Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Rocche di Caterina, visite guidate a 4 castelli della Romagna

Caterina Sforza, seppure nata e cresciuta a Milano, ebbe un legame fortissimo con la Romagna, dove era Signora di Imola e contessa di Forlì.
La Tigre (talvolta Leonessa) di Romagna, com’era soprannominata, aveva tra i suoi possedimenti diversi castelli che ancora oggi, perfettamente conservati, sono tra i principali punti d’interesse turistico delle località in cui sorgono.
Le Rocche Sforzesche di Imola, Dozza, Riolo Terme e Bagnara sono infatti visitate ogni anno da migliaia di turisti, e da un paio d’anni sono anche protagoniste di un’iniziativa intitolata “Le Rocche di Caterina”, che propone quattro visite guidate – una per ogni fortezza – alla scoperta della storia, della cultura e delle curiosità della nobildonna.
L’appuntamento è fissato per il weekend del 3-4 ottobre 2020 e, data la vicinanza delle cittadine, è possibile riuscire a fare il giro delle rocche nel corso dei due giorni (per i dettagli e gli orari rimandiamo allo specchietto riepilogativo in fondo all’articolo).

Rocca di Riolo Terme


Siamo sulle colline dell’odierna provincia di Ravenna, dove nell’autunno del 1504 il castro di Riolo era rimasta l’ultima roccaforte di Caterina Sforza che ancora opponeva resistenza all’armata di Giovanni Sassatelli. La battaglia terminò il 14 ottobre di quell’anno, quando Riolo finì col soccombere alla ferocia nemica.
In occasione della visita sarà Caterina Sforza “in persona” a condurre gli ospiti nei luoghi della battaglia, raccontando le proprie origini di famiglia guerriera.
Durante la visita i bambini avranno la possibilità di vestirsi da dame e cavalieri, mentre gli adulti potranno provare parti di armatura.

Rocca di Dozza


In quello che è considerato uno dei borghi più belli dell’Emilia-Romagna, celebre per i suoi muri dipinti, la rocca che domina l’abitato di Dozza accoglie i visitatori che potranno scoprire le trame di potere, le passioni amorose e le strategie politiche di Caterina, costretta dagli eventi ad assumere il comando della Signoria dopo l’uccisione del marito Girolamo Riario nel 1488.
Per i bambini sono previsti laboratori a tema durante le due giornate.

Rocca di Imola


Caterina arrivò per la prima volta a Imola da giovanissima sposa: lei aveva appena 14 anni quando, il 1° maggio 1477, lungo un viaggio da Milano a Roma, il suo corteo nuziale fece tappa in città, accolto da grandi feste e con tutti gli onori dovuti a una coppia così importante.
In occasione della visita si ripercorrerà quel particolare momento della vita di Caterina che segnò il passaggio alla maturità e alla consapevolezza del proprio ruolo di Signora di Imola e Forlì.

Rocca di Bagnara di Romagna


Nel 2018, su una facciata di un palazzo di Bagnara, un artista argentino ha realizzato un murale intitolato “Caterina: tigre di Romagna” che raffigura la madama con una spada in mano, una tigre e la locale Rocca. La signora non aveva tuttavia solo uno spirito indomito, ma fu anche una grande appassionata di erboristeria e alimentò questa attività annotando le ricette in un quaderno giunto ai giorni nostri grazie a una copia stilata da un amico del figlio Giovanni dalle Bande Nere. Si tratta, com’è facile intuire, di un documento prezioso che ci aiuta a capire le conoscenze scientifiche di quell’epoca e che pone una particolare attenzione al concetto di bellezza (sia maschile che femminile) dei tempi.
Agli ospiti che partecipano alla visita è riservata la possibilità di preparare una delle ricette di Caterina.

Informazioni utili, date e orari delle visite

Nome: Le Rocche di Caterina
Dove: presso le Rocche Sforzesche di Imola, Dozza (provincia di Bologna), Riolo Terme e Bagnara di Romagna (provincia di Ravenna).
Date: 3-4 ottobre 2020.
Orari e programma:
Sabato 3 ottobre visita alle ore 15:30 e alle 18.
Domenica 4 ottobre alle ore 10:30 e alle 15:30.
Le visita guidata ha una durata di circa 2 ore e il ritrovo è previsto presso le biglietterie delle Rocche 10 minuti prima di ogni appuntamento.
I posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria, da effettuare entro le ore 16 di venerdì 2 ottobre allo 0542 25413 oppure all’email info@imolafaenza.it
Prezzo: il biglietto per la visita costa 8 €, gratuito per i bambini da 0 a 10 anni.
Si paga sul posto presso la biglietteria di ogni singola Rocca.
Il biglietto di una delle visite guidate del 3-4 ottobre consente inoltre di accedere a tariffa ridotta a una delle Rocche di Caterina fino al 31 dicembre 2020.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale di IF Imola Faenza Tourism Company.

Scopri tutti gli eventi in Emilia-Romagna.
  •  
29 Ottobre 2020 Libri di viaggio da leggere mentre restate ...

In seguito alla seconda ondata di contagi di Coronavirus Covid-19 che ...

NOVITA' close