Cerca Hotel al miglior prezzo

La palla di neve pił grande del mondo a Pitztal in Tirolo (Austria)

Pagina 1/2

La palla di neve più grande del mondo? Finora è quella costruita da un gruppo di studenti di Houghton in Michigan, il 10 febbraio 2006. Ma da martedì 9 febbraio il record potrebbe cadere: sulle nevi austriache di Pitztal, ghiacciaio che tocca i 3440 m in Tirolo, ci proverà la record hunter e star televisiva Katrin Hess. Tutta sola? No: sarà aiutata dagli sciatori che recluterà nei paraggi, mentre le telecamere della trasmissione Galileo, in onda sulla Tv nazionale tedesca Pro Sieben, riprenderanno la scena.

Ma non è finita qui: sulla ‘neve più pazza del mondo’ di Pitztal (non è in realtà così, perché come vedremo qui dove è di casa Benni Raich lo sci è cosa serissima) ci sarà anche lo scatenato reporter di Galileo Felix Braumann, che tra il 9 e l’11 febbraio 2010 si cimenterà con lo Zipflbob, in pratica un particolare bob-slittino che si governa con una sorta di timone anteriore. Il record di velocità da battere, realizzato proprio a Pitztal sulla stessa pista Brunnenkogel dallo slittinista professionista Frederik Eiter, è di 157,34 kmh…

Divertimento un po’ ‘anomalo’ sulla neve di questa stazione sciistica. Dove peraltro basterebbero la natura e lo sci. Pitztal è un’area inedita per il pubblico italiano ma di enormi potenzialità (si trova a 1 ora e quarto dal Brennero). Qui si scia fino a maggio inoltrato e già da settembre. E’ la vallata del Tirolo austriaco che raggiunge l’altitudine massima per lo sci in Austria (e quindi tra le più alte d’Europa), 3440 m. Sono 30 km di piste in ghiacciaio, più altri 70 km di piste lunghe e larghe in comprensori, senza ressa, al cospetto di un grandioso ‘show’ di alta montagna. Si soggiorna in alberghi perfetti, anche per famiglie e gruppi, a prezzi anticrisi, in paesini ‘presepe’.

Saperne di più
Per l’esattezza, nella valle di Pitztal i comprensori sciistici sono 3: sul versante destro di questa laterale della valle dell’Inn, s’incontra prima Hochzeiger, 52 km di piste e ben 1000 m di dislivello continuo tra 1450 e 2450 m, con pista di slittino illuminata di 6 km; in testata della valle, collegate tra loro ci sono poi Rifflsee, 20 km di piste tra 1640 e 2880 m, e il fiore all’occhiello, il ghiacciaio di Pitztal, a cui si accede con un trenino sotterraneo: in alto, tra 2800 e 3440 m si snodano vari impianti ad alta portata fino a 3440 m e quasi 30 km di ‘autostrade bianche’ aperte fino al 16 maggio 2010. Il ghiacciaio è anche un vero paradiso del free ride, con diversi percorsi serviti da impianti, liberi da pericoli di crepacci e valanghe (mentre altri richiedono più attenzione). Enormi anche le possibilità di sci alpinismo, con il classico itinerario del Wildspitze (3774 m, cima più alta del Tirolo), raggiungibile in 3 ore. Per il fondo ci sono invece 70 km di tracciati, tra cui uno di 3 km in altitudine a 2800 m e un altro a 2200 m al Rifflsee.

Pitztal è una delle valli più tradizionali, autentiche e incontaminate del Tirolo – il che non vuol dire ‘chiuse’, poiché qui l’ hi tech degli impianti e il livello degli alberghi e dei servizi sono di prim’ordine. Nel tratto inferiore (paesi di Arzl, Wenns, Jerzens tra 800 e 1100 m) si pratica un’agricoltura sostenibile di montagna in uno scenario da idillio, nella parte alta (Innerpitztal, con centri principali St. Leonhard a 1370 m e Plangeross) è il regno della natura potente e selvaggia, al cospetto di 50 vette sopra i 3000 metri. In questo contesto di montagna pura il turismo si integra con saggezza, con un equilibrato numero di posti letto e un’area sciistica sviluppata quanto basta, varia ma ‘concentrata’ (quindi con limitato impatto ambientale e visivo), molto ‘tecnica’ e ricca di tracciati…

