema è che nessuno ha definito poi q a quante monetine scatti il divieto. Non vi è in questo caso una sanzione amministrativa ma è il negoziante che potrebbe negarvi l'acquisto se cercherete di pagare solo con le monetine, cosa per altro probabile a fine vacanza, quando si cerca di ottimizzare gli ultimi residui monetari in aeroporto, prima del volo di rientro verso casa.

... Pagina 2/2 ...5) Al quinto posto una sconosciuta legge di Mosca: vietato guidare un'auto sporca! A Mosca il fattore sporcizia della vostra auto si potrebbe trasformare in una sanzione. Anche largo alle interpretazioni sullo stato di pulizia della vettura e la targa. In ogni caso tenete conto che avere un'auto non proprio in ordine dal punto di vista della polizia può farci ricevere una sanzione intorno ai 100 euro!

4) Decisamente più rischiosa può essere l'azione di mangiare in pubblico durante il Ramadan negli Emirati Arabi Uniti. Se siete in viaggio in questa regione delle penisola arabica, durante il Ramadan, state attenti: mangiare in pubblico alla luce del giorno può costare molto denaro, più di quanto vi immaginate. Si può anche finire in galera come è successo per due turisti britannici che hanno violato questa regola e sono stati messi in prigione per tre settimane. Un altro turista ha dovuto pagare 275 dollari per aver bevuto un succo in un luogo pubblico.!

3) Ha fatto scalpore qualche anno fa in Inghilterra, ma è in voga da un secolo in Francia: il divieto di baciarsi nelle stazioni Ferroviarie. Secondo molti il 1910 è l'anno in cui morì romanticismo nelle stazioni ferroviarie francesi. Da allora è vietato per legge baciarsi sulle piattaforme. Questa legge dovrebbe impedire i ritardi dei treni, e poiché non vi è poi penalità per questo 'reato', si può solo essere gentilmente chiesto di lasciare la piattaforma e andare a baciare la zona nei pressi del parcheggio. Il rischio è quello poi di perdere il treno e rovinarsi la vacanza. Ridicolo? Agli inglesi piaceva tanto questa idea che hanno poi introdotto un divieto al bacio nella stazione Virgin di Warrington Bank Quay, nel nord-ovest Inghilterra.

2) Guidare a torso nudo in Thalandia.
In un paese tropicale, caldo ed umido come la Thailandia, si molto tentati di togliersi la camicia mentre si guida l'auto o la moto nel rovente clima tropicale di questa nazione Fate attenzione però, potrete pagare una sanzione di pomo meno di 10 euro per una tale esperienza rinfrescante!

1) Il primato della severità spetta però senza dubbio a Singapore, dove è sanzionata la... gomma da masticare! Oltre ad essa sono sanzionabili il dare da mangiare agli uccelli, oltre che la disdicevole pratica di sputare e non usare i servizi igienici pubblici. Dal 2004 un'eccezione: la gomma “Nicorette” è concessa, per coloro che stanno smettendo di fumare, ammesso che tu l'abbia ricevuta da un prescrizione medica e il tuo nome compaia nella lista dei pazienti che hanno diritto a masticare in pubblico questo salutare Chewing gum.

Fonte: Tourism Review - Copyright Orbinet.cz
Visita Tourism-review.com
 

 Pubblicato da il 14/06/2010 - 5.460 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close