Cerca Hotel al miglior prezzo

Dora Baltea: rafting, kayak e hidrospeed in Valle d'Aosta

La Dora Baltea, che nasce dal Monte Bianco e attraversa tutta la Valle d’Aosta con tratti particolarmente impetuosi tra Morgex e La Salle, è il corso d’acqua ottimale per attività come il kayak, il rafting e l’hidrospeed che da Maggio a Settembre animano il grande fiume e alcuni dei suoi affluenti (la Dora di Valgrisenche, la Dora di Rhêmes, il torrente Savara e il torrente Grand Eyvia della Valle di Cogne).

Il Rafting in particolare può essere affrontato da non esperti con il supporto di una guida. Sono molte le associazioni che lungo la Dora propongono infatti “battesimi” del rafting a gruppi di amici, famiglie, coppie che vogliano cimentarsi con questa divertente pratica sportiva, in un weekend originale e divertente.

Prima di affrontare il fiume l’istruttore/guida spiega i rudimenti tecnici del “raft” , il gommone inaffondabile e auto svuotante che accoglierà i partecipanti (generalmente 7/8 persone). Vengono poi distribuiti giubbotti salvagente, caschi e pagaie. Infine ci si dirige verso un tratto della Dora Baltea particolarmente adatto al livello del gruppo. Le associazioni sportive che propongono queste attività (il percorso classico è adatto anche ai ragazzi dai 6 anni in su), sono attrezzate per scattare foto ai partecipanti durante il tragitto e documentare così i momenti cruciali della discesa che dura generalmente una ventina di minuti, mezz’ora al massimo.

Fra la preparazione, la discesa, il rientro alla base si impegna generalmente almeno la mattinata o il pomeriggio.. Per scaricare l’elenco delle associazioni che propongono queste attività è sufficiente entrare nella sezione Sport del sito www.lovevda.it.

Differenti livelli sono previsti anche per la pratica del canyoning o torrentismo e cioè la discesa di corsi d'acqua a piedi, senza l'ausilio di gommone o canoa. La discesa dunque avviene seguendo la direzione dell'acqua con a tuffi, salti, scivoli (dove possibile) e progressione su corda. Con una guida alpina specializzata ma senza che siano necessari allenamenti o capacità tecniche particolari, si può scendere in corda doppia fra le cascate e lungo gli scivoli naturali o nuotare nelle pozze d’acqua per un’esperienza “estrema”, ma in tutta sicurezza.

Fonte: Regione Autonoma Valle d'Aosta - Turismo
Ufficio Stampa Threesixty
Visita Lovevda.it
 
  •  

 Pubblicato da il 30/07/2009 - 3.296 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close