Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggiare negli Stati Uniti senza visto grazie all'ESTA

Organizzare un viaggio negli Stati Uniti può essere un’esperienza stressante: cercare voli, alberghi, cosa visitare, assicurazioni e documenti può infatti richiedere parecchio tempo e molte energie. Fortunatamente, grazie all’ESTA, l’organizzazione del viaggio è molto più facile.

Per i viaggiatori che hanno in programma un viaggio negli Stati Uniti non è necessario munirsi di un visto, ma è sufficiente ottenere l'autorizzazione al viaggio rilasciata dal Governo degli Stati Uniti dopo aver compilato un semplice modulo online.

I cittadini di 38 paesi (tra cui anche l’Italia) possono infatti fare un viaggio negli Stati Uniti grazie al Visa Waiver Program (VWP), il programma di viaggio senza visto del Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti (DHS).

L’ESTA è prevista solamente se si intende entrare negli Stati Uniti per turismo o affari, e a patto che la durata della permanenza nel Paese sia inferiore ai 90 giorni.
L’ESTA va richiesta anche nel caso in cui si debba fare solamente scalo negli Stati Uniti per poi continuare verso un’altra destinazione. L’ESTA è infatti necessaria per imbarcarsi su un aereo o su una nave diretti negli Stati Uniti, indipendentemente da quale sia la meta finale.

Se durante la compilazione del modulo si dichiarano informazioni in contrasto con questi limiti l’ESTA verrà negata. Ad esempio durante la compilazione del modulo verrà chiesto se si ha intenzione di cercare lavoro durante il periodo di permanenza: rispondendo in modo affermativo a questa domanda l’ESTA verrà negata.

Richiedere l’autorizzazione al viaggio è molto semplice: basta compilare un modulo ESTA online inserendo i dati generali, i dati riguardanti il viaggio e quelli relativi al passaporto del richiedente.

Per poter richiedere l’ESTA è necessario avere un passaporto elettronico. Mentre in passato erano accettati anche altri tipi di passaporto, dall’aprile 2016 l’unico tipo di passaporto accettato per poter usufruire dell’ESTA è quello elettronico.

All’interno del passaporto elettronico è inserito un microchip contenente le informazioni biometriche del titolare, una foto e le impronte digitali. Tutte le informazioni contenute all’interno del microchip sono in forma criptata, così da tutelare la privacy del titolare del passaporto. I dati contenuti all’interno del microchip verranno poi usati dall’agente di confine statunitense per controllare l’identità del viaggiatore.

Durante la compilazione del modulo è consigliato tenere sotto mano, oltre al passaporto elettronico, anche i biglietti di viaggio per poter rispondere a tutte le domande.

Se si viaggia con bambini sarà necessario che anche loro abbiano il loro personale passaporto elettronico e la propria ESTA. Non vi sono infatti discriminazioni di età, e anche i minori, indipendentemente dalla loro età, persino i neonati sprovvisti di biglietto aereo, devono avere i propri documenti per potersi imbarcare su un aereo o su una nave diretti negli USA.

Dal dicembre 2016 inoltre sono richieste le informazioni sui profili in possesso sui social media. Anche se non è obbligatorio compilare questi campi può essere d’aiuto nel caso in cui siano necessari maggiori controlli per fornire maggiori informazioni sul richiedente.

I tempi di risposta sono solitamente molto brevi, e nella maggior parte dei casi bastano pochi minuti. È però possibile che l’elaborazione della risposta abbia bisogno di maggiori controlli, e in questo caso è garantita una risposta entro 72 ore. Per questo motivo il Governo degli Stati Uniti raccomanda di richiedere l’ESTA almeno 72 ore prima per evitare inconvenienti spiacevoli.

Nel caso in cui l’autorizzazione dovesse venire negata l’unico modo per poter entrare negli Stati Uniti sarà ottenendo un visto, procedura che però richiede più tempo e maggiori sforzi.

Una volta ottenuta, la validità dell’autorizzazione ESTA è di due anni, ed è possibile riutilizzarla per altri viaggi semplicemente cambiando le informazioni relative al viaggio.
Va fatta particolare attenzione alla data di scadenza del passaporto, la validità dell’autorizzazione è infatti legata alla validità del passaporto, e nel caso in cui il passaporto scada anche l’autorizzazione perderà la sua validità.

L’ESTA autorizza a imbarcarsi su un aereo o su una nave diretti negli Stati Uniti, ma non garantisce di poter entrare nel Paese. Una volta sbarcati infatti spetterà agli agenti di confine valutare se il viaggiatore possa costituire un pericolo per la sicurezza dei cittadini. Solo dopo aver superato i controlli degli agenti, che controlleranno i documenti e rivolgeranno alcune semplici domande, sarà possibile entrare nel Paese.
  •  

 Pubblicato da il 23/04/2018 - - ® Riproduzione vietata