Cerca Hotel al miglior prezzo

La Fioritura a Castelluccio di Norcia, la fiorita dell'altopiano

Pagina 1/2

Quando è la domanda che tutti si pongono? Una giornata di sole tra maggio giugno e luglio può essere l'occasione giusta per vedere uno degli spettacoli naturali più belli di tutto lo stivale: la fiorita della Piana di Castelluccio di Norcia. Non possiamo indicarvi un periodo migliore o peggiore per assistere alla Fiorita. A seconda del momento troverete più o meno specie, più o meno colori da ammirare, ma è impossibile prevedere l'evoluzione delle fioriture.

L'altopiano, posto sotto le pendici del monte Vettore, nel cuore della catena dei Sibillini, è anche conosciuto con il nome di Piano Grande: si tratta di una distesa d'origine carsica che si eleva a circa 1300 m di quota, e che rimane stretta tra montagne che la isolano dal resto delle vallate montane.

Sul lato nord,.poco più in alto di quota 1450 si trova il borgo di Castelluccio che domina sull'intera piana con vista mozzafiato. Questo altopiano, luogo gelido e quasi sempre innevato in inverno, con la tarda primavera si trasforma in una distesa verde, con l'erba che ondeggia al vento creando delle onde come di smeraldo, che si inseguono veloci rimbalzando tra i pendii che stringono il piano grande. Anche il limitrofo Pian Perduto presenta un analogo spettacolo.

Da metà maggio a circa fine giugno – inizio luglio, questa ondeggiante distesa verde può letteralmente “scoppiare” di colore: è il momento della celebre fiorita che a seconda della stagione può verificarsi più o meno precocemente o in ritardo. Qualunque sia il periodo cui le piante giungano a maturazione per la fioritura lo spettacolo rimane straordinario.

In una giornata di sole, e con l'aria tersa come i Sibillini riescono a normalmente dare, la vista della piana è di una bellezza incantevole. C'è chi dice che una vita vissuta senza ammirare la fiorita sia una vita sprecata, frase sicuramente esagerata, ma chi ha la fortuna di ammirare tale spettacolo in cuor suo la sente come vera.
... Pagina 2/2 ...

I fiordalisi dal loro blu elettrico, i papaveri rossi, le innumerevoli distese di margherite, il giallo dei fiori delle lenticchie, le violette i narcisi le genzianelle danzano con le loro tonalità accese creando come un'immensa tavolozza di colori, che sposandosi al blu del cielo e al bianco delle nuvole crea come uno sconfinato quadro impressionista che toglie il respiro e vi commuove nel profondo dell'anima.

Per arrivare a vedere la Fiorita di Castelluccio di Norcia ci sono varie strade:
per chi arriva dal versante adriatico il percorso più rapido è quello di salire da Ascoli Piceno in direzione di Rieti. Presso Arquata del Tronto si devia sulla SS685 in direzione di Norcia. La strada scollina tramite un tunnel al di sotto delle Forche Canapine, raggiungibili altrimenti con un tortuoso e parimenti faticoso percorso. Dopo il tunnel, arrivati ad una rotonda si devia a destra in direzione di Castelluccio di Norcia, seguendo la stessa strada che si prenderebbe da Norcia, per chi proviene dall'Umbria. Proseguendo su questa strada si entra dalla porzione sud della piana, con viste memorabili sul Monte Vettore. Un percorso alternativo sale dal cuore dei monti Sibillini, e più precisamente dalla località di Visso che consente di raggiungere prima il borgo di Castelluccio e poi il magnifico scenario della piana fiorita.

 Pubblicato da il 10/03/2016 - 9.684 letture - ® Riproduzione vietata

close