Cerca Hotel al miglior prezzo

Olympiaregion Seefeld: tour in Austria tra i paesaggi del Tirolo

Circondata dalla grande riserva naturale del Karwendel, dall’area protetta Wildmoos, dai monti del Wetterstein e dal massiccio montuoso Hohe Munde, l’Olympiaregion Seefeld è un paesaggio baciato dal sole nel cuore delle Alpi austriache. I cinque villaggi che compongono la regione – Seefeld, Leutasch, Mosern-Buchen, Reith e Scharnitz – offrono attività per tutti i gusti, da quelle dedicate agli appassionati di sport a quelle per gli amanti della natura ma anche per chi cerca relax e alle famiglie con bambini.

Fra le più prestigiose destinazioni turistiche tirolesi, questo territorio deve il proprio nome alla storia sportiva che l’ha caratterizzato nei decenni scorsi quando nel 1964 e nel ’76 ospitò le Olimpiadi invernali. Grazie allo sci di fondo e agli sport nordici, Seefeld è uno dei luoghi più apprezzati per le gare internazionali tant’è che nel 2019 sarà cornice, per la seconda volta, dei campionati del mondo di sci nordico FIS.

Se in inverno il paesaggio dell’Olympiaregion Seefeld è ricoperto da uno spesso strato di neve (garantita peraltro sino ad aprile) su cui divertirsi con sci, racchette da neve, snowboard e molto altro (sapete che esiste anche un percorso dog-friendly per chi vuole fare sci di fondo con gli amici a quattro zampe), d’estate si può invece praticare jogging, golf, equitazione e arrampicata; ci sono ben 650 km di piste dedicate all’escursionismo, 266 di sentieri da nordic walking e 570 km per ciclismo e e-bike.

Ma è l’autunno a offrire i panorami dai colori più suggestivi. In quei mesi, un tour alla scoperta di questa sorprendente regione può iniziare da Seefeld: la sua via pedonale è fra le più antiche di tutto il Tirolo e il centro del villaggio è rappresentato da piazza Dorf, recentemente ristrutturata, e dalla chiesa di St. Oswald che risale a 640 anni fa ed è in stile tardo gotico. Nelle botteghe artigianali e nei negozi alla moda si possono trovare souvenir in legno e prodotti gastronomici tradizionali (speck e strudel su tutti). Per chi preferisce poi immergersi nella natura, pur trovandosi a due passi dal cuore della città, il lago di Seefeld è una meta da non perdere. A costeggiarlo è un sentiero che si può imboccare dalla Innsbrucker Strasse e che in una quarantina di minuti riporta in direzione dell’area pedonale. Le terrazze in legno affacciate sul lago permettono di ammirare più da vicino la fauna che popola lo specchio d’acqua; il tratto che piacerà di più (e non solo ai bambini) è quello all’interno del bosco dove vivono decine di scoiattoli: ne vedrete molti arrampicarsi sugli alberi e osservarvi, incuriositi, al vostro passaggio. Usciti dal bosco, il sentiero prosegue sino a un percorso salute, realizzato in pietra, dove a piedi scalzi si può passeggiare in una fontana d’acqua.

Nella vicina Scharnitz (15 minuti di transfer da Seefeld) si trova invece uno dei migliori punti di partenza per visitare la riserva naturale del Karwendel, il più grande parco d’Austria con i suoi 727 km quadrati. Passeggiando lungo la valle dell’Hinterautal si attraversa la sorgente del fiume Isar (Isarursprung) che procede poi la sua corsa verso il Danubio e il Mar Nero. In autunno, il foliage degli alberi si accende di tutte le tonalità del giallo e del rosso rendendo una camminata in questo luogo un’esperienza unica. A farci scoprire dove nasce il fiume di cui Hermann Hesse scrisse “spesso l’ho ascoltato e guardato negli occhi e ho sempre imparato da lui”, una guida d’eccezione: Heinz Zak, climber austriaco, esperto di montagna e fotografo che di questi monti conosce ogni angolo. La sua storia e i suoi progetti fotografici si possono trovare sul sito http://www.heinzzak.com

Poco distante, la cittadina di Leutasch, oltre ad ospitare il Ganghofer Museum, l’interessante museo dedicato al musicista tedesco Ludwig Ganghofer che qui trascorse buona parte di vent’anni della sua vita e compose la sua famosa “Polka”, accompagna anche alla scoperta della Gaistal Valley (Almenparadies Gaistal), pittoresca vallata dalla natura incontaminata che si estende dalla frazione Klamm in direzione ovest. Per le escursioni alle fattorie di montagna e ai rifugi alpini in cui gustare la gastronomia locale si può partire dai parcheggi situati fra Klamm e la fine della strada pubblica che scorre lungo il torrente Salzbach. Rinomata per i suoi pascoli di montagna, questa zona vanta territori habitat per caprioli, cervi e camosci mentre lungo le pareti della catena montuosa del Witterstein volano le aquile dorate. In poco meno di 2 ore, ad esempio, si può percorrere il Ganghofer Trail: la passeggiata inizia presso il parking e dopo una salita di circa 200 metri porta a un sentiero facile che conduce sino ad alcune malghe. Il percorso effettuato, circa 10 km, è adatto alle famiglie e attraversa un ambiente dapprima incastonato fra colossali pareti di roccia e infine prati con fiori selvatici di campo e conifere giganti. Indicazioni dettagliate su baite e ristori da raggiungere e tempi di percorrenza si trovano lungo tutto il sentiero.