Le novità
E anche ‘amica’ dei bambini: una novità mondiale, nella zona Rifflsee, è la seggiovia ad agganciamento automatico con sedili imbottiti e riscaldati Sunnalm (produzione Doppelmayr): la sedia che si posiziona opportunamente all’imbarco a seconda dell’altezza del bambino; le sbarre di protezione, basse e imbottite, scendono e si bloccano automaticamente all’uscita della stazione e allo stesso modo, automaticamente, si alzano solo all’arrivo. Per una sicurezza al 100%, dopo soli sei secondi che il passeggero si è seduto, la sbarra viene saldamente bloccata e quindi il bambino non può aprirla da solo durante la corsa. Ma la principale differenza rispetto ad altri sistemi realizzati fino ad ora è rappresentata dall’utilizzo di un poggiapiedi per ogni viaggiatore e non uno ogni due come di solito capita: il blocco tra le gambe rende quindi fisicamente impossibile la caduta, anche senza premere la barra contro le cosce, e la barra rimane alta per consentire il comfort del passeggero … senza limitarlo nei movimenti ma sempre in totale sicurezza. Le sedute a colori alternati e i divisori a cuneo rendono poi impossibile sbagliare posizione. Soprattutto questo speciale poggia sci di nuova concezione è perfetto per prevenire eventuali scivolamenti laterali sul sedile dei bimbi e anche un solo adulto può accompagnare nella risalita fino a 5 bambini alti appena 90 cm!

Al Rifflsee c’è anche la nuova architettura moderna in vetro e legno chiaro del ristorante Sunna Alm Rifflsee, ‘casa clima’ con standard climatico passivo più alta d’Europa, che utilizza geotermia e pannelli solari. Grande Parco per bambini, con parco giochi in paese a Mandarfen, Scuola Sci CLUB ALPIN con maestri specializzati ad insegnare a sciare ai bambini a partire dai 3 anni.

A Hochzeiger, stupenda e panoramica zona sciistica su un ‘panettone’ perfetto per lo sci, si sono investiti 13 milioni di euro negli ultimi tempi e a dicembre 2009 è stata inaugurata la nuova seggiovia 6 posti coperta e riscaldata Zirbenbahn, con 2 nuove piste rosse (7 km in più). Per questo Hochzeiger è stata eletta dall’ADAC (il potente Automobile club tedesco) ‘emergente del 2010’.
... Pagina 2/2 ...
Tra le altre novità del 2010, ancora sul ghiacciaio del Pitztal, il nuovo Fun Park in prossimità della cabinovia Mittelbergjoch, aperto fino a metà maggio e strutturato in tre aree distinte con nuovo half pipe sotto la seggiovia Gletschersee. In progetto, poi, per gli anni a venire, il fantastico collegamento sci ai piedi del ghiacciaio di Pitztal con Sölden e l’Ötztal.

I pacchetti
In alcuni alberghi si parla italiano! A febbraio, fino al 13, per 7 giorni mezza pensione in hotel 4 stelle si parte da 675 euro a persona compreso skipass 6 giorni ‘Ghiacciaio Pitztal e Rifflsee’, oppure 3 giorni mezza pensione da 318 euro compreso skipass 3 giorni. In 3 stelle da 565 euro a persona per 7 giorni, 6 giorni di skipass, e 265 euro per 3 giorni di mezza pensione e 3 giorni di skipass. I bambini fino ai 5 anni gratis in camera coi genitori, dai 5 ai 10 pagano la metà e dai 10 ai 15 hanno lo sconto del 20%.

Carnevale tra i paletti! 8-12, 15-19, 22-26 febbraio 2010, stage di 4 giorni con il Race Center Benni Raich a 420 euro per persona compreso skipass, pranzo, analisi video.

Skipass giornaliero da 36,50 - 38 euro; 6 giorni 166-181 euro, BAMBINI SOTTO I DIECI ANNI E ACCOMPAGNATI DA UN GENITORE CON DOCUMENTO D’IDENTITA’ SEMPRE GRATIS, 10-15 ANNI sconto circa 30%. Disponibili anche pomeridiani, e mezze giornate.

Novità: skipass Pitzregio (110 km di piste compreso Pitztal, Rifflsee, Hochzeiger, Imst, quest’ultimo con altri 9 km di piste specializzate nell’apertura serale): 6 giorni 190 euro.

INFORMAZIONI:
Pitztaler Gletscherbahn–Rifflseebahn, 0043-664/8161788 , 0043(0)5413/86288-165, it.pitztaler-gletscher.at/; d.benedetti@tirolgletscher.com , ufficio del turismo www.pitztal.com; www.hochzeiger.com


close