Pausa gastronomica? Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Fra i ristoranti di Seefeld sicuramente il Kracherlemoos (al 758 di Moosweg) aperto da martedì a domenica dalle 11.30 alle 14.30 e dalle 18 alle 22 (chiuso il lunedì). In questo elegante chalet di montagna vecchio quasi 400 anni, tutto legno e dall’atmosfera accogliente, si possono assaporare tipiche specialità tirolesi fra cui il gulash, la famosa wiener schnitzel con patate al burro (squisita!), patè di formaggio con contorno di cipolla arrosto e, per concludere, pancakes con marmellata fatta in casa (quella ai mirtilli è da provare) o strudel di mela con gelato. Info www.kracherlemoos.at

In Dorfplatz, la centralissima piazza del paese, ad accogliere per un’esperienza gastronomica altrettanto prelibata è la locanda Tiroler Weinstube, dal 1919 a gestione familiare. Anche qui la cucina austriaca, abbinata a un tocco moderno, offre eccellenti piatti preparati dallo chef Michael Seyrling. Provate la vellutata di zucca, il tris di gnocchi agli spinaci, al formaggio e ravioli con burro e il dolce a base di vaniglia e olio di semi di zucca con panna. Apertura: tutti i giorni (tranne lunedì) in orario 11.30/14 e 17.30/21.30. Sito ufficiale www.tirolerweinstube.at

Anche lungo il popolare "Sentiero dell'Aquila", la passeggiata di 413 chilometri che permette di attraversare da est a ovest il paese, s’incontrano malghe e rifugi. Alla sedicesima tappa (in totale sono 33) si trova la Gaistalalm, nel territorio di Leutasch, immersa fra boschi di pini e imponenti pareti rocciose. Questo punto di ristoro, dove si può anche pernottare, può essere raggiunto facilmente anche attraverso il Bike Trail Tirol (tappa 6) dopo essere arrivati nella valle Gaistal. La locanda, in legno, è ottima per una bevanda calda o rinfrescante (a seconda della stagione) ma anche per assaporare il pane al lardo fatto in casa e gli stufati di carne. Info su www.gaistalalm.at

Non vi basta ancora? Ecco un altro posto da non perdere. Aperta in estate e in inverno (inizio maggio-fine ottobre e metà dicembre-fine marzo) tutti i giorni dalle 10 alle 18, la baita Hammermoos ha un’enorme terrazza solarium dove si può pranzare ammirando i panorami della catena Mieminger e Wetterstein che rendono la sosta qui un’esperienza indimenticabile. Dove siamo? Ancora a Leutasch lungo l’itinerario alla scoperta della valle di Gaistal. Si può arrivare qua tramite un facile sentiero forestale di circa 30 minuti (partendo dal parcheggio di Salzbach) oppure, per i più sportivi, lungo il percorso Ganghofer (20 minuti) ma anche su un calesse trainato da cavalli (circa 40 minuti). Assolutamente da non perdere il dolce dell’imperatore Francesco GiuseppeKaiserschmarrn – preparato con uova, latte, farina, zucchero e uvetta e accompagnato da confettura di mirtilli rossi. Una vera bontà. www.haemmermoosalm.at

Se per soggiornare durante il tour nell’Olympiaregion Seefeld cercate un luogo a pochi minuti dal centro cittadino ma al tempo stesso immerso nella natura, suggeriamo il Seespitz Zeit a Seefeld, quattro stelle con piscina riscaldata all’aperto, delizie gastronomiche e terrazza con vista sul lago. Il direttore, Vinzenz Triendl, è di una gentilezza squisita. Dalla colazione al pranzo sino alla merenda (qui la scelta dei dolci è una gioia non solo per la gola ma anche per gli occhi) ogni momento diventa buono per sedersi a uno dei tavoli da cui ammirare il lago su cui si affaccia il Seespitz Zeit. Le camere profumano di montagna e rilassarsi nella Spa di 600 metri quadrati è un piacere a cui non si può rinunciare. Prima di andare via potete anche acquistare confetture di marmellate, miele e vino locale. Indirizzo: Innsbrucker Strasse 1 – www.seespitz.at

Per raggiungere l’Olympiaregion Seefeld: in aereo dall’aeroporto di Innsbruck che dista circa 25 minuti, da quello di Monaco di Baviera (a 165 km), di Salisburgo (200 km) o Bolzano (149 km); in treno con vari collegamenti da Innsbruck (la stazione di Seefeld si trova nelle immediate vicinanze dell’area pedonale); in auto con l’autostrada del Brennero A22 con uscita Zirl.

Sito ufficiale: www.seefeld.com






  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